Quattordicesima 2019: a chi spetta e a quanto ammonta

Per alcuni lavoratori non c’è solo la tredicesima mensilità, ma anche la quattordicesima. Vediamo meglio chi ne può beneficiare, quando potrà percepirla e a quanto ammonta.

Arriva l’estate e con essa, per tantissimi lavoratori, anche la quattordicesima mensilità, ossia una retribuzione aggiuntiva spettante ai lavoratori subordinati di determinati settori, in aggiunta alla normale retribuzione e alla tredicesima mensilità.

A differenza della tredicesima, che è prevista per legge e si applica a tutti i lavoratori subordinati, la quattordicesima è prevista dai contratti collettivi ed è limitata al settore di riferimento dei rispettivi contratti.

Quattordicesima 2019: a chi spetta?

Per avere diritto alla quattordicesima mensilità occorre essere in possesso di due requisiti, che riguardano rispettivamente il tipo di contratto di lavoro e l’appartenenza ad uno dei settori per i quali è prevista questa retribuzione aggiuntiva.

Per quanto riguarda il primo requisito, tendenzialmente possono beneficiare della quattordicesima tutti i lavoratori subordinati, compresi quelli assunti a tempo determinato o part-time. In quest’ultimo caso, ovviamente, l’ammontare di questa retribuzione aggiuntiva è proporzionato rispetto all’orario di lavoro.

Di regola spetta anche ai titolari di contratto d’apprendistato e a coloro che sono assunti con contratto intermittente (o contratto a chiamata), mentre ne sono esclusi i lavoratori con contratto di collaborazione coordinata e continuativa (cd. co.co.co.).

Oltre ai lavoratori subordinati, la quattordicesima può essere erogata dall’INPS a favore dei pensionati con basso reddito.

Quanto alla categoria di appartenenza, per sapere se spetta il diritto alla quattordicesima, occorre verificare se il contratto collettivo nazionale di lavoro (CCNL) del proprio settore prevede l’erogazione di questa retribuzione.

Leggi anche:  Quando va restituito il bonus di 80 euro di Renzi?

Tra i settori nei quali la contrattazione collettiva prevede la quattordicesima ricordiamo il settore alimentare, quello degli autotrasporti e logistica, il settore pulizie e multiservizi, il settore turistico, il terziario, il settore commerciale, ecc…

Quattordicesima 2019: quando e come viene erogata

La quattordicesima viene normalmente erogata tra il mese di giugno e luglio, a seconda del contratto collettivo nazionale di riferimento, in un’unica soluzione.

Talvolta, però, è possibile spalmarla su più mensilità sulla base di un contratto collettivo aziendale oppure di un accordo individuale con il lavoratore che preveda questa modalità di erogazione.

Quattordicesima 2019: a quanto ammonta

L’ammontare di questa retribuzione aggiuntiva dipende dalla retribuzione mensile lorda e dal numero mensilità lavorative nell’arco dei dodici mesi precedenti (e precisamente dal 1° luglio dell’anno precedente al 30 giugno dell’anno in corso), tenuto conto che ogni mensilità utile è quella in cui si è lavorato almeno 15 giorni (inclusi giorni di riposo e festivi). In ogni caso sono i singoli contratti collettivi a stabilire i dettagli del calcolo.

In generale, per determinare l’ammontare della quattordicesima, occorre moltiplicare lo stipendio lordo mensile con il numero di mesi lavorati (i mesi da considerare, come ricordato, sono quelli nei quali si è lavorato almeno 15 giorni). Il risultato va poi diviso per dodici. A tanto ammonterà la quattordicesima mensilità che si andrà a percepire.

Dal calcolo del reddito lordo vanno esclusi gli emolumenti privi del carattere di continuità, come il lavoro straordinario, le maggiorazioni dovute al lavoro svolto nei giorni festivi e in generale le maggiorazioni dovute a situazioni eventuali o accidentali.

Come accade per la tredicesima mensilità, nemmeno la quattordicesima è soggetta detrazioni IRPEF, per cui l’imposta sul reddito, in relazione alla mensilità aggiuntiva, si paga per intero.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy