La Regione Lombardia attiva il bando Storevolution: contributi a fondo perduto per agevolare l’innovazione delle imprese commerciali

Con un budget di 9,5 milioni di euro, la Regione Lombardia con il bando Storevolution intende offrire un concreto sostegno alle imprese che vogliono intraprendere un percorso di rinnovamento, digitalizzando l’attività e mutando radicalmente il modo di fare negozio.
 

Sintesi del bando Storevolution

Area geografica: Lombardia

Settore: industria

Dotazione finanziaria: 9,5 milioni di euro

Obiettivo: incentivare il percorso di digitalizzazione e il riposizionamento strutturale del modo di fare negozio delle imprese commerciali

Beneficiari: imprese commerciali al dettaglio

Spese ammissibili: investimenti per l’acquisto di soluzioni e sistemi digitali

Tipo di finanziamento: contributo a fondo perduto

Procedura di selezione: valutativa a sportello

Scadenza: 8 ottobre 2018

Approfondimento Bando

Per le imprese commerciali della Regione Lombardia, realizzare un percorso di innovazione dell’attività finalizzato ad allineare la produzione ai cambiamenti indotti dalla rivoluzione digitale, da oggi è un po’ più semplice. E lo è grazie al bando Storevolution, che prevede la concessione di contributi a fondo perduto alle imprese commerciali con almeno un punto vendita nel territorio lombardo.

Chi sono i beneficiari del bando Storevolution?

Possono presentare domanda di sostegno le imprese commerciali che alla data della presentazione della domanda risultino in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere micro o PMI;
  • essere costituite, iscritte ed attive nel Registro delle Imprese della competente Camera di Commercio della Regione Lombardia;
  • non rientrare nel campo di esclusione previsto dal CE 1407/2013, e cioè essere imprese che operano nel settore della pesca e dell’acquacoltura,
  • della produzione primaria dei prodotti agricoli o
  • della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli (solo per alcuni casi);
  • non essere sottoposte a fallimento e ad altre procedure concorsuali;
  • non avere legali rappresentanti, amministratori o soci per i quali sussistono cause di divieto, decadenza o sospensione previste dal Codice delle leggi antimafia (Lgs 159/2011);
  • svolgere un’attività classificata con i codici ATECO 2007 G47 e tutti i sottodigit. ad eccezione del codice ATECO 47.78.94 (sexy shop) e tutti i codici che non si riferiscono ad attività commerciali svolte presso una sede fissa (quindi un negozio).

Possono partecipare al bando anche le aggregazioni di imprese composte da almeno 6 MPMI con codici ATECO ammissibili, purché in possesso dei requisiti soggettivi sopra riportati. In relazione al presente bando, ogni impresa può presentare una sola domanda di contributo per un solo punto vendita, in forma singola o in forma aggregata.

Quali sono le spese ammissibili per il bando Storevolution?

Se la domanda è presentata da una singola impresa, sono ammissibili investimenti per un importo complessivo non inferiore a 10 mila euro.

Per le domande presentate da aggregazioni di imprese, sono ammissibili investimenti per un importo complessivo non inferiore a 20 mila euro.

Sono ammesse a contributo le seguenti spese al netto dell’IVA:

  1. acquisto di arredi (nel solo caso di ristrutturazioni totali del punto vendita previste dal punto 2) entro il limite massimo del 30% delle spese ammissibili, inclusi anche montaggio e trasporto;
  2. opere edili, murarie e impiantistiche (nel caso di ristrutturazioni totali del punto vendita), incluse le opere per l’abbattimento di barriere architettoniche e per il miglioramento dei locali;
  3. acquisto di software, macchinari, attrezzature e hardware necessari per realizzare il progetto;
  4. acquisto di licenze software e spese per canoni e utenze relativi a servizi finalizzati agli investimenti ammissibili;
  5. acquisto di servizi e consulenze finalizzate agli investimenti ammissibili nel limite del 20% delle spese previste dai punti 2, 3 e 4;
  6. acquisto di servizi di formazione specificamente necessari alla realizzazione del progetto e finalizzati agli investimenti ammissibili nel limite del 20% delle spese indicate nei punti 3 e 4.

Intensità di aiuto e massimali di spesa

Se la domanda è presentata da una singola impresa, l’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto, nel limite massimo di 20 mila euro, pari al 50% delle spese ammissibili.

Se la domanda è presentata da una aggregazione di imprese, l’aiuto prevede la concessione di un contributo a fondo perduto, nel limite massimo di 60 mila euro, pari al 60% delle spese ammissibili.

Il contributo è concesso al lordo della ritenuta di legge del 4% e sarà erogato in un’unica soluzione, previa verifica della rendicontazione presentata.

Come partecipare al bando Storevolution?

Le domande di partecipazione al bando possono essere presentate solo in modalità telematica, accedendo al portale Bandi della Regione Lombardia, a partire dal 10 settembre 2018 fino all’8 ottobre 2018.

Scarica il bando “Storevolution” della Regione Lombardia.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Contattaci e un membro del nostro team ti spiegherà come fare




Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativaPolicy e privacy