Contributi a fondo perduto per le PMI del Lazio con il bando internazionalizzazione

Con i fondi del bando Internazionalizzazione la Regione Lazio offre un’occasione di crescita alle PMI del territorio

L’Italia, a differenza degli altri paesi europei, accoglie sul proprio territorio un alto numero di piccole e medie imprese (PMI); queste, soprattutto dopo l’entrata dell’Italia nell’Unione Europea, hanno dovuto lottare per sopravvivere in un contesto molto competitivo in cui le imprese di grandi dimensioni hanno potuto sfruttare una maggiore capacità di accesso al credito. La crisi economica ha accentuato queste difficoltà e le conseguenze sono state drastiche soprattutto per le economie regionali.

La Regione Lazio prova a reagire alla crisi sostenendo le PMI presenti sul proprio territorio: lo fa con un bando di contributi a fondo perduto creato per sostenere la realizzazione di progetti di internazionalizzazione come attività di cooperazione industriale, commerciale e di esportazione, attività promozionali e fieristiche, acquisizione di servizi specialistici per l’internazionalizzazione, interventi per sostenere la qualità e tipicità dei prodotti e servizi regionali sui mercati esteri.

A chi si rivolge?

Il “Bando internazionalizzazione della Regione Lazio” si rivolge alle PMI sia in forma singola che in forma aggregata temporanea (ovvero, le imprese – se vogliono – possono unirsi per partecipare al bando). Le imprese che intendono partecipare devono rispettare determinati requisiti:

  • essere iscritte al Registro delle Imprese o, nel caso di professionisti, essere possessori di partita iva;
  • operare nei settori previsti dal bando;
  • non trovarsi in stato di fallimento, insolvenza, liquidazione coatta o nella condizione di “impresa in difficoltà”;
  • essere in possesso di adeguati requisiti amministrativi, operativi e finanziari rispetto al progetto che si vuole realizzare;
  • non avere sanzioni che comportano l’impossibilità di ottenere fondi dalla pubblica amministrazione;
  • non avere rappresentanti legali, membri della direzione o del comitato di vigilanza che abbiano riportato condanne;
  • possedere almeno una sede operativa nella regione;
  • essere in regola con i contributi.
Leggi anche:  Regione Lombardia: come accedere al sostegno economico per le imprese locali affacciate nei mercati internazionali

In cosa consiste?

L’obiettivo del bando è concedere contributi a fondo perduto per progetti di internazionalizzazione di PMI che siano rappresentative dei settori economici regionali; le attività delle PMI devono preferibilmente ricadere nell’area della Smart Specialist Strategy (S3), ossia nell’area di specializzazione territoriale; per il Lazio, le attività comprese in quest’area sono aerospazio, scienze della vita, beni culturali e tecnologie della cultura, industrie creative digitali, agrifood, green economy e sicurezza.

I fondi messi a disposizione ammontano a 5 milioni di euro, di cui 4 derivanti dalle risorse del POR FESR 2014-2020 e 1 milioni dal bilancio regionale.

Il contributo a fondo perduto è rapportato alle spese ammissibili dei progetti presentati, nello specifico rappresenta:

  • per le PMI in forma singola, il 40% delle spese ammissibili per un massimo di 100 mila euro;
  • per le aggregazioni temporanee il 50% delle spese ammissibili per un massimo di 150 mila euro per singola PMI partner e 250 mila per l’intero progetto.

Tra le spese ammissibili troviamo:

  • costi per godimento di beni terzi: affitto dello spazio espositivo a fiere e saloni internazionali, noleggio e allestimento di stand;
  • costi di produzione: trasporti, noleggio di attrezzature, realizzazione di materiale informativo, servizio di traduzione;
  • servizi di consulenza: creazione di siti web, attività di web marketing, pubblicità sui mercati esteri, consulenze varie;
  • investimenti materiale e immateriali: adeguamento dei sistemi aziendali necessari alla realizzazione del progetto, installazione di reti e impianti, acquisto di software e applicativi necessari al progetto;
  • costi per il personale dipendente: personale utilizzato per dimostrazioni promozionali, personale impiegato presso l’unità estera temporanea.

Come si presenta la domanda?

La domanda per accedere ai fondi del “Bando Internazionalizzazione della Regione Lazio”, può essere presentata dalle ore 12.00 del 14 febbraio 2017. Lo sportello per presentare la domanda sarà attivo fino al raggiungimento della quota di 9 milioni di euro.

Leggi anche:  Psr Campania sottomisura 6.1.1: 50 mila euro per il primo insediamento come capo di azienda agricola

Le domande devo essere presentate esclusivamente attraverso la piattaforma GeCoWEB; terminata la compilazione della richiesta e dei vari allegati verrà assegnato un numero di protocollo automatico – che rappresenterà la data di presentazione della domanda – e verranno automaticamente generati sia il file della domanda che la dichiarazione del possesso dei requisiti. Questi documenti, che rappresentano il “Dossier di Richiesta”, dovranno essere firmati digitalmente dal legale rappresentante e inviati tramite PEC all’indirizzo incentivi@pec.lazioinnova.it entro 10 giorni dalla data di presentazione della richiesta.

Le PMI presenti nel territorio laziale sono davvero molte e il “Bando internazionalizzazione della Regione Lazio” rappresenta un’occasione irripetibile per tutte quelle realtà che vogliono iniziare a crescere oltre confine; per poter accedere ai benefici è necessario includere una serie di documenti tra cui bilanci, situazione economica e patrimoniale, ed è necessario che il Dossier di Richiesta rispetti forma e contenuti ben definiti: nel caso ciò non avvenga il soggetto verrà immediatamente escluso. E allora, se si vuole ottenere il contributo, il consiglio è: rivolgetevi a un professionista del settore.

Fonte: Bando Internazionalizzazione delle imprese

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook