In Friuli arrivano finanziamenti per start up a fondo perduto

Stanziati 1,5 milioni di euro per progetti di creazione e consolidamento di start up innovative del settore terziario e manifatturiero, e di progetti di integrazione delle stesse start up nelle filiere produttive del territorio.

Per fronteggiare l’attuale crisi economica, è fondamentale puntare sull’elaborazione di soluzioni innovative dei diversi modelli di sviluppo presenti nel territorio, valorizzando nuovi talenti e nuove idee. Le start up e piccole imprese innovative rivestono, a tal fine, un ruolo principale, rappresentando il luogo ideale dove, ma non solo, giovani laureati e dottori di ricerca possono mettere in pratica anni di studi e muovere i primi passi all’interno del mondo del lavoro.

La Regione Friuli Venezia Giulia ha infatti deciso di puntare sul ruolo che le startup possono avere per promuovere l’innovazione sul territorio, approvando l’azione 1.4Sostegno alla creazione e al consolidamento di startup innovative ad alta intensità di applicazione di conoscenza e alle iniziative di spin off di ricerca – aree di specializzazione agroalimentare, filiere produttive strategiche, tecnologie marittime e smart health” e stanziando, a tal fine, 1,5 milioni di euro.

A chi si rivolgono i finanziamenti per start up a fondo perduto?

Possono richiedere i contributi le PMI iscritte come start up innovative nella Sezione speciale del Registro delle imprese, anche se create a seguito di una scissione aziendale (spin off), che svolgono attività concernenti le aree di specializzazione “Agroalimentare”, “Filiere produttive strategiche”, “Tecnologie marittime” e “Smart Health”, individuate nell’ambito della Strategia regionale di ricerca e innovazione per la specializzazione intelligente del Friuli Venezia Giulia (S3).

Possono richiedere i contributi anche le imprese che completano l’iscrizione nella Sezione speciale del Registro delle imprese entro 30 giorni dalla presentazione della domanda, nonché i soggetti aspiranti a costituire una PMI, da iscriversi nella Sezione speciale del Registro delle imprese entro la data di avvio del progetto.

Di cosa trattano i finanziamenti per start up a fondo perduto?

I finanziamenti offerti dal bando mirano a sostenere la creazione e il consolidamento di start up innovative, attraverso la parziale copertura delle spese di costituzione, primo impianto e dei costi per l’accesso al credito, ed attraverso l’accompagnamento dei potenziali imprenditori, anche nell’ambito degli incubatori certificati regionali: dalla concezione dell’idea imprenditoriale al suo primo sviluppo attraverso attività di formazione, coworking, sostegno operativo e manageriale; messa a disposizione di strumenti e luoghi di lavoro; previsione di momenti di contatto con potenziali investitori.

Il programma di investimenti (business plan) da presentare ai fini del contributo, deve prevedere una soglia minima di investimenti pari a 15 mila euro. L’intensità del contributo sarà pari al 50% ed erogato in regime “de minimis” relativamente alle seguenti voci di spesa:

  1. spese per la costituzione dell’impresa;
  2. acquisizione di servizi per consolidamento e primo impianto;
  3. spese relative ad operazioni di credito;
  4. spese per la promozione dell’attività d’impresa.

Alle spese per consulenze e servizi prestati anche dagli incubatori certificati regionali, l’intensità di aiuto applicabile sarà invece del 50%, in regime di esenzione.

Alle spese per investimenti relativi all’acquisto dei beni strettamente funzionali all’esercizio dell’attività produttiva, l’intensità di aiuto applicabile sarà del 50% nel caso in cui l’impresa opti per il regime de minimis; diversamente, sarà del 10% per le medie imprese e del 20% per le piccole imprese nel caso cui l’impresa opti per il regime in esenzione.

Come presentare domanda per i finanziamenti per start up a fondo perduto?

Le domande devono essere presentate attraverso il sistema telematico FEG entro il 28 febbraio 2018.

I contributi verranno concessi entro 120 giorni dalla chiusura dei termini di presentazione delle domande con procedimento valutativo a graduatoria.

Il bando qui delineato offre un’importante opportunità di finanziamento per tutte le start up che necessitano di liquidità per la loro costituzione e sviluppo, se il bando fa al caso tuo consulta un professionista e inoltra la domanda.

Approfondisci il bando finanziamenti per start up a fondo perduto.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattarci





[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy