Bando attività turistiche Calabria: agevolazioni agli investimenti sui servizi turistico-ricettivi

AGGIORNAMENTO del 02 novembre 2017

La Regione Calabria ha deciso di prorogare i termini della presentazione della domanda al 15 novembre 2017.Leggi la proroga

 

Bando per il turismo, attivata l’Azione 3.3.4 POR Calabria 2014/2020, volta a potenziare e qualificare i servizi turistici esistenti e a crearne di nuovi, capaci di valorizzare il patrimonio culturale e naturale.

L’Italia torna a registrare, anche per questa stagione estiva, numeri positivi in termini di presenze turistiche. Il settore turistico rappresenta infatti per il nostro Paese, specie nel meridione, un comparto dalle ottime potenzialità, capace di generare sviluppo per l’intero sistema economico locale.

Non possono, dunque, che essere accolti con favore gli investimenti aventi a oggetto le attività turistiche dislocate sul nostro territorio. A tale proposito, la Regione Calabria, dopo una adeguata fase di pre informazione, ha messo a bando oltre 18 milioni di euro per il finanziamento di progetti volti al miglioramento e alla qualificazione dei servizi turistici e dell’offerta ricettiva delle imprese operanti nelle destinazioni turistiche regionali, attraverso la realizzazione di interventi materiali ed immateriali (Azione 3.3.4 – POR Calabria 2014/2020).

La dotazione finanziaria complessiva prevista dal bando è ripartita in due ambiti prioritari: circa 10,6 milioni di euro sono destinati all’Ambito prioritario 1 relativo al potenziamento e qualificazione dei servizi di ricettività e termali, mentre i restanti 8 milioni di euro sono rivolti all’Ambito prioritario 2 per il rafforzamento e qualificazione degli altri servizi turistici.

A chi si rivolge il bando attività turistiche della Calabria?

Possono presentare domanda di agevolazione, in forma singola o associata, le piccole e medie imprese (PMI), nonché i lavoratori autonomi, che abbiano la propria unità operativa in Calabria e che svolgano la propria attività nell’ambito di uno dei settori economici previsti nel bando (consulta i codici “Ateco 2007”, art. 5 del bando). Gli aiuti verranno erogati esclusivamente per iniziative coerenti all’area di innovazione “Turismo e Cultura” della Smart Specialization Strategy (S3) della Regione.

Leggi anche:  “Perlana for women” dà voce all'imprenditoria femminile

Di cosa tratta il bando attività turistiche della Calabria?

Più nello specifico, l’Azione attivata dal bando sostiene progetti per il miglioramento della qualità dell’offerta, attraverso l’innovazione di prodotto e il consolidamento, la riqualificazione e l’innovazione tecnologica delle attività imprenditoriali presenti nelle aree a maggiore vocazione turistica e in particolare in quelle di rilevanza strategica naturale e culturale (allegato A1). Si tratta, in sostanza, di potenziare e qualificare i servizi turistici (compresa l’accoglienza, la ricettività e l’accessibilità materiale e immateriale) e favorire la creazione di nuovi prodotti sostenibili capaci di valorizzare il patrimonio culturale e naturale.

Gli interventi ammessi ad agevolazione riguardano pertanto:

  1. il consolidamento e l’innovazione di prodotti/servizi turistici esistenti;
  2. la realizzazione e la promozione di nuovi prodotti/servizi turistici innovativi;
  3. la riqualificazione, l’efficientamento energetico e l’innovazione tecnologica delle strutture turistiche.

Il progetto proposto dovrà presentare spese ammissibili per un valore minimo complessivo di 100 mila euro (40 mila nel caso di agevolazione concessa in regime “de minimis”), relative all’acquisto di:

  • progetti ingegneristici;
  • studi di fattibilità, fidejussioni (solo nel caso di applicazione di regime de minimis);
  • macchinari e impianti;
  • opere murarie;
  • software e licenze;
  • servizi di marketing e innovazione.

Le agevolazioni sono concesse sotto forma di contributo in conto capitale, a copertura delle spese ammissibili sostenute, secondo due possibili regimi di aiuto:

  1. in esenzione, nella misura massima del 35% (45 nel caso di piccole imprese) e per un importo massimo 1 milione di euro;
  2. in regime de minimis, nella misura massima del 70% delle spese ammissibili e per un importo massimo di 200 mila euro per soggetto proponente.

Come presentare domanda per il bando turismo Calabria?

Le domande di agevolazione dovranno essere compilate on line, previa registrazione, sul sito della Regione, a partire dal 5 ottobre 2017 ed entro il 31 ottobre 2017.

Leggi anche:  Contributi in conto capitale per la ricerca e lo sviluppo alle imprese della Toscana

La procedura di selezione delle domande di agevolazione prevista dal presente avviso è a “graduatoria”.

Non farti scappare l’occasione e presenta un progetto di investimenti per la tua attività turistica e/o ricettiva. I termini per la presentazione delle domande sono veramente prossimi, consulta dunque un Professionista e non farti trovare impreparato.

Approfondisci il bando per le attività turistiche della Calabria.

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook