Bando ISMEA acquisto terreni: c’è tempo fino al 2 dicembre

Pubblicato il secondo bando ISMEA per l’acquisto di terreni agricoli all’asta, aperto a tutti. Previste agevolazioni per giovani agricoltori e società di giovani.

Torna il bando ISMEA per l’acquisto di terreni agricoli a condizioni agevolate a favore dei giovani che intendano svolgere attività agricola, grazie alla Banca delle Terre Agricole.

L’ISMEA (Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare) è un ente pubblico economico che affianca le Regioni nelle attività di riordino fondiario, con la formazione e l’ampliamento delle proprietà agricole. Inoltre si prefigge l’obiettivo di agevolare il ricambio generazionale in agricoltura, attraverso aiuti comunitari.

In particolare, l’ISMEA ha realizzato un data base in cui sono riportati i dati dei terreni agricoli di proprietà dello Stato in vendita. Tra le altre cose l’ente si occupa dell’assegnazione di questi terreni.

Visitando il sito web dell’ISMEA è possibile consultare il data base, cercare i terreni disponibili regione per regione, con i relativi valori catastali e le coltivazioni possibili.

Con l’istituzione presso ISMEA della cosiddetta Banca delle terre agricole, promossa dal Ministero per le Politiche Agricole, si è dato vita ad un progetto che permette ai giovani di acquistare terreni a condizioni agevolate, con l’obiettivo di favorire l’incontro tra domanda e offerta terreni, compresi quei terreni smessi che risultano disponibili per cessata attività o per prepensionamento degli agricoltori.

Grazie a questa iniziativa si intende perseguire anche un’ulteriore finalità, che consiste nel recupero delle terre non sfruttate e nella valorizzazione dell’ambiente, rilanciando l’agricoltura professionale.

Chi può partecipare all’asta ISMEA per l’acquisto dei terreni?

Possono partecipare all’asta per l’aggiudicazione dei terreni, indipendentemente dall’età, i soggetti che:

  • non abbiano subito condanne per delitti che comportino la pena accessoria della incapacità di contrattare con la pubblica amministrazione;
  • non siano sottoposti a misure di prevenzione del codice antimafia;
  • non si siano resi colpevoli di negligenza o malafede in precedenti procedure di aggiudicazione o rapporti contrattuali, secondo quanto previsto dal codice degli appalti;
  • non siano sottoposti a procedure fallimentari;
  • non abbiano subito condanne penali definitive o patteggiamenti per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità, che incidono sulla propria moralità professionale, o per reati di partecipazione ad organizzazioni criminali, corruzione, frode, riciclaggio.

Asta ISMEA acquisto terreni: agevolazioni per giovani imprenditori agricoli

Se ad aggiudicarsi le terre sono giovani imprenditori agricoli, sono previste delle agevolazioni che consistono nel pagamento del prezzo con rate semestrali o annuali ed apposizione di ipoteca legale pari al 100% del valore del terreno posto a base d’asta. Il piano di ammortamento per il pagamento può essere spalmato fino a massimo 30 anni.

Per ottenere le agevolazioni, al momento della manifestazione di interesse, l’impresa individuale deve essere:

  • amministrata da una persona di età compresa tra i 18 e i 41 anni non compiuti;
  • iscritta al Registro delle imprese della Camera di Commercio;
  • titolare di partita IVA in campo agricolo;
  • iscritta al regime previdenziale agricolo.

Se si tratta di società, oltre ad avere l’iscrizione al Registro delle imprese, la partita IVA in campo agricolo, deve:

  • avere per oggetto sociale l’esercizio esclusivo delle attività agricole e assimilate;
  • recare l’indicazione di “società agricola” nella ragione o nella denominazione sociale;
  • avere una maggioranza assoluta, numerica e di quote, di soci di età compresa tra 18 anni e 41 anni non compiuti;
  • amministrata da soggetti che rientrano in questa fascia d’età.

Bando ISMEA acquisto terreni: come funziona?

Per acquistare i terreni che rientrano nel data base di ISMEA occorre partecipare ad un’asta, presentare un’offerta e risultare aggiudicatari.

Gli aspiranti acquirenti, che abbiano o meno diritto alle agevolazioni appena descritte, hanno tempo 60 giorni dalla pubblicazione dell’Avviso per presentare una manifestazione d’interesse per uno o più terreni.

L’Amministrazione verificherà il possesso dei requisiti e inviterà gli idonei a partecipare alla procedura (tramite lettera di invito inviata via PEC). La procedura è quella della vendita senza incanto.

Entro 45 giorni dalla ricezione della lettera d’invito, i concorrenti dovranno inviare in busta chiusa la loro offerta (che sia almeno pari al prezzo a base d’asta) per ogni singolo terreno per il quale hanno presentato la manifestazione d’interesse.

Una Commissione appositamente costituita provvederà all’apertura delle offerte e al loro esame, per poi redigere per ogni terreno una graduatoria in base all’entità delle offerte ricevute.

Sarà infine il Direttore Generale a disporre l’aggiudicazione definitiva con propria determinazione.

C’è tempo fino al 2 dicembre 2018 per presentare la manifestazione d’interesse.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Contattaci e un membro del nostro team ti spiegherà come fare




[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy