POR FESR Lombardia, al via il bando per sostenere i progetti di ricerca e sviluppo

Rafforzare il binomio tra impresa e ricerca in una logica di sviluppo per tutto il territorio. Questo il filo conduttore del nuovo bando rivolto alle piccole e medie imprese e ai liberi professionisti.

Sintesi bando POR FESR Lombardia – Azione I.1.b.1.2

Area geografica: Lombardia

Settore: ricerca e sviluppo

Dotazione finanziaria: 30 milioni di euro

Obiettivo: stimolare le piccole e medie imprese e i liberi professionisti a sviluppare progetti di ricerca, innovazione e sviluppo

Beneficiari: imprese e liberi professionisti

Spese ammissibili: spese per il personale, costi per brevetti e licenze, costi di ammortamento

Tipo di finanziamento: finanziamento a medio – lungo termine

Procedura di selezione: valutativa a sportello

Scadenza: 31 marzo 2021

Approfondimento Bando

7 macro aree tematiche, 3 linee d’intervento (ricerca, sviluppo e innovazione) e un unico grande obiettivo: stimolare le micro e piccole imprese a promuovere progetti di R&S affinché si possano ottenere risultati reali e concreti in termini di sviluppo su tutto il territorio.

Questi gli ingredienti dell’Azione I.1.b.1.2Sostegno alla valorizzazione economica dell’innovazione attraverso la sperimentazione e l’adozione di soluzioni innovative nei processi, nei prodotti e nelle formule organizzative, nonché attraverso il finanziamento dell’industrializzazione dei risultati della ricerca” promossa dalla Regione Lombardia con lo scopo di rafforzare il binomio tra impresa e ricerca. Le sette macro aree tematiche, su cui i progetti di ricerca dovranno svilupparsi, sono: aerospazio, agroalimentare, eco‐industria, industrie creative e culturali, industria della salute, manifatturiero avanzato e mobilità sostenibile.

Leggi anche:  Pubblicato il bando INPS per i soggiorni estivi nelle Case del Maestro

Chi sono i beneficiari dell’azione I.1.b.1.2 del Por Fesr Lombardia?

Possono presentare la domanda di contributo i seguenti soggetti:

  • PMI che abbiano una sede operativa in Lombardia o che intendono avviarla entro e non oltre la stipula del contratto di Finanziamento. Le stesse imprese devono inoltre essere costituite come tali e iscritte al Registro delle imprese;
  • liberi professionisti che operano in una dei Comuni della Lombardia e che siano iscritti all’albo professionale della Regione Lombardia, a livello provinciale, regionale o interregionale.

Non sono ammessi al finanziamento le imprese o liberi professionisti che:

  • svolgano un’attività con codice ATECO 49, 50, 51 e 53;
  • siano in stato di difficoltà;
  • non siano in regola con la normativa antimafia o con il pagamento dei contributi.

Ѐ importante precisare inoltre che il bando prevede un soggetto gestore del fondo, ovvero Finlombardia.

Quali sono le spese ammissibili dell’azione I.1.b.1.2 del Por Fesr Lombardia?

Come abbiamo già detto, 7 sono le macro aree su cui imprese e liberi professionisti dovranno sviluppare la loro idea progettuale. I progetti dovranno inoltre concludersi entro 18 mesi dalla data di concessione del finanziamento. Le spese ammissibili definite dal bando sono:

  • spese per il personale (ricercatori, tecnici e altri addetti impegnati nella realizzazione del progetto) fino a un massimo del 50% delle spese totali ammissibili;
  • costi di ammortamento per impianti, macchinari e attrezzature;
  • costi per l’acquisto di brevetti, licenze e quelli relativi ai servizi di consulenza;
  • altre voci direttamente correlate alla realizzazione del progetto, fino a un massimo del 10% della spesa totale;
  • spese generali forfettarie.

Intensità di aiuto e massimali di spesa

Il bando prevede un supporto alle aziende e liberi professionisti tramite un finanziamento a medio lungo termine, che viene concesso fino al 100% delle spese totali ammissibili e fino a un massimo di 1 milione di euro. La durata del finanziamento è compresa inoltre tra i 3 e 7 anni.

Leggi anche:  In arrivo finanziamenti alle imprese dell'Emilia Romagna: sostenere l'insediamento di nuove imprese

Come partecipare all’azione I.1.b.1.2 del Por Fesr Lombardia?

La richiesta di contributo deve essere compilata esclusivamente per via telematica, attraverso la piattaforma messa a disposizione dalla Regione; la domanda potrà essere inoltrata a partire dal 6 giugno 2019 e la misura rimarrà aperta fino ad esaurimento delle risorse ma comunque non oltre il 31 marzo 2021.

Scarica il bando dell’azione I.1.b.1.2 del POR FESR Lombardia 2014-2020.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy