Mini naja per 6 mesi: passa alla Camera il disegno di legge

Sarà su base volontaria ed è rivolta agli studenti di età compresa tra 18 e 22 anni. La mini naja permette di ottenere crediti formativi e attestato ufficiale di riserva di complemento.
 
Mentre ancora si discute sull’ipotesi di reintrodurre la leva militare obbligatoria nel nostro Paese, sospesa dal 2005, è passato alla Camera il disegno di legge che introduce la mini naja, ossia un servizio militare limitato a 6 mesi su base volontaria riservato ai giovani studenti di età compresa tra i 18 e i 22 anni.

L’intento dei promotori del disegno di legge è di riavvicinare i giovani alle Forze armate attraverso un percorso formativo duale: civico e militare.

Per diventare legge il testo ora dovrà essere discusso ed approvato in Senato, per poi essere firmato dal Presidente della Repubblica.

In cosa consiste la mini naja?

Si tratta di un progetto sperimentale a cui possono chiedere di partecipare i giovani studenti in possesso dei requisiti e consiste in un’alternanza tra attività di studio e attività pratiche da svolgersi in caserma e nelle strutture formative delle Forze armate, dove si seguiranno dei corsi di studio “e-learning” e si svolgeranno attività pratiche e di carattere più prettamente militare.

Le attività dovrebbero svolgersi presso i reparti e i comandi delle Forze armate e dell’Arma dei carabinieri.

Oggetto di studio saranno in particolare la cittadinanza, la difesa, la patria, le minacce alla sicurezza interna e internazionale, i principi dell’ordinamento militare, la cooperazione nell’ambito della difesa europea, la conoscenza del sistema produttivo nazionale nell’ambito della difesa e della sicurezza.

Leggi anche:  Un’occasione da cogliere al volo per gli studenti: pubblicati i bandi nazionali convitti Inps

È previsto anche un coinvolgimento degli studenti della mini naja come osservatori alla scuola delle telecomunicazioni di Chiavari e alle esercitazioni riguardanti la sicurezza cibernetica.

Agli studenti che saranno ammessi verranno garantiti vitto e alloggio gratuiti, l’acquisizione di 12 crediti formativi universitari e un attestato di natura militare di ufficiale di riserva di complemento, ma non è prevista alcuna retribuzione né un rimborso spese.

Quali sono i requisiti richiesti per la mini naja?

Salvo eventuali modifiche prima della sua approvazione definitiva del disegno di legge, potranno chiedere di partecipare a questo percorso formativo gli studenti con cittadinanza italiana di età compresa fra 18 e 22 anni, in possesso di diploma di istruzione secondaria di secondo grado, che godano di diritti civili e politici.

Sono esclusi coloro che abbiano subìto condanne o abbiano procedimenti penali in corso per delitti non colposi, oppure che siano sottoposti a misure di prevenzione, che abbiano tenuto comportamenti verso le istituzioni tali da non dare una garanzia di assoluta fedeltà alla Costituzione e alla sicurezza nazionale.

Infine non potranno partecipare i giovani che siano già in servizio come volontari delle Forze armate.

Una volta approvata la legge, dovrà essere avviato uno studio per dare attuazione ed avviare questo progetto formativo. Questo compito sarà affidato al Centro Alti Studi per la Difesa il quale, entro 90 giorni dall’entrata in vigore della legge, dovrà presentare il documento al Capo di Stato maggiore della difesa.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy