Bando per realizzare asili nido: finanziamenti agevolati per potenziamento e costruzione di nuove strutture

La Regione Siciliana intende agevolare la realizzazione di asili nido. Si tratta dell’Azione 9.3.2 del PO FESR 2014-2020 “Aiuti per sostenere gli investimenti nelle strutture di servizi socio-educativi per la prima infanzia”.

Obiettivo della Regione Sicilia è quello di incrementare il numero di bambini che usufruiscono di servizi per la prima infanzia, promuovendo così la completa integrazione del sistema dei servizi per la prima infanzia tra soggetti del Terzo Settore No Profit con le Amministrazioni locali.

Chi sono i beneficiari del bando per realizzare asili nido?

I destinatari finali dell’intervento sono i bambini residenti in Sicilia di età compresa tra 0 e 3 anni, mentre possono presentare domanda le Organizzazioni del Terzo Settore No Profit a condizione che nel proprio atto costitutivo sia previsto:

  • che l’ente non persegue fini di lucro;
  • lo svolgimento di attività in favore di minori;

L’Ente che presenta l’istanza dovrà coincidere con l’Ente gestore del servizio, in quanto dovrà iscriversi, assieme alla struttura oggetto dell’intervento di riqualificazione, all’Albo Regionale;

Il soggetto richiedente deve possedere i seguenti requisiti:

  • essere in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori documenti tramite il DURC;
  • essere in regola con la normativa antimafia;
  • possedere la capacità operativa, amministrativa ed economico-finanziaria in relazione al progetto da realizzare;
  • avere la sede produttiva locale destinataria dell’intervento nel territorio regionale;
  • esercitare un’attività economica prevalente rientrante nel codice ATECO ISTAT 2007 88.91;
  • essere regolarmente iscritto alla CCIAA territorialmente competente;
  • nel caso di associazioni, fondazioni e altre istituzioni di carattere privato, essere iscritti al Registro delle Persone Giuridiche istituito presso le Prefetture o presso le Regioni se le attività dell’ente è esercitata in una sola Regione
Leggi anche:  La Regione Lombardia attiva il bando Storevolution: contributi a fondo perduto per agevolare l’innovazione delle imprese commerciali

Di cosa tratta il bando per la realizzazione di asili nido?

La dotazione finanziaria complessiva disponibile per il progetto presentato è di 18.520.000 milioni euro; la misura verrà attuata in due finestre temporali e in questa prima finestra sono messi a disposizione 10 milioni di euro.

Questi fondi sono destinati a promuovere lo sviluppo psico-fisico, cognitivo, comportamentale e sociale del bambino e offrire sostegno alle famiglie nel loro compito educativo, attraverso progetti di investimento relativi all’adeguamento, riqualificazione e ristrutturazione di edifici per l’erogazione di servizi socio – educativi per la prima infanzia (nidi di infanzia e servizi integrativi, quali spazio gioco per bambini e centri per bambini e famiglie) secondo i “nuovi standard strutturali e organizzativi per i servizi per la prima infanzia”.

Le spese ammissibili riguardano i costi di progettazione, le opere murarie, gli impianti e i macchinari, le attrezzature, compresi gli arredi. Le spese per macchinari e attrezzature (compresi gli arredi) non possono essere superiori al 50% delle spese sostenute per le opere murarie.

Il costo totale ammissibile del progetto non deve essere inferiore a 100 mila euro; gli aiuti saranno concessi sotto forma di contributo in conto capitale, concesso sulla base di una procedura valutativa a graduatoria ed in misura del 90% della spesa ritenute ammissibile del progetto presentato, ed entro il limite di 200 mila euro.

Il contributo non è cumulabile con altri finanziamenti pubblici, nazionali, regionali o comunitari, per le stesse spese ammissibili.

Come partecipare al bando per la realizzazione di asili nido?

Il modulo di domanda è disponibile sul sito della Regione ; dopo aver compilato la domanda questa, insieme ai vari allegati, deve essere inoltrata a mezzo PEC al seguente indirizzo: [email protected] entro il 10 maggio 2018.

Leggi anche:  Bando Start the valley up: la Valle D’Aosta dà una mano alle imprese innovative

Si assiste ad una maggiore presenza e dinamicità delle imprese sociali nel territorio siciliano, a cui le amministrazioni comunali potranno fare riferimento per l’assorbimento delle liste di attesa, promuovendo l’occupazione sostenibile e il sostegno all’inclusione sociale.

Scarica il bando per realizzare asili nido dell Regione Sicilia.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Contattaci e un membro del nostro team ti spiegherà come fare




Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativaPolicy e privacy