PSR Sicilia sottomisura 8.1: agevolazioni per l’imboschimento di terreni agricoli e non

Contributi a fondo perduto per chi impianta nuovi boschi, per finalità climatico-ambientali o produttive, e per chi s’impegna alla loro manutenzione. Domande a partire dal 1 giugno.

Una lungimirante gestione del territorio non può non occuparsi dello sviluppo dell’imboschimento, rappresentando una condizione imprescindibile per l’equilibrio idrogeologico ed ambientale del territorio, oltre che un’opportunità alternativa di sviluppo per l’agricoltura.

Ecco perché esso rientra tra gli obiettivi ambientali e sociali del programma di sviluppo rurale (PSR), per la cui attuazione è stato recentemente pubblicato il bando pubblico relativo alla Sottomisura 8.1, denominata “Sostegno alla forestazione e all’imboschimento”.

Con la predetta sottomisura, la Regione Sicilia mira a favorire l’imboschimento di terreni agricoli e non agricoli allo scopo di contribuire alla mitigazione dei cambiamenti climatici, alla difesa del territorio e del suolo, alla prevenzione dei rischi naturali, alla depurazione e regimentazione delle acque ed alla tutela e conservazione della biodiversità.

A chi si rivolge la sottomisura 8.1 del PSR Sicilia?

Possono richiedere le agevolazioni i proprietari, possessori e/o titolari, pubblici e privati, della gestione della superficie interessata dall’impegno e loro Associazioni.

Nel caso di terreni demaniali, il sostegno sarà concesso solo se il gestore è un ente privato o un Comune.

Gli interventi possono riguardare le aree a destinazione agricola o quelle diversamente impiegate, situate su tutto il territorio regionale. Particolari regole sono poste a tutela delle aree di pregio ambientale ed agricolo (ad esempio siti della rete Natura 2000 ) e sono escluse le aree con speciale tutela (calanchi, torbiere, aree umide).

Di cosa tratta la sottomisura 8.1 del PSR Sicilia?

La sottomisura 8.1 si articola, in particolare, in due diverse tipologie di intervento, aventi ad oggetto:

  • l’impianto di nuovi boschi (permanenti, seminaturali o naturaliformi) con finalità principalmente climatico-ambientali, o di piantagioni legnose con finalità principalmente produttive (legname e prodotti forestali non legnosi);
  • la manutenzione dei nuovi imboschimenti, mediante l’erogazione di un aiuto annuale a copertura dei costi sostenuti, o il pagamento del mancato reddito agricolo conseguente alla conversione di un terreno in precedenza oggetto di seminatura.
Leggi anche:  Aiuti allo sviluppo delle filiere agroalimentari con il PSR Regione Lombardia 2014/2020

Le specie da impiantare devono essere scelte tra quelle indicate dal Piano Forestale Regionale. Per gli impianti a finalità produttiva, oltre a quelle indicate nel Piano Forestale, potranno essere ammesse altre specie da produzione legnosa se preventivamente approvate dall’Autorità Ambientale competente.

Per gli impianti con finalità climatico-ambientali, invece, le specie utilizzate devono essere autoctone, tipiche dell’ecosistema interessato. Inoltre, qualora il terreno presenti una superficie superiore a 10 ettari, l’impianto dovrà riguardare una mescolanza di specie arboree, costituita per almeno il 75% da latifoglie e per la restante parte da un minimo di tre specie o varietà arboree. Sono ammesse deroghe, in caso di oggettive difficoltà nel rispettare il rapporto tra le specie sopra descritto.

Le spese ammissibili a contributo sono le seguenti:

  1. spese connesse alla realizzazione degli interventi (es. costi d’impianto, acquisto del materiale vegetale, arboreo e arbustivo, acquisto o noleggio di attrezzature, etc.) nella misura massima del 35% del costo totale, al netto delle spese generali.
  2. spese per la redazione del Piano di Gestione Forestale (se obbligatorio), nella misura variabile dall’1 al 2%, a seconda della superficie del terreno;
  3. spese generali, compresi i costi di progettazione e direzione lavori (es. onorari di professionisti e/o consulenti), nella misura massima del 12%.

La spesa massima ammissibile, al netto delle spese generali e di IVA, deve essere inferiore a 9,5 mila euro per ettaro, per i boschi con finalità climatico-ambientali, ed inferiore a 7,5 mila euro per i boschi con finalità produttive. In ogni caso, la spesa massima ammissibile per progetto è di 200 mila euro. Per gli Enti Pubblici il costo massimo dell’intervento non può superare invece la somma di 1 milione di euro.

Leggi anche:  Aperte le domande per i finanziamenti ISI INAIL 2017

Gli aiuti saranno erogati sotto forma di contributi in conto capitale. Ai fini della determinazione e liquidazione del sostegno saranno considerate ammissibili le spese effettivamente sostenute. Il sostegno all’impianto sarà dato nella misura del 100% nel caso di investimenti protettivi e nella misura del 70% nel caso di impianti produttivi.

Come presentare domanda per il PSR Sicilia misura 8.1?

Le domande di partecipazione al bando, potranno essere caricate sul SIAN a partire dal 1 giugno 2017 e sino al 19 ottobre 2017.

La domanda in forma cartacea, costituita dalla stampa della domanda rilasciata dal portale SIAN, sottoscritta dal soggetto richiedente o dal legale rappresentante, deve essere presentata (a mezzo raccomandata, corriere o a mano) in duplice copia entro 15 giorni dal rilascio, presso gli Uffici Servizi per il Territorio del Dipartimento Regionale dello Sviluppo Rurale e Territoriale (UST) competenti per territorio, completa di tutta la documentazione richiesta, pena l’inammissibilità della stessa. Nel caso di istanze che prevedano la realizzazione di interventi ricadenti in diverse province, la domanda deve essere presentata presso l’UST ove ricade più del 50% della superficie aziendale.

Approfitta del contributo concesso dalla Regione Sicilia e presenta il tuo progetto di imboschimento dei territori siciliani. Oltre a trarne un’utile economico per l’attività prestata, contribuirai allo sviluppo e alla sana gestione del territorio. Il nostro consiglio è quello di rivolgerti a un Professionista, che ti assista nello studio approfondito del bando e nella preparazione della documentazione necessaria da allegare alla tua domanda di sostegno.

Qui è possibile scaricare le Disposizioni attuative della sottomisura 8.1 (PSR) a sostegno alla forestazione e all’imboschimento.

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook