Incentivi per attività extra-agricole della Regione Marche con la misura 6.4 del PSR Marche

Pubblicati i bandi agricoltura e con essi la possibilità di ottenere agevolazioni agli investimenti nel settore agriturismo, servizi sociali e trasformazione/commercializzazione dei prodotti.

Al fine di rinnovare il settore agricolo, in termini sia di ringiovanimento della classe imprenditoriale che di sviluppo di nuovi filoni di attività nelle aziende agricole, la Regione Marche ha approvato il bando di accesso ai contributi relativo al PSR Marche 2014–2020Sottomisura 6.4., “Sostegno a investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra–agricole”.

Più in dettaglio, la Sottomisura 6.4 si articola in varie azioni (con relativi bandi di accesso agli incentivi), volte a sviluppare o migliorare: la capacità di accoglienza turistica da parte delle aziende agricole; le produzioni in punti vendita anche extra aziendali; gli interventi di sviluppo di servizi di tipo sociale in senso ampio (educativo-didattico, socio-assistenziale, socio-sanitario) erogati dalle aziende agricole a favore della comunità in cui operano.

Segnaliamo, pertanto, la pubblicazione dei bandi relativi alle seguenti Azioni:

  • Operazione A) Azione 1 – AGRITURISMO: sviluppo di attività non agricole nel settore dell’agriturismo;
  • Operazione A) Azione 2 – AGRICOLTURA SOCIALE: sviluppo di attività non agricole nel settore dei servizi sociali. Servizio 1: Servizi Educativi e didattici – Agrinido di Qualità della Regione Marche;
  • Operazione A) Azione 2 – AGRICOLTURA SOCIALE: sviluppo di attività non agricole nel settore dei servizi sociali. Servizio 2: Servizi Sociali e assistenziali – Laboratorio di Longevità Attiva in ambito rurale della Regione Marche;
  • Operazione A) Azione 4 – TRASFORMAZIONE E COMMERCIALIZZAZIONE di prodotti allegato 1 al Trattato solo come input.

A chi si rivolgono gli incentivi Regione Marche di cui al PSR?

I beneficiari degli incentivi della Regione Marche sono gli imprenditori agricoli. In relazione all’Azione 4 (trasformazione e commercializzazione di prodotti) sono ammessi anche i loro coadiuvanti singoli o associati, rientranti per dimensione nella definizione di micro o piccola impresa.

Di cosa trattano gli incentivi di cui al PSR Marche?

  1. Azione 1) – Agriturismo.

Attraverso il bando agriturismo la Regione Marche intende sviluppare, accrescere e consolidare l’offerta dei “saperi” che il mondo rurale è in grado di proporre, quali ad esempio la cultura enogastronomica regionale, soprattutto attraverso la produzione di qualità, le bellezze ambientali del territorio, il patrimonio storico ed architettonico locale.

Gli incentivi previsti dal presente bando vengono erogati a supporto di investimenti finalizzati e funzionali all’esercizio dell’agriturismo che facciano riferimento alla trasformazione di locali o di edifici esistenti sul fondo da destinare alla fornitura di servizi di ospitalità e di somministrazione alimenti e bevande, o alla fornitura di attività o servizi complementari, o – ancora – alla realizzazione di strutture sportive, ricreative o didattiche.

La dotazione finanziaria ammonta ad 1 milione 500 mila euro.

  1. Azione 2 – Agricoltura Sociale. Servizio 1: Agrinido di Qualità

Con il bando agricoltura sociale Agrinido, la Regione Marche persegue lo sviluppo della multifunzionalità aziendale, attraverso investimenti finalizzati alle erogazioni di servizi per la propria comunità.

In particolare con gli investimenti nel settore dei Servizi educativi si intende sviluppare, accrescere e consolidare l’offerta del “Modello di Agrinido di Qualità della Regione Marche”, che costituisce un esempio di innovazione sia aziendale sia pedagogica, con l’obiettivo di far riscoprire ai bambini il “ritorno alla terra”.

Leggi anche:  PSR Veneto sottomisura 10.1 sostegno agli agricoltori per l’adesione a tecniche colturali e irrigue sostenibili

La dotazione finanziaria posta a supporto del bando ammonta a 500 mila euro.

  1. Operazione A) Azione 2 – Agricoltura Sociale. Servizio 2: Laboratorio di Longevità Attiva in ambito rurale

Con questo bando agricoltura, similmente a quanto visto poc’anzi in relazione all’Agrinido di qualità, si intende sviluppare e consolidare l’offerta del “Modello del Laboratorio di Longevità attiva in ambito rurale della Regione Marche”, con l’obiettivo di perseguire finalità di benessere psico–fisico della popolazione anziana, consistenti nell’aumento dell’autostima, nel miglioramento delle abilità cognitive, percettive, motorie e sociali ai fini del recupero e del mantenimento dell’autonomia e dell’indipendenza.

La dotazione messa a supporto dell’azione è pari a 500 mila euro.

  1. Azione 4 – Trasformazione e commercializzazione di prodotti 

Con questo ultimo bando, la Regione Marche mira a sostenere gli investimenti che prevedono la trasformazione e la commercializzazione di prodotti il cui prodotto finale della lavorazione non è ricompreso nell’Allegato I del Trattato che istituisce la Comunità Europea, al fine di promuovere e favorire la diversificazione delle attività dell’azienda agricola attraverso lo sviluppo di nuovi settori e nuovi prodotti, nonché di incoraggiare l’avvio di nuove attività economiche anche da parte di familiari degli imprenditori agricoli.

La dotazione finanziaria per il bando della presente misura è pari ad 1 milione 500 mila euro.

L’entità massima di aiuto che è possibile riconoscere per tutte le diverse tipologie di intervento sopra delineate è pari a 200 mila euro, che verrà erogato in conto capitale, secondo il regime de minimis. A tal fine, sono ammissibili a contributo i seguenti investimenti:

  1. opere edili di recupero dei fabbricati aziendali esistenti;
  2. realizzazione e/o adeguamento degli impianti tecnologici (termico – idrosanitario – elettrico etc.);
  3. sistemazione e messa in sicurezza;
  4. acquisto di dotazioni strumentali (arredi ed attrezzature).
Leggi anche:  Quali sono le Aree rurali del PSR Friuli Venezia Giulia?

L’intensità dell’aiuto erogabile varia a seconda della tipologia del beneficiario (se trattasi di agricoltore in zone montane o agricoltore in altre zone) ed in base alla tipologia di investimento.

Come presentare domanda per gli incentivi del PSR Marche?

Per tutti i bandi contributi qui delineati, la domanda dovrà essere presentata per via telematica, attraverso il portale SIAR, entro il 31 ottobre 2017 (qui il comunicato ufficiale di proroga relativa alla presentazione delle domande).

Le opportunità sono tante, così come le procedure da seguire e i documenti da allegare. Si consiglia, per tale ragione, una lettura attenta del bando di proprio interesse, viste le differenze in tema di spese ammissibili e di intensità del contributo erogabile tra i diversi bandi qui delineati.

Chiedi, pertanto, aiuto ad un Professionista per individuare l’intervento più adatto alla tua attività, preparare il tuo progetto di investimenti e presenta la tua domanda!