Agevolazioni disabili: approvato il disegno di legge “Dopo di noi”

È stato approvato dalla Camera dei deputati il disegno di legge conosciuto come “Dopo di noi” che prevede diverse agevolazioni per i disabili e, in maniera particolare, il finanziamento di progetti finalizzati a fornire loro assistenza.

Beneficiari delle agevolazioni disabili

Saranno beneficiari delle agevolazioni disabili le persone con grave disabilità che non hanno il supporto della famiglia:

  • perché la stessa non è in grado di dare loro assistenza;
  • in caso di morte dei genitori del disabile grave.

Le agevolazioni disabili oggetto del disegno di Legge consistono:

  • nella creazione di un fondo;
  • nella detraibilità sui premi assicurativi;
  • nell’esenzione dell’imposta di successione e donazione.

La dotazione finanziaria prevista dalla Legge di Stabilità è di oltre 180 milioni di euro, cosi distribuiti:

  • 90 milioni di euro per il 2016;
  • 38,3 per il 2017;
  • 56,1 all’anno a partire dal 2018.

Ecco nel dettaglio in cosa consistono le agevolazioni disabili prima accennate

Istituzione di un fondo per assistenza ai disabili
Il fondo servirà per finanziare progetti che supportino la domiciliarità dei disabili, presso la propria casa o per la costruzione di case famiglia che tengano conto dello stile di vita e delle relazioni presenti all’interno della famiglia. La finalità è quella di sviluppare programmi atti a potenziare al massimo l’autonomia dei disabili, tenendo conto anche delle nuove tecnologie che possono permettere il miglioramento delle loro condizioni di vita.

Non sono ancora stati individuati i criteri per accedere a questo tipo di agevolazioni per disabili. Sarà compito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali emanare (entro sei mesi dall’entrata in vigore della legge), il decreto che individuerà tali requisiti.

Leggi anche:  Malattia in ferie? Il lavoratore ha diritto a recuperarle

Sarà, invece, compito delle Regioni:

  • stabilire con quale criterio saranno erogate le agevolazioni disabili;
  • controllare le attività svolte;
  • e stabilire l’eventuale revoca dei finanziamenti.

Detraibilità sui premi assicurativi
È prevista:

  • la possibilità di portare in detrazione le spese effettuate per il pagamento di polizze assicurative sottoscritte a tutela dei disabili;
  • l’aumento della detraibilità di circa 220 euro, sulle assicurazioni per rischio di morte.

Esenzione, dell’imposta di successione e donazione
È prevista l’esenzione delle suddette imposte nei casi di trasferimenti di beni e diritti a causa di morte (successione), o a titolo gratuito (donazione).
Sono inoltre previste agevolazioni tributarie per la costituzione di strumenti giuridici per la gestione del patrimonio (trust), ma solo a condizione che il trust abbia la finalità esclusiva di cura ed assistenza del disabile grave.

 

Info: Legge n° 208/2015