PSR Friuli 6.2.1 in arrivo finanziamenti per start up extra agricole

Aggiornamento del 19 giugno 2018

La Regione Friuli Venezia Giulia ha deciso di prorogare il termine della presentazione della domanda al 14 settembre 2018. Leggi la proroga

 

L’intervento 6.2.1 del PSR Friuli Venezia Giulia prevede la possibilità di avviare nuove attività imprenditoriali come fattorie didattiche, attività sociali o commerciali.

Sintesi del bando PSR Friuli Venezia Giulia Intervento 6.2.1

Area geografica: Friuli Venezia Giulia

Settore: agricoltura

Dotazione finanziaria: 970 mila euro

Obiettivo: sostegno all’avviamento di attività extra agricole

Beneficiari: agricoltori, coadiuvanti familiari, persone fisiche

Spese ammissibili: spese connesse all’attuazione del Piano aziendale

Tipo di finanziamento: contributi in conto capitale

Procedura di selezione: valutativa a graduatoria

Scadenza: 30 giugno 2018

Approfondimento Bando

PSR Friuli 6.2.1 “Premio per l’avvio di imprese per attività extra-agricole in zone rurali: fattorie didattiche e sociali, servizi alla comunità locale”.

Le novelle attività imprenditoriali dovranno riguardare fattorie didattiche e sociali di cui all’articolo 23 della Legge regionale 4 giugno 2004, n. 18, attività educative, assistenziali, per il tempo libero, culturali, ricreativi, digitali, vendita al dettaglio di prodotti alimentari tipici non compresi nell’allegato I del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea.

Chi può beneficiare dell’intervento 6.2.1 del PSR Friuli Venezia Giulia?

Possono partecipare al bando:

  • agricoltori singoli o associati che sono iscritti al registro delle imprese della Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura, che rientrano nella definizione di PMI, che non sono impresa in difficoltà e che diversificano la loro attività avviando nuove attività extra agricole (l’attività oggetto dell’intervento non deve essere mai stata svolta prima della presentazione della domanda di sostegno);
  • coadiuvanti familiari (persone fisiche iscritte all’INPS come unità attiva in collegamento ad un titolare coltivatore diretto);
  • persone fisiche residenti nelle aree rurali C e D della regione che intendono avviare un’impresa e che non hanno mai svolto, anche come titolare o contitolare di impresa, le attività per le quali è richiesto il sostegno.
Leggi anche:  La Regione Lombardia attiva il bando Storevolution: contributi a fondo perduto per agevolare l’innovazione delle imprese commerciali

Quali sono le spese finanziate dal PSR Friuli 6.2.1?

Le spese finanziate sono quelle connesse all’attuazione del Piano aziendale, che il beneficiario dovrà presentare a pena inammissibilità insieme alla domanda di sostegno.

Intensità di aiuto e massimali di spesa

Il finanziamento sarà così distribuito:

  • 20 mila euro per le attività localizzate in area rurale D;
  • 10 mila euro per le attività localizzate in area rurali C.

Per localizzazione si intende la sede presso la quale si svolge l’attività neo costituita.

Come fare per partecipare all’intervento 6.2.1 del PSR Friuli Venezia Giulia?

La domanda deve essere presentata entro il 30 giugno 2018, tramite il portale SIAN.

Scarica il bando dell’azione 6.2.1 del PSR Friuli Venezia Giulia 2014-2020.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Contattaci e un membro del nostro team ti spiegherà come fare




Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativaPolicy e privacy