Finanziamenti start up Umbria: promuovere l’innovazione attraverso la Ricerca e Sviluppo

Così la Regione Umbria mira a sostenere la creazione di start up innovative e a promuovere la valorizzazione economica dei risultati di Ricerca e Sviluppo anche attraverso processi di spin off aziendale/accademico.

Un paese o un territorio che possa contare sulla presenza di start-up innovative di successo e ad alta intensità di conoscenza registra, il più delle volte, nuova ricchezza e occupazione. Le idee di pochi infatti, anche quando la conoscenza venga “privatizzata” attraverso i diritti di proprietà intellettuale, possono generare benefici per molti, cittadini e istituzioni.

Proprio al fine di contribuire a favorire l’aumento di una cultura imprenditoriale, con particolare riguardo ai settori knowledge intensive, la Regione Umbria ha recentemente attivato l’azione 1.3.1 “Sostegno alla creazione e al consolidamento di start-up innovative ad alta intensità di applicazione di conoscenza e alle iniziative di spin-off della ricerca”.

Più in dettaglio, attraverso tale intervento – con 1,3 milioni di euro di risorse stanziate – la Regione mira a sostenere la creazione di start up innovative ad alta intensità di applicazione di conoscenza, nonché la creazione di appositi soggetti giuridici che abbiano come specifica finalità la valorizzazione economica dei risultati della ricerca e/o dello sviluppo di nuovi prodotti, processi e servizi ad alto contenuto innovativo (c.d. spin off).

A chi si rivolgono i finanziamenti per le start up dell’Umbria?

Possono presentare domanda di contributo le PMI costituite da non più di 4 anni sotto forma di società di capitali e le società di capitali tra professionisti, iscritte al registro delle imprese con codice ATECO compreso tra quelli descritti nell’allegato 4 che si configurino quali:

  • start-up ad alto contenuto tecnologico: società di nuova creazione caratterizzate dalla presenza di processi produttivi altamente tecnologici e innovativi in termini di output o in termini di fattori di produzione, compresa l’utilizzazione di brevetti e opere dell’ingegno riconosciute in ambito nazionale e internazionale;
  • spin-off aziendali: nuova unità economica costituita da alcuni soggetti che provengono da un’impresa esistente, che si distingue per il grado di innovatività;
  • spin-off accademici ad elevate competenze scientifiche: nuova unità economica caratterizzata dalla presenza di processi produttivi altamente tecnologici e innovativi in termini di output o di fattori della produzione o che siano stati riconosciuti come tali nell’ambito degli appositi regolamenti emanati dall’Ateneo di provenienza;
  • incubatori certificati, che offrono servizi per sostenere la nascita e lo sviluppo delle start-up innovative.
Leggi anche:  Fondi Feamp: bandi europei a sostegno della pesca

Di cosa tratta l’azione 1.3.1 del POR FESR Umbria?

Per essere ammessi al finanziamento, i progetti presentati dalle imprese dovranno essere altamente innovativi, tecnicamente ed economicamente validi e fattibili, assicurare l’equilibrio finanziario dell’impresa ed, infine, essere pertinenti con gli ambiti prioritari della Strategia di Specializzazione Intelligente regionale RIS3 (ambiti prioritari indicati analiticamente nell’Allegato 5 all’Avviso).

L’ammontare complessivo delle spese ammissibili non può essere inferiore a 30 mila euro e né superiore a 500 mila. Le spese dovranno riferirsi, in particolare, alle seguenti tipologie di interventi (da attuare a partire dal giorno successivo all’invio della domanda):

  • spese di affitto dei laboratori e della sede operativa dell’impresa in cui viene effettuato l’investimento fino ad un massimo di 12 mila euro annui e solo per un massimo di 12 mesi a partire dal mese di presentazione della domanda;
  • spese per l’acquisto di macchinari, attrezzature, impianti hardware e software di stretta pertinenza dell’attività produttiva dell’impresa;
  • spese per l’acquisto o per la locazione finanziaria di attrezzature scientifiche e di laboratorio;
  • acquisto di brevetti già registrati;
  • spese finalizzate alla partecipazione a fiere, eventi, prima campagna pubblicitaria e realizzazione del logo aziendale (per un massimo di 10 mila euro);
  • spese per consulenze esterne specialistiche, calcolate in termini di giornate/uomo secondo diversi importi massimi a seconda degli anni di esperienza del professionista incaricato;
  • spese per consulenze e/o accordi di collaborazione rese da istituti universitari e centri di ricerca pubblici. L’importo minimo ammissibile di tale voce di spesa deve essere pari al 10% del costo totale del progetto ammesso;
  • spese connesse allo sviluppo sperimentale di un brevetto/prototipo/servizio, sostenute tramite una struttura esterna all’azienda beneficiaria del contributo;
  • costo del personale dipendente e spese per materiali sostenute direttamente dall’azienda beneficiaria per lo sviluppo sperimentale di un brevetto/prototipo/servizio.
Leggi anche:  Normative E-commerce: le regole per muoversi senza sorprese

L’agevolazione, erogata in regime “de minimis”, consiste in un contributo a fondo perduto (in conto impianti e/o in conto esercizio) pari al 40% della spesa ritenuta ammissibile.

Come presentare domanda per i finanziamenti alle start up dell’Umbria?

Le domande si possono già inviare; lo si può fare esclusivamente per via telematica entro il 29 giugno 2018. Terminata la compilazione, l’impresa dovrà poi trasmettere la domanda definitiva sempre entro il 29 giugno 2018.

I contributi messi a bando dalla Regione Umbria rappresentano certamente una buona opportunità di ricerca e di sviluppo di nuovi prodotti o servizi innovativi. Non farti cogliere impreparato e presenta il tuo progetto di investimenti, valutando l’opportunità di farti assistere da un Professionista nella delicata fase di presentazione della richiesta.

Approfondisci il bando Azione 1.3.1 POR FESR Umbria.

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook