Bando No Food della Regione Marche: contributi alle piccole imprese commerciali

Contributi a piccole imprese commerciali che svolgono attività in settori non alimentari.
 
 
 
 
 

Sintesi bando No Food

Area geografica: Marche

Settore: commercio non alimentare

Dotazione finanziaria: 145 mila euro

Obiettivo: sostegno alle piccole imprese commerciali

Beneficiari: piccole imprese del commercio al dettaglio del settore non alimentare

Spese ammissibili: spese ordinarie e straordinarie da riferirsi agli immobili, arredi e merci da destinarsi all’attività commerciale

Tipo di finanziamento: contributo a fondo perduto

Procedura di selezione: valutativa a graduatoria

Scadenza: 20 settembre 2018

Approfondimento bando

La Regione Marche concede contributi alle imprese commerciali del settore non alimentare attraverso il bando No Food “Bando per la concessione dei contributi alle piccole imprese commerciali in sede fissa del settore non alimentare“. Con questo bando si vuole dare un sostegno al tessuto commerciale dei settori che non rientrano in quello alimentare.

Chi sono i beneficiari del bando No Food della Regione Marche?

Sono le piccole imprese del commercio al dettaglio in sede fissa del settore non alimentare che nell’annualità 2017 non hanno superato un volume di affari di 500 mila euro.

Non rientrano tra i soggetti beneficiari le seguenti di attività:

  • vendita non rivolte al pubblico (spacci interni);
  • vendita di merci prodotte in proprio (agricoltori, artigiani, ecc.);
  • farmacie e parafarmacie;
  • trasformazione di prodotti;
  • noleggio;
  • commercio elettronico;
  • rivendite di carburanti;
  • promiscue;
  • commercio all’ingrosso;
  • monopolio.
Leggi anche:  PO FEAMP Toscana, nuovo bando per migliorare l’efficienza energetica dei pescherecci

Quali sono le spese ammissibili del Bando No Food della Regione Marche?

Le spese ammesse sono quelle relative agli interventi di:

  • ristrutturazione, manutenzione ordinaria e straordinaria, ampliamento dei locali adibiti o da adibire ad attività commerciali (minimo 5 mila euro);
  • arredi, attrezzature fisse, mobili, elettroniche ed informatiche (hardware e software) strettamente funzionali all’attività (minimo 5 mila euro);
  • acquisto merci inerenti l’attività di vendita dell’esercizio commerciale settore non alimentare (per un valore massimo di 30 mila euro).

Intensità di aiuto e massimali di spesa

I contributi alle piccole imprese commerciali sono fissati nella misura del 15% della spesa ammissibile per ogni beneficiario sulla base delle risorse disponibili, fino ad esaurimento del fondo.

La spesa totale massima ammissibile è pari a 50 mila euro.

Come fare per partecipare al bando No Food della Regione Marche?

La domanda per la richiesta dei contributi alle piccole imprese commerciali dovrà essere inoltrata tramite PEC all’indirizzo: [email protected] entro e non oltre il 20 settembre 2018.

Scarica il bando No Food della Regione Marche.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Contattaci e un membro del nostro team ti spiegherà come fare




Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativaPolicy e privacy