Bonus telefono e Internet 2019: le agevolazioni per i nuclei familiari in difficoltà

Le famiglie con un basso reddito ISEE possono usufruire del Bonus telefono e internet, che prevede condizioni agevolate per la telefonia voce e per l’accesso a internet.

Forse pochi lo sanno, ma coloro che versano in situazioni di difficoltà economica potranno chiedere di beneficiare di condizioni agevolate per la telefonia e internet. Si tratta, appunto, del Bonus telefono e internet 2019, le agevolazioni sono fissate dall’Autorità per le garanzie delle comunicazioni (AGCOM) e il servizio è quello erogato dalla società TIM.

In cosa consiste il Bonus telefono e internet 2019?

Sono diverse le agevolazioni previste dal Bonus e comprendono, innanzitutto, lo sconto del 50% sul canone telefonico mensile dell’offerta Voce TIM, che passa dagli ordinari 18,87 euro, ai 9,44 euro al mese agevolati IVA inclusa.

Oltre alla riduzione del canone mensile, l’agevolazione prevede anche 30 minuti di telefonate gratuite al mese verso tutti i numeri fissi e mobili nazionali. Superata tale soglia, alle chiamate si applicheranno le tariffe a consumo previste per l’offerta Voce, pari a 10 centesimi al minuto, senza scatto alla risposta.

Di recente è stato anche introdotto uno sconto del 50% sul costo dell’abbonamento mensile ad Internet a banda larga, aderendo all’offerta Internet Alice 7 Mega.

Il Bonus dura un anno, può essere rinnovato di volta in volta e la sua validità coincide con quella dell’attestato ISEE.

In caso di scadenza del termine, è prevista una proroga di 2 mesi per consentire il rinnovo dell’abbonamento evitando l’interruzione del servizio. In ogni caso, con le fatture di ottobre e novembre, TIM provvede ad avvertire l’abbonato sull’imminenza della scadenza.

Leggi anche:  Bonus mamma domani: al via il nuovo servizio “Premio Nascita” INPS in versione mobile

Se il Bonus non viene rinnovato, i mesi di proroga verranno caricati sulle bollette successive applicando la tariffa ordinaria.

Bonus telefono: beneficiari

Come già ricordato, il Bonus è riservato alle famiglie con difficoltà economiche, con un reddito sotto una certa soglia. La richiesta può essere effettuata solo da clienti TIM con abbonamento all’offerta Voce.

In particolare, hanno diritto al Bonus i nuclei familiari con un reddito ISEE inferiore a 8.112,23 euro.

È chiaro, quindi, che prima di presentare la domanda occorre aver presentato la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), necessaria al fine di ottenere l’attestazione ISEE.

Viene anche presa in considerazione l’ipotesi in cui nel nucleo familiare dei clienti che hanno diritto al Bonus siano presenti persone non vedenti o non udenti che abbiano anche diritto a specifiche agevolazioni riservate a particolari categorie di clientela per i servizi di comunicazione elettronica da postazione fissa e mobile. In tali casi, se le agevolazioni sono sovrapponibili, si applicheranno le condizioni più favorevoli al consumatore.

Bonus telefono: la presentazione della domanda

Per usufruire del Bonus occorre inviare un’apposita domanda alla società TIM. E’ possibile utilizzare un modulo messo a disposizione dalla stessa compagnia telefonica attraverso il proprio sito internet, ma anche presso punti TIM, presso le Associazioni dei Consumatori e le sedi dei CAF.

Una volta compilato, il modulo va inviato insieme al modello ISEE in corso di validità e alla copia di un documento d’identità, via fax al numero 800.000.314 o tramite posta cartacea al seguente indirizzo: TIM, casella postale 111, 00054 Fiumicino (RM).

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy