Contributi all’internazionalizzazione delle PMI pugliesi con il bando voucher fiere 2018-2019

Fino a 9 mila euro di contributi a fondo perduto (voucher) in favore delle piccole imprese che intendano partecipare, in qualità di espositore, a fiere internazionali sia in Italia che all’estero.

Sintesi bando voucher Fiere 2018-2019

Area geografica: Puglia

Settore: imprese

Dotazione finanziaria: 5 milioni di euro

Obiettivo: favorire l’internazionalizzazione delle imprese

Beneficiari: imprese

Spese ammissibili: costi di partecipazione a fiere internazionali

Tipo di finanziamento: contributo a fondo perduto (voucher)

Procedura di selezione: valutativa a sportello

Scadenza: non specificata

Approfondimento Bando

Con questo bando, la Regione Puglia, in collaborazione con Unioncamere Puglia, intende sostenere le strategie di esportazione e di promozione internazionale delle Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) pugliesi, a tal fine favorendo una maggiore partecipazione delle stesse a eventi fieristici internazionali, sia in Italia che all’estero, attraverso la concessione di contributi a fondo perduto sotto forma di voucher.

A chi si rivolge il bando voucher Fiere 2018-2019?

Possono presentare richiesta di contributi, in forma singola o associata, le micro e le PMI che svolgano le proprie attività, principali o secondarie, in uno dei seguenti settori:

  • il settore manifatturiero (codice Ateco 2007 lett. C);
  • il settore della fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (codice Ateco 2007 lett. D);
  • il settore della raccolta, trattamento e fornitura di acqua, gestione delle reti fognarie, attività di trattamento dei rifiuti e recupero dei materiali (codice Ateco 2007 lett. E);
  • il settore delle costruzioni (codice Ateco 2007 lett. F);
  • i settori di servizi alle imprese (codice Ateco 2007: H 52 Magazzinaggio e attività di supporto ai trasporti; J 58 Attività editoriali; J 59 Attività di produzione, post-produzione e distribuzione cinematografica, di video, di programmi televisivi, di registrazioni musicali e sonore; J 62 Produzione di software, consulenza informatica e attività connesse; J 63 Attività dei servizi d’informazione ed altri servizi informatici; M 71 Attività degli studi di architettura e d’ingegneria; M 74.1 Attività di design specializzate; M 74.2 Attività fotografiche; R 90.01 Rappresentazioni artistiche; R 90.02 Attività di supporto alle rappresentazioni artistiche).
Leggi anche:  Piemonte e agricoltura, nuovi contributi per le aziende con l’operazione 4.1.1 del PSR

Quali sono le spese ammissibili al bando voucher Fiere 2018-2019?

Sono ammesse a contributo le spese connesse, in qualità di espositore, con la partecipazione a eventi fieristici internazionali, quali:

  • affitto, da enti fieristici o soggetti legittimati dagli stessi mediante contratto, degli spazi espositivi (compresi eventuali costi di iscrizione, oneri e diritti fissi in base al regolamento della manifestazione fieristica);
  • servizi di allestimento e manutenzione degli spazi espositivi;
  • costi di inserimento nel catalogo della manifestazione fieristica;
  • servizi di hostess e di interpretariato;
  • spese di spedizione dei materiali promozionali ed informativi e prodotti da esporre (limitatamente ai campioni da esposizione);
  • spese di estensione internazionale del marchio apposito per la promozione di prodotti e servizi nei mercati esteri.

In caso di partecipazione a manifestazioni fieristiche internazionali in Italia la relativa fiera deve essere ricompresa nell’elenco pubblicato sul sito www.calendariofiereinternazionali.it.

Intensità di aiuto e massimali di spesa

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto sotto forma di voucher, a parziale copertura dei costi di partecipazione alle fiere internazionali e fino alla concorrenza del 50% delle spese ammissibili, per l’importo massimo concedibile di:

  • 6 mila euro per fiere internazionali in Paesi Europei, compresa l’Italia;
  • 9 mila euro per le fiere internazionali in Paesi extra-europei.

Ciascuna impresa potrà beneficiare al massimo di n. 2 voucher, per la partecipazione a due differenti manifestazioni, dietro presentazione di due distinte domande.

Come fare per partecipare al bando voucher Fiere 2018-2019?

La domanda di contributi dovrà essere inviata a mezzo Posta Elettronica Certificata (PEC), all’indirizzo [email protected]pec.rupar.puglia.it, utilizzando l’apposito modulo allegato al bando (Allegato 2).

Leggi il bando voucher fiere per l’internazionalizzazione delle PMI della Regione Puglia.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy