PSR Regione Liguria: un bando dedicato alle aree forestali

La Regione Liguria, tramite la sottomisura 8.4 del PSR, mette in primo piano le foreste con il bando diretto al ripristino e alla prevenzione delle aree forestali danneggiate da calamità naturali.

La Liguria scende in campo per contrastare gli imprevisti naturali, intervenendo contro gli errori ambientali, impegnandosi in primo piano per sostenere gli investimenti e garantendo lo sviluppo dell’aree boschive. Con questo bando la Regione Liguria, mette a disposizione risorse finanziarie indirizzate agli interventi selvicolturali e alla ristrutturazione delle aree colpite da disastri naturali.

Chi sono i beneficiari della sottomisura 8.4 del PSR Regione Liguria?

I beneficiari possono essere pubblici o privati. Il bando è indirizzato alle seguenti categorie:

  • silvicoltori, cioè le imprese operanti nel settore forestale;
  • soggetti privati proprietari, detentori o gestori di aree forestali;
  • altri gestori del territorio;
  • Regione Liguria;
  • enti pubblici e altri enti di diritto pubblico proprietari, detentori o gestori di aree forestali;

È fondamentale, ai fini della presentazione della domanda la costituzione e l’aggiornamento del fascicolo aziendale da costituirsi presso una struttura abilitata.

Di cosa tratta la sottomisura 8.4 del PSR Regione Liguria?

La sottomisura sostiene gli investimenti mirati a ricostituire le foreste danneggiate da incendi, fitopatie e infestazioni parassitarie, eventi climatici intensi anche dovuti al cambiamento climatico, come ad esempio alluvioni o tempeste di vento, che producono immensi danni ai soprassuoli forestali. I costi ammissibili sono:

  1. spese di riproduzione, a opera dei sevicolturali diretti al reimpianto o rinfoltimento delle zone boschive colpite dalle calamità naturali innanzi descritte;
  2. spese dirette per l’investimento di lavori di ricostruzione delle sezioni idriche;
  3. spese per investimenti delle strutture e infrastrutture di protezione, controllo, monitoraggio degli incendi e delle altre calamità naturali.
Leggi anche:  Mepa: come funziona e quali sono i vantaggi per le imprese

L’aiuto viene corrisposto in una misura d’intensità pari al 100% della spesa ritenuta ammissibile, mentre per gli interventi di ripristino di natura selvicolturale, il sostegno viene determinato dall’Unità di Costo Standard (UCS). Il contributo viene erogato esclusivamente in caso di un evento che abbia causato la distruzione di non meno del 20% del potenziale forestale interessato, con riferimento all’area di intervento.

Come fare per accedere ai contributi della sottomisura 8.4 del PSR Regione Liguria?

Le domande di sostegno devono essere invitate online entro e non oltre il 31 maggio 2017. Esclusivamente utilizzando il sito apposito del Sistema informativo Agricolo Nazionale SIAN, apponendo la firma elettronica del beneficiario e indicando l’indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC), mentre per la data e l’ora certa della presentazione della domanda farà fede il protocollo AGEA.

Resta bene chiaro che i beneficiari devono presentare la seguente documentazione:

  • iscrizione al registro delle imprese presso la CCIAA con codice ATECO attività principale A02;
  • costituzione del fascicolo aziendale attraverso un Centro autorizzato;
  • iscrizione anagrafe della Liguria;
  • progetto d’intervento firmato da un professionista qualificato e controfirmato dal richiedente;
  • tutta la documentazione inerente il piano di coltura e di conservazione, nonché il piano di manutenzione se il sostegno si riferisce al ripristino di strade forestali;
  • fatture relative al pagamento delle opere, all’acquisto delle attrezzature e dei macchinari, alle spese tecniche, tutti i documenti utili valenti come quietanza tipo il bonifico e altri.
  • computo metrico preventivo definito sul Prezzario regionale;

Presentando un buon progetto ci si garantisce l’accesso al sostegno. Il consiglio per evitare di commettere errori, resta quello di rivolgersi a professionisti esperti nel settore.

Leggi anche:  Agricoltura biologica: l’economia riparte dai finanziamenti diretti alle risorse naturali

Fonte: Bando sottomisura 08.04

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook