Aiuti alle imprese della Regione Sardegna con un bando per la promozione del Diversity Management

La Regione Sardegna con il bando per il diversity management tende la mano ai soggetti con fattori di rischio promuovendo una politica di inclusione sociale e lavorativa all’interno delle aziende territoriali.

 

In un’epoca segnata da importanti divisioni sociali ed economiche, risultano essere sempre più necessarie delle politiche del lavoro finalizzate ad incrementare le possibilità occupazionali dei lavoratori – specie se in condizioni di difficoltà – ed appiattire quelle discriminazioni basate su età, orientamento sessuale, religione, origine etnica e disabilità che mettono a repentaglio l’integrazione sociale.

È in quest’ottica che la Regione, attraverso l’azione 9.2.4 del POR FSE Sardegna 2014 – 2020, ha deciso di suggerire alle imprese, tramite un bando, una serie di azioni di “Diversity Management” che mirano alla valorizzazione dei singoli individui all’interno delle strutture aziendali.

A chi è rivolto il bando della Regione Sardegna per il Diversity Management?

Possono accedere al bando le PMI, profit e no profit, anche in forma associata, con sede operativa sul territorio della Regione che, alla data di presentazione della domanda di finanziamento:

  1. abbiano più di 10 dipendenti;
  2. non abbiano mai commesso atti, patti o comportamenti discriminatori;
  3. non si trovino in condizione di fallimento, di liquidazione, di cessazione di attività o di concordato preventivo e in qualsiasi altra situazione equivalente che non si sia verificata negli ultimi 5 anni;
  4. non siano stati condannati, con sentenza passata in giudicato, per qualsiasi reato che determina l’incapacità di contrattare con la pubblica amministrazione,
  5. siano in regola con gli obblighi relativi al pagamento di imposte e tasse;
  6. in regola con le norme per il diritto al lavoro dei disabili;
  7. non abbiano proceduto a licenziamenti nei 12 mesi antecedenti alla data di presentazione della domanda;
  8. rispettino ed applichino in maniera integrale il trattamento economico previsto dal Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro e che siano in regola con gli adempimenti assicurativi, previdenziali e fiscali;

Sono destinatari dell’azione sia persone che lavorano già all’interno dell’azienda che potenziali nuovi assunti; si tratta di soggetti svantaggiati, persone disabili, inoccupati, vittime di violenza, cittadini maggiorenni di Paesi Terzi, compresi coloro che hanno ottenuto la cittadinanza italiana, i richiedenti asilo e i rifugiati.

Di cosa tratta il bando della Regione Sardegna per il Diversity Management?

Le risorse finanziarie pubbliche destinate al bando in questione si attestano sui 1,2 milioni di euro.

L’obiettivo dell’intervento promosso dalla Regione Sardegna è quello di migliorare le prestazioni complessive dei lavoratori e delle lavoratrici, favorire l’inclusione sociale e lavorativa, valorizzare le competenze di tutti, in particolar modo di quei soggetti in condizione di svantaggio o fragilità e migliorare la competitività delle imprese del territorio.

Alle aziende verrà riconosciuto dei contributi forfettari nella seguente misura:

  • contributo forfettario variabile in base alla dimensione della azienda, per le spese sostenute per la redazione del progetto;
  • contributo forfettario fisso per la figura del Diversity Manager;
  • contributo forfettario variabile in base al numero di azioni da realizzare all’interno del progetto di Diversity Management.

Le tabelle con i relativi importi sono consultabili all’interno del bando.

Come accedere al bando della Regione Sardegna per il Diversity Management?

Le aziende interessate ad accedere ai finanziamenti previsti dal bando dovranno registrarsi al SIL Sardegna come “Soggetto impresa” all’interno dell’area dedicata nel portale SardegnaLavoro, compilare la domanda attraverso i servizi online del sito e inviarla per via telematica. La documentazione dovrà contenere, in fac simile, gli allegati scaricabili dal sito web della Regione Sardegna. Il materiale dovrà essere, a pena di esclusione, firmato digitalmente dal legale rappresentante.

Le domande di candidatura potranno essere presentate dal 02 maggio 2018 ed entro e non oltre il 31 maggio 2018.

Gli interventi promossi dalla Regione Sardegna a favore delle aziende rappresentano certamente un importante aiuto per tutti quei soggetti altrimenti destinati all’esclusione lavorativa e sociale, nonché un’appetibile opportunità di innovazione per le stesse imprese che intendono accrescere le proprie capacità relative alla produzione, alla gestione del personale e alla competitività sul territorio. Consulta un professionista ed inoltra la domanda.

Approfondisci il bando della Regione Sardegna per il Diversity Management

Salvatore Rocca

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattarci





[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy