Contributi in arrivo per il settore turistico, online il bando ricettività della Regione Molise

Investire sul turismo per aumentare la competitività delle imprese, stimolare la nascita di nuove aziende e aumentare nuovi posti di lavoro. Questi gli obiettivi del bando pubblicato dalla Regione Molise.

Sintesi del bando ricettività Molise

Area geografica: Molise

Settore: turismo

Dotazione finanziaria: 16 milioni di euro

Obiettivo: migliorare l’offerta ricettiva regionale, aumentare la competitività delle strutture ricettive e incentivare la nascita di nuovi posti di lavoro

Beneficiari: imprese e futuri imprenditori

Spese ammissibili: costi per acquisto immobili, macchinari, impianti, ristrutturazione, gestione risorse umane e attività di marketing

Tipo di finanziamento: contributo in conto capitale

Procedura di selezione: valutativa a graduatoria

Scadenza: 15 marzo 2019

Approfondimento Bando

Investire sul turismo per migliorare e potenziare tanto la ricettività quanto l’accoglienza turistica. Questo l’obiettivo del bando promosso dalla Regione Molise per capitalizzare le risorse sul settore turistico, che rappresenta uno dei pilastri essenziali per la crescita territoriale. Dal miglioramento dello sviluppo rurale al potenziamento dei servizi delle stesse strutture ricettive con lo scopo di diversificare l’offerta. Tanti gli obiettivi del bando che si muovono su un’unica direttiva: incentivare il turismo e favorire così nuove opportunità occupazionali.

A chi si rivolge il bando ricettività pubblicato dalla Regione Molise?

Possono usufruire dei contributi messi a disposizione dal bando le micro e le PMI che gestiscono strutture ricettive in Molise e che intendono realizzare dei progetti per migliorare il loro operato, potenziando così il settore turistico. Le aziende devono essere regolarmente iscritte nel Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio del Molise e possono inoltre presentare proposte progettuali anche in forma aggregata.
Ma non solo. I contributi del bando sono rivolti anche ai futuri imprenditori che vogliono creare nuove imprese.

Leggi anche:  Bando apicoltura Regione Umbria: contributi per fornire consulenza e assistenza tecnica agli apicoltori

A loro la Regione offrirà un supporto, purché entro 60 giorni da quando si riceve l’ok per l’accesso al contributo, le imprese abbiano:

  1. effettuato l’iscrizione al Registro delle Imprese;
  2. creato almeno una sede operativa in Molise;
  3. trasmesso tutta la documentazione alla Regione.

Sono ammesse al bando le imprese che svolgono le seguenti attività:

  • sistema albergo diffuso, cioè strutture ricettive che offrono non soltanto alloggio ma si occupano anche di somministrare cibi e bevande di tipo alberghiero e che abbiano almeno 7 unità abitative;
  • sistema turismo rurale, attività ricettive e di ristorazione collocate in aree rurali o centri abitati fuori dal capoluogo del comune, che abbiano tutte le caratteristiche di una zona rurale;
  • micro-ricettività, esclusivamente nelle forme di case vacanze o esercizi di affittacamere.

I finanziamenti sono destinati esclusivamente alla riconversione e/o riqualificazione edilizia del patrimonio immobiliare pubblico e/o privato già esistente.

Quali sono le spese ammissibili del bando ricettività del Molise?

Le spese ritenute ammissibili sono:

  • acquisto di immobili;
  • progettazioni ingegneristiche che riguardano gli immobili, gli impianti, le spese per gli studi di fattibilità o costi effettuati per la gestione e monitoraggio dei lavori;
  • costi per la ristrutturazione dei beni;
  • costi per impianti generali, come quelli elettrici o idrici;
  • spese per l’acquisto di macchinari, arredamenti e attrezzature varie;
  • costi per l’acquisto di programmi informatici, brevetti e licenze;
  • spese per attività di marketing, comunicazione o gestione delle risorse umane.

Intensità di aiuto e massimali di spesa

La dotazione finanziaria messa a disposizione del bando è pari a 16 milioni di euro. Il contributo viene concesso secondo due forme:

  1. de minimis, che prevede un contributo in conto capitale nella misura massima del 50% delle spese ritenute ammissibili. Tuttavia, ciascun beneficiario potrà ricevere una somma massima di 200 mila euro;
  2. equivalente sovvenzione lordo (esl), anche in questo caso si tratta di un contributo in conto capitale che varia in base alla tipologia di impresa e dalla zona di riferimento.
Leggi anche:  Giovani, donne e imprese: nuovi finanziamenti del POR FESR Toscana 2018

Come presentare le domande per partecipare al bando ricettività?

Per partecipare al bando, i richiedenti devono inviare la loro candidatura esclusivamente per via telematica all’indirizzo: [email protected], allegando tutti i documenti richiesti dal bando. Per partecipare c’è tempo fino al 15 marzo 2019.

Scarica il bando ricettività promosso dalla Regione Molise.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativaPolicy e privacy