Lombardia, Bando Intraprendo 2017: dal 4 ottobre riaperto lo sportello per le domande

Contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati a sostegno dell’avvio e/o sviluppo di startup e professionisti. Benefici aggiuntivi a giovani imprenditori/professionisti under 35 e agli over 50, usciti dal mondo del lavoro.

Stimolare la ripresa economica e creare posti di lavoro: questo uno tra gli obiettivi prioritari che il nostro Paese deve raggiungere. Anno dopo anno, in Italia abbiamo visto crescere la cultura dell’imprenditorialità come ricetta anticrisi, e prender piede sempre più interventi pubblici volti ad aiutare i nostri giovani talenti e a rafforzare la competitività delle nostre piccole e medie imprese, spesso sbaragliate dalle grandi multinazionali.

Segnaliamo, allora, ai nostri lettori che dal 4 ottobre in Lombardia riparte il bando Intraprendo 2017: l’iniziativa regionale di supporto alla nascita di nuove imprese e attività professionali, con particolare attenzione alle iniziative intraprese da under 35 o da over 50, senza lavoro, o da imprese dotate di elevata innovatività.
A partire dalle ore 12:00 del 4 ottobre 2017, lo sportello per la presentazione delle domande di agevolazione verrà riaperto, dopo lo stop disposto il 13 gennaio 2017.

Le risorse stanziate ammontano a poco più di 7 milioni di euro, derivanti dalle disponibilità residue della prima finestra e dalle somme liberate a seguito di rinunce. Le domande, tuttavia, saranno raccolte fino al raggiungimento di un importo aggiuntivo pari al 20% della predetta dotazione finanziaria, e quindi per oltre 8,4 milioni di euro.

A chi si rivolge il bando Intraprendo 2017?

Possono presentare domanda di contributo:

  • micro, piccole e medie imprese iscritte e attive al Registro delle Imprese da non più di 2 anni dalla presentazione della domanda;
  • liberi professionisti in forma singola che abbiano avviato la propria attività da non più di 2 anni dalla presentazione della domanda;
  • aspiranti imprenditori e aspiranti liberi professionisti, che si impegnino ad avviare la propria attività entro 90 giorni dalla concessione del contributo.
Leggi anche:  Regione Veneto: contributi alle start up innovative del territorio

Sono ammissibili solo interventi ubicati in Lombardia.

Di cosa tratta il bando Intraprendo 2017?

Con l’intervento che qui si delinea, la Regione Lombardia intende favorire la nascita e lo sviluppo di nuove iniziative imprenditoriali o professionali, accrescendone le opportunità per la loro affermazione sul mercato. Verranno, a tal fine, finanziati progetti di avvio e/o sviluppo di MPMI e progetti di avvio e/o sviluppo di attività di lavoro libero-professionale (in forma singola), che abbiano ricevuto uno o più endorsement, ossia una dichiarazione a supporto della qualità dell’idea imprenditoriale/professionale oggetto della domanda. L’endorsement viene rilasciato da soggetti istituzionali o riconosciuti, quali associazioni di categoria, Camere di Commercio, incubatori pubblici o privati certificati, banche, etc.

Sono considerate ammissibili a contributo le seguenti spese:

  • nuovo personale contrattualizzato dalla data di accettazione della domanda (massimo 30% delle spese ammissibili);
  • acquisto di beni strumentali nuovi o usati o noleggio dei medesimi;
  • acquisto di beni immateriali (marchi e brevetti, licenze di produzione di know how, costi di prototipazione);
  • licenze software (massimo 20% delle spese ammissibili);
  • affitto locali fino ad un massimo di dodici mensilità di canone di locazione;
  • servizi di consulenza non riferiti all’ordinaria amministrazione (massimo 25% delle spese totali ammissibili);
  • scorte (massimo 10% delle spese totali ammissibili);
  • spese generali forfettarie per un massimo del 15% delle spese di personale ammissibili.

Ai fini di accesso all’agevolazione, le spese ammissibili dovranno essere pari ad almeno 41,7 mila euro e non superiori a 65 mila euro. L’intensità del contributo erogabile è pari al 60% delle spese ammissibili. Sarà tuttavia pari al 65%, se il progetto:

  • è presentato da giovani sotto i 35 anni di età;
  • è presentato da soggetti usciti dal mondo del lavoro che abbiano più di 50 anni;
  • si caratterizza per elevata innovatività.
Leggi anche:  Bando Isi Inail 2015: al via il click day

L’agevolazione viene erogata sotto forma di finanziamento agevolato (per il 90% dell’aiuto) e di contributo a fondo perduto (per il restante 10%). Il finanziamento è a tasso 0 con rimborso compreso tra 3 e 7 anni e un pre-ammortamento massimo di 18 mesi. Per la concessione del finanziamento potrebbe essere necessario prestare fideiussione bancaria o confido.

L’erogazione del contributo agli assegnatari avverrà in due tranches: una prima parte pari al 50% come anticipo e la restante a saldo.

Come presentare domanda per il bando Intraprendo 2017?

La richiesta di contributo dovrà essere presentata online attraverso il sistema informativo SiAGE, a partire dalle ore 12:00 del 4 di ottobre. Trattandosi di una procedura a Sportello, le richieste verranno valutate in base all’ordine cronologico di presentazione, fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Se intendi avviare una nuova attività imprenditoriale o professionale, o più semplicemente rafforzarne la sua presenza nel mercato, i contributi messi a bando dalla Regione Lombardia rappresentano un’occasione da non lasciarsi sfuggire.

Richiedi la consulenza di un professionista ed affrettati a preparare il tuo progetto di avvio e/o sviluppo. I termini per la presentazione delle richieste di agevolazione sono già aperti.

Approfondisci il bando.

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook