Valle d’Aosta: finanziamenti ai giovani agricoltori

Contributi in conto capitale per i giovani agricoltori che effettuano investimenti

In un’era impiantata sulle innovazioni tecnologiche riuscire a trovare finanziamenti per rinnovare la propria azienda agricola rappresenta un’ottima opportunità soprattutto per i settori più in crisi. La Regione Valle d’Aosta promuove i finanziamenti per i giovani agricoltori.

A chi è rivolto?

Possono partecipare a questo bando tutti i giovani agricoltori e le società agricole nelle quali sia presente un giovane agricoltore che abbiano partecipare anche al bando per l’ avviamento di nuove imprese di giovani agricoltori operanti sul territorio della regione Valle d’Aosta, sottomisura 6.1.
I soggetti richiedenti il contributo devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere massimo 40 anni compiuti;
  • beneficiare dei contributi della sottomisura 6.1;
  • dimostrare il possesso degli immobili oggetto d’intervento;
  • essere in possesso del fascicolo aziendale aggiornato;
  • essere regolarmente iscritti presso i registri della Camera di Commercio competente nell’apposita sezione speciale dedicata al settore agricolo;
  • non essere considerati soggetti in difficoltà economica;
  • non aver ricevuto condanne penali;
  • non aver richiesto in passato finanziamenti pubblici senza aver provveduto al pagamento delle somme stabilite attraverso regolare piano di rimborso.

Di cosa si tratta?

Tutte le domande di partecipazione al bando riservato ai giovani agricoltori devono essere corredate da specifici progetti tecnici contenenti:

  • la tipologia d’intervento da realizzare;
  • una relazione tecnica degli interventi da realizzare;
  • una relazione illustrante le migliorie che si vogliono ottenere con gli interventi previsti a progetto;
  • tre preventivi diversi di spesa, con una breve relazione che illustri le motivazioni che hanno portato alla scelta di uno dei tre preventivi;
  • un cronoprogramma degli interventi da eseguire;
  • un elenco dettagliato delle singole spese da effettuare con relativi importi per ogni voce e totali.
Leggi anche:  Bando di concorso: 1929 borse di studio messe in palio dall’INPS

Gli interventi per essere ammissibili devono prevedere effettivi miglioramenti alle attività agricole.
Le spese considerate ammissibili riguardano:

  1. acquisto di macchinari ed attrezzature;
  2. interventi di manutenzione ordinaria;
  3. spese generali;
  4. spese per creare impianti di energia rinnovabile;
  5. operazioni per migliorare la trasformazione dei prodotti;
  6. spese per acquistare terreni da destinare alla coltivazione;
  7. spese per creare impianti di irrigazione e fertilizzazione dei terreni coltivati;
  8. spese per acquistare immobili rurali da destinare allo svolgimento delle attività d’impresa;
  9. investimenti di gruppo, aventi l’obiettivo di migliorare la produzione e commercializzazione dei prodotti di ogni azienda presente nell’associazione di agricoltori;
  10. spese per acquistare materiali di consumo;
  11. spese per l’acquisto di animali d’allevamento e piante inerenti lo svolgimento dell’attività d’impresa.

I finanziamenti sono concessi in conto capitale in misura variabile in base al soggetto richiedente ed alla tipologia d’intervento. Le spese sostenute per gli investimenti effettuati nel settore primario sono finanziate nella misura del 50% per le richieste provenienti da aziende in forma singola, mentre per le richieste provenienti da società agricole la percentuale sale al 60%. Tutte le spese inerenti la trasformazione e commercializzazione dei prodotti sono finanziate nella misura del 40% indipendentemente dalla tipologia di beneficiario.
Tutte le spese ammissibili devono riguardare progetti che prevedono un importo minimo di spesa ammissibile pari a 20 mila euro.

Come fare?

Per partecipare al bando promosso dalla Regione Valle d’Aosta riservato ai giovani agricoltori bisogna presentare domanda di partecipazione attraverso il portale Sian, c’è tempo fino alle ore 14:00 del 28 febbraio 2017. Le domande potranno anche essere presentate presso lo Sportello Unico dell’Assessorato agricoltura e risorse naturali aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 12:00.

Leggi anche:  Incentivi alle imprese in fase di avviamento della Regione Sicilia

Trovare finanziamenti che aiutano i giovani agricoltori ad ammodernare le aziende rilanciandole più competitivamente sul mercato è possibile, ma per addentrarsi in un settore complesso come quello dei finanziamenti pubblici è consigliabile farsi seguire da un professionista del settore.

Fonte: Bando azione 4.1.2

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook