PSR Veneto Misura 8: investimenti nello sviluppo delle aree forestali

Pubblicati i bandi del PSR Veneto relativi agli interventi 8.1.1., 8.2.1, 8.4.1 e 8.6.1: incentivi all’aumento della superficie delle aree forestali, al miglioramento di quelle esistenti e della filiera bosco-legno.

A tutti è nota l’importanza che le foreste rivestono sul nostro territorio, sia a livello biologico che economico. Per questa ragione, le politiche agricole nazionali (d’intesa con quelle europee) mirano ad incentivare l’aumento di aree forestali; purché si tratti di un’espansione controllata, e non di un’espansione naturale, dovuta al progressivo abbandono delle attività agro-pastorali.

Per questa ragione, la Regione Veneto ha approvato la Misura 8 – “Investimenti nello sviluppo delle aree forestali e miglioramento della redditività delle foreste” di cui al PSR 2014/2020, con la principale finalità di sostenere interventi per aumentare la superficie delle aree forestali e migliorare le foreste esistenti, nonché la filiera bosco-legno.

Nell’ambito della Misura 8, è stata poi data attuazione – mediate approvazione dei relativi bandi pubblici – ai seguenti interventi:

intervento 8.1.1 – Imboschimento di terreni agricoli e non agricoli: che prevede contributi alla diffusione di formazioni forestali naturaliformi e dell’arboricoltura da legno, al fine di ridurre gli effetti negativi causati dall’intensificazione dell’attività agricola;

intervento 8.2.1 – Realizzazione di sistemi silvopastorali e impianto di seminativi arborati: che prevede contributi per la creazione di fasce ecotonali e/o corridoi ecologici di transizione tra superfici agricole e neo formazioni forestali;

intervento 8.4.1 – Risanamento e ripristino delle foreste danneggiate da calamità naturali, fitopatie, infestazioni parassitarie ed eventi climatici: che prevede contributi per le attività finalizzate al ripristino dei danni biotici e abiotici delle foreste;

intervento 8.6.1 – Investimenti in tecnologie forestali e nella trasformazione, mobilitazione e commercializzazione dei prodotti agricoli: che prevede contributi per l’acquisto di attrezzature e macchinari forestali per l’utilizzo di biomasse forestali da destinare a fini energetici, nonché la realizzazione di strutture e di impianti di lavorazione, trasformazione, commercializzazione ed immagazzinamento delle medesime.

Leggi anche:  Bando Manunet, il Piemonte in difesa delle PMI: scopriamo i dettagli

A chi si rivolgono gli interventi di cui al PSR Veneto – Misura 8?

Beneficiari degli interventi sono soggetti proprietari e/o gestori di terreni agricoli e non agricoli (Micro, piccole e medie Imprese (PMI); soggetti privati; Associazioni o Consorzi di privati; Comuni o Associazioni di Comuni; Unioni Montane/Comunità Montane; Associazioni miste privati/Comuni; altre Amministrazioni pubbliche).

Requisito fondamentale è il possesso o il titolo di conduzione delle superfici oggetto dell’investimento al momento della presentazione della domanda. Inoltre le Unioni Montane/Comunità Montane che presentano domanda per conto dei Comuni devono essere in possesso di un documento con cui il Comune li delega.

Non possono presentare domanda, invece, chi possiede i terreni in comodato d’uso e chi ha già ricevuto degli aiuti di stato dichiarati illegali e non rimborsati, oltre che alle imprese in difficoltà.

Di cosa trattano gli interventi di cui al PSR Veneto – Misura 8?

  • Intervento 8.1.1 (Imboschimento)

L’intervento sostiene i seguenti investimenti:

  1. imboschimento permanente di terreni agricoli e non agricoli: costituzione di boschi permanenti con specie forestali arboree o arbustive autoctone con prevalenti finalità climatico – ambientali, protettive, paesaggistiche e sociali;
  2. imboschimento temporaneo di terreni agricoli e non agricoli: piantagioni di arboricoltura da legno pure o miste, monocicliche o policicliche, anche potenzialmente permanenti, con finalità multiple, nonché con funzione di mitigazione e di adattamento al cambiamento climatico.

Il livello di aiuto è pari all’80% della spesa ammessa. La spesa massima ammissibile è pari a 5 mila euro per ettaro di terreno. La spesa complessiva minima, invece, deve essere pari o superiore a 2, 5 mila euro, fino ad un importo massimo di 40 mila euro.

La dotazione finanziaria di cui si compone il bando ammonta a 600 mila euro.

  • Intervento 8.2.1 (sistemi silvopastorali e seminativi)
Leggi anche:  La Regione Toscana punta su giovani e start-up innovative

Esso sostiene:

  1. la realizzazione di sistemi silvopastorali su superfici già occupate da specie arboree che vengono opportunamente diradate per fare spazio all’attività agricola o zootecnica. Le specie erbacee di interesse agrario sono consociate nella stessa superficie con una o più specie arboree di interesse forestale o agrario, fornendo assortimenti legnosi (legno da opera o biomassa a uso energetico), e prodotti forestali non legnosi e prodotti agricoli o zootecnici;
  2. il recupero a fini produttivi ed ambientali di superfici già utilizzate per l’attività agricola e pastorale, colonizzate da vegetazione forestale naturale, a seguito dell’abbandono colturale.

Il livello di aiuto previsto per tale tipologia di intervento è pari all’80% della spesa ammissibile. La spesa massima ammissibile è pari a 3.100 euro per ettaro.

L’importo messo a bando ammonta a 200 mila euro. La spesa complessiva minima deve essere pari o superiore a 2 mila euro, fino ad un importo massimo di 20 mila euro.

  • Intervento 8.4.1 (ripristino delle foreste danneggiate)

Gli aiuti sono concessi in relazione a due tipologie di investimento:

  1. il ripristino del potenziale forestale compromesso da danni di origine biotica o abiotica;
  2. la stabilizzazione e il recupero di aree forestali in cui si sono verificati fenomeni di dissesto idrogeologico (frane, smottamenti, erosioni superficiali).

Il livello di aiuto è pari al 90% della spesa ammissibile. La spesa ammissibile minima deve ammontare 10 mila euro ed essere non superiore a 150 mila.

La dotazione finanziaria stanziata è pari a 2,5 milioni di euro.

  • Intervento 8.6.1 (Investimenti in tecnologie forestali)

L’intervento sostiene i seguenti investimenti: acquisto di attrezzature e macchinari forestali; realizzazione, acquisizione, ammodernamento e razionalizzazione delle strutture, dei circuiti di commercializzazione e degli impianti di lavorazione, trasformazione, commercializzazione, immagazzinamento dei prodotti legnosi; elaborazione di piani di gestione forestale.

Leggi anche:  Vivere l'Umbria: finanziamenti per servizi turistici

Il livello di aiuto è pari al 40% della spesa ammissibile. La spesa ammissibile minima deve essere pari o superiore a 15 mila euro e non superiore a 700 mila euro.

La dotazione stanziata ai fini dell’intervento ammonta a 3,5 milioni di euro.

Per tutti gli interventi sopra delineati, sono considerate ammissibili tutte le spese sostenute dal beneficiario per lavori, acquisti e spese generali (onorari di progettazione, direzione lavori e collaudo tecnico) necessarie alla corretta esecuzione degli investimenti ammessi.

Come presentare domanda per gli interventi di cui al PSR Veneto – Misura 8?

La domanda di cui agli interventi sopra delineati deve essere presentata all’Agenzia Veneta per i Pagamenti in Agricoltura (AVePA), entro i seguenti termini:

  • Intervento 8.1.1 (Imboschimento): entro il 26 agosto 2017;
  • Intervento 8.2.1 (sistemi silvopastorali e seminativi): entro il 26 agosto 2017;
  • Intervento 8.4.1 (ripristino delle foreste danneggiate): entro il 25 settembre 2017;
  • Intervento 8.6.1 (investimenti in tecnologie forestali): entro il 25 settembre 2017.

Molte le opportunità concesse con la Misura 8 e relative sottomisure ed interventi. È importante, tuttavia, leggere attentamente il bando di interesse viste le possibili differenze sussistenti in tema di beneficiari, spese ammissibili e importi finanziati, previste da ciascuna specifica tipologia di intervento.

Chiedi consulenza a un Professionista, che sappia assisterti nella preparazione della documentazione occorrente per richiedere il sostegno, ed inoltra la tua domanda!

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook