La Sicilia aiuta gli imprenditori del settore turistico grazie all’azione 3.3.3 del PO FESR

La Sicilia vuole sostenere le micro, piccole e medie imprese organizzate in Rete di Imprese per sperimentare modelli innovativi di organizzazione del lavoro nel settore turistico.

 

 

 

Sintesi del bando PO FESR Sicilia Azione 3.3.3

Area geografica: Sicilia

Settore: turismo

Dotazione finanziaria: 37 milioni di euro

Obiettivo: sostegno a Reti di Imprese per la costruzione di un prodotto turistico globale

Beneficiari: imprenditori

Spese ammissibili: acquisto di beni materiali e immateriali e costi per servizi di consulenza

Tipo di finanziamento: contributo in conto capitale

Procedura di selezione: valutativa a sportello

Scadenza: 7 giugno 2018

Approfondimento Bando

Con l’azione 3.3.3 del PO FESR Sicilia la Regione sostiene le micro, piccole e medie imprese nell’ambito del settore turistico che vogliono sperimentare diverse strategie di marketing e nuovi sistemi di comunicazione.

Chi può partecipare all’Azione 3.3.3 del PO FESR Sicilia?

Possono partecipare le Reti di Imprese con o senza personalità giuridica formate da micro e PMI costituite da almeno 3 anni e in stato di attività; ciascuna impresa può partecipare solo a una Rete – contratto o a una Rete – soggetto. Le imprese devono avere come codice ATECO ISTAT 2007 uno di quelli specificati nell’allegato 10 del bando e riferiti a:

  • attività dei servizi di alloggio e ristorazione;
  • servizi e attività per favorire l’accessibilità degli attrattori;
  • settori artistico creativo e culturale.

Quali sono le spese ammissibili dell’azione 3.3.3 del PO FESR Sicilia?

Sono ammissibili le spese relative a:

  • acquisto di macchinari, impianti, attrezzature, arredi e mobili (di importo superiore a 500 euro e nuovi di fabbrica);
  • diritti di brevetto, licenze, know – how o altre forme di proprietà intellettuale;
  • spese per consulenze esterne come quelle fiscali, legali e pubblicitarie prestate da professionisti o da Università e Centri di Ricerca pubblici;
Leggi anche:  Lazio, al via con il Fondo Rotativo per le imprese

Entità di aiuto e massimali di spesa

L’aiuto può essere concesso sotto forma di contributo in conto capitale.  Per quanto riguarda le spese materiali e immateriali l’importo è pari al 45% della spesa ritenuta ammissibile in caso di micro/piccola impresa e al 35% in caso di media impresa. Per quanto riguarda, invece, le spese di consulenza, l’aiuto è pari al 50% delle spese ammissibili, ma comunque non possono superare il 30% delle spese totali.

Il costo totale ammissibile del singolo progetto non può essere superiore a 500 mila euro.

Come si partecipa all’ Azione 3.3.3 del PO FESR Sicilia?

La domanda deve essere inoltrata dall’8 maggio 2018 fino al 7 giugno 2018 esclusivamente per via telematica attraverso il portale delle agevolazioni.

Scarica il bando dell’azione 3.3.3 PO FESR Sicilia

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Contattaci e un membro del nostro team ti spiegherà come fare




Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativaPolicy e privacy