Concorso pubblico INPS 2017, ecco cosa prevede la procedura

A comunicarlo è stato lo stesso presidente INPS Tito Boeri.

Non succedeva da 10 anni. Arriva finalmente dopo tante attese, il nuovo maxi concorso INPS con 365 posti nei ruoli del personale dell’’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale.

Il concorso è stato indetto per migliorare le prestazioni e i servizi tra cui la gestione dell’incentivo all’assunzione di disabili e del part time agevolato per i dipendenti del settore privato, i nuovi incentivi per l’assunzione dei lavoratori iscritti nelle liste di mobilità, il bonus mamma e bebè, l’Ape sociale e volontaria e molto altro. I posti di lavoro a quanto pare potrebbero aumentare a 1000 presso i Ministeri competenti.

Dove: tutta Italia

Requisiti:

  • certificazione – in corso di validità – di conoscenza della lingua inglese, pari almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di riferimento, rilasciata da uno degli enti certificatori riconosciuti;
  • cittadinanza italiana o cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione Europea;
  • non essere stato destituito, dispensato o licenziato dall’impiego presso una pubblica amministrazione e di non essere stato dichiarato decaduto da altro impiego pubblico né di essere stato interdetto dai pubblici uffici ai sensi della vigente normativa in materia;
  • non aver riportato condanne penali o averne di ingiudicati o pendenti;
  • idoneità fisica all’impiego;
  • godere dei diritti civili e politici;
  • essere in regola nei confronti degli obblighi di leva.

Titolo di studio:

  • Laurea Magistrale/specialistica in: Scienze dell’economia, Scienze economico-aziendali, Ingegneria gestionale, Scienze dell’amministrazione, Giurisprudenza, Teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica
  • diploma di laurea secondo il “vecchio ordinamento” corrispondente ad una delle predette lauree magistrali ai sensi del decreto 9 luglio 2009 del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Prove di esame:

Leggi anche:  Friuli: concorso per 466 infermieri EGAS

La procedura d’esame prevede due prove scritte  e una prova orale:

  • la prima prova consiste in una serie di quesiti a risposta multipla di carattere attitudinale, logica, competenze linguistiche ed informatiche, cultura generale;
  • la seconda prova scritta tecnico-professionale, consiste, invece, in una serie di quesiti a risposta multipla sulle materie indicate dal bando cioè bilancio, pianificazione, programmazione e controllo; contabilità pubblica, organizzazione e gestione aziendale; diritto amministrativo e costituzionale; diritto civile; diritto del lavoro e legislazione sociale; diritto penale; elementi di analisi economica; elementi di statistica e matematica attuariale; scienza delle finanze e economia del lavoro;
  • la prova orale verte sulle stesse materie della prova scritta.

Saranno ammessi a partecipare alla prova orale i candidati che ottengono un punteggio di almeno 21/30 nelle singole prove scritte.

Tipo di contratto: i vincitori saranno inquadrati come funzionari nell’area C, posizione economica C1, e saranno assunti su tutto il territorio nazionale, nella posizione di analista di processo-consulente professionale.

Numero posti: 365

Domanda e scadenza: le domande di partecipazione al concorso possono essere inoltrate attraverso il sito dell’INPS, utilizzando le proprie credenziali, Pin, Spid o Cns (se non siete ancora in possesso del Pin vi consigliamo di guardare il video: Richiesta PIN online) entro le ore 16 del 31° giorno dalla pubblicazione del bando sulla Gazzetta Ufficiale.

Fonte: INPS

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook