PSR Umbria, sottomisura 4.2: finanziamenti in arrivo per le imprese agricole

Tutelare la qualità dei prodotti agricoli, aumentare la competitività del settore e rafforzare i mercati locali. Obiettivi precisi, quelli fissati dalla Regione Umbria nel nuovo bando per le imprese agricole.

Sintesi bando PSR Umbria – Sottomisura 4.2

Area geografica: Umbria

Settore: agricoltura

Dotazione finanziaria: 9.435.878,56 euro

Obiettivo: tutelare la qualità dei prodotti agricoli, aumentare la competitività del settore e rafforzare i mercati locali

Beneficiari: imprese agricole

Spese ammissibili: costi per migliorare i beni immobili, acquisto di macchinari e attrezzature e spese generali

Tipo di finanziamento: contributo

Procedura di selezione: valutativa a graduatoria

Scadenza: 31 maggio 2019

Approfondimento Bando

Nuovo bando promosso dalla Regione Umbria per sostenere le imprese agricole del territorio nella trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, valorizzare la qualità degli stessi prodotti rendendoli e supportare i mercati locali. Queste le linee guida della sottomisura 4.2 “Sostegno agli investimenti per la trasformazione, commercializzazione e lo sviluppo dei prodotti agricoli”, del PSR Umbria 2014-2020.

Chi può aderire alla sottomisura 4.2 del PSR Umbria?

Possono accedere ai finanziamenti erogati dalla Regione Umbria le imprese singole o associate, che abbiano i seguenti requisiti:

  • svolgano attività di commercializzazione e trasformazione di prodotti agricoli;
  • appartengano alla categoria di PMI, micro, piccole e medie imprese;
  • al momento della presentazione della domanda abbiano sede locale in Umbria con Codice ATECO 10, 11, 12, 46.2, 46.3;
  • risultino iscritte nel Sistema Informativo Agricolo Nazionale (SIAN);
  • non siano imprese in stato di difficoltà.
Leggi anche:  Veneto, al via con i finanziamenti alle aziende agricole gestite da giovani imprenditori

Quali sono le spese ammissibili della sottomisura 4.2 del PSR Umbria?

Le spese ritenute idonee per accedere agli incentivi erogati per le imprese agricole sono quelle elencate nel Regolamento UE, n. 1305/2013. A titolo esemplificativo, ecco alcune voci:

  • costi per effettuare investimenti volti al miglioramento dei beni immobili;
  • acquisto o leasing di nuovi macchinari;
  • spese generali, come onorari di architetti, ingegneri e consulenti.

Non sono ritenute ammissibili le seguenti spese:

  • trasformazione e commercializzazione di vino;
  • acquisto di beni immobili, inclusi i terreni;
  • spese per demolizioni;
  • pagamento IVA;
  • spese di gestione come bollette per acqua, luce e telefono.

Intensità di aiuto e massimali di spesa

Ogni impresa dovrà presentare una proposta progettuale con un volume di investimenti non inferiore a 50 mila euro e non superiore al volume totale del proprio fatturato, dato presente nel bilancio sociale. In ogni caso non possono essere concessi più di tre milioni di euro di contributo per l’intero periodo di programmazione (4 milioni di euro per le cooperative/consorzi con almeno nove soci). Il sostegno è pari al 40% della spesa ammissibile per tutte le tipologie di spesa.

Come presentare la domanda di sostegno per aderire alla sottomisura 4.2 del PSR Umbria?

Per accedere ai finanziamenti messi a disposizione dalla Regione Umbria per l’agricoltura, le imprese devono inoltrare la loro domanda esclusivamente per via telematica, accedendo al Sistema Informatico Agricolo Regionale (SIAR). La scadenza del bando è prevista per il 31 maggio 2019.

Scarica il bando della sottomisura 4.2 del PSR Umbria 2014-2020.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy