PSR Lazio: contributi per la produzione di energia alternativa con l’operazione 6.4.2

La regione Lazio ha pubblicato l’operazione 6.4.2 “Produzione di energia da fonti alternative”
 
 
 
 
 

Sintesi del bando PSR Lazio 6.4.2

Area geografica: Lazio

Settore: agricoltura

Dotazione finanziaria: 3 milioni di spesa pubblica

Obiettivo: realizzazione di impianti per la produzione di energia da fonti alternative rinnovabili da destinare alla vendita

Beneficiari: agricoltore attivo

Spese ammissibili: investimenti materiali e immateriali, dotazioni, spese generali

Tipo di finanziamento: Contributo in conto capitale; contributo in conto interessi; garanzie a condizione agevolate.

Scadenza: 8 gennaio 2018

 

Approfondimento bando

La Regione con questo bando destina i contributi previsti per intervenire sulla costruzione di nuovi impianti di produzione da fonti rinnovabili, o sulla ristrutturazione di quelli già esistenti per aumentarne l’efficienza, per commercializzare l’energia prodotta e, di conseguenza, aumentare i guadagni delle aziende agricole.

Chi può partecipare all’operazione 6.4.2 del PSR Lazio?

L’agricoltore attivo che vuole presentare domanda deve:

  • possedere un Fascicolo Unico Aziendale aggiornato;
  • essere in possesso di partita IVA in campo agricolo ed essere iscritto alla Camera di Commercio Industria ed Artigianato con codice ATECO 01;
  • dimostrare la sostenibilità finanziaria degli investimenti programmati con la presentazione di un piano di sviluppo aziendale;
  • possedere un’azienda con meno di 50 dipendenti e con un fatturato che non superi i 10 milioni di euro l’anno;
  • avere una dimensione economica minima (Produzioni Lorde Standard) non inferiore a 15 mila euro, 10 mila nel caso di aziende ricadenti nelle aree D;
  • non essere impresa in difficoltà;
  • essere proprietario o aver titolo a disporre degli immobili dove si intendono realizzare gli investimenti e impegnarsi a portare avanti il progetto per 7 anni;
  • dimostrare l’immediata cantierabilità dell’investimento programmato.

L’operazione si applica su tutto il territorio regionale, con priorità alle aree rurali C e D.

Quali sono le spese ammissibili per l’operazione 6.4.2 del PSR Lazio?

Sono ammissibili le spese relative alla produzione e distribuzione di energia ottenuta da:

  1. pompe di calore a bassa entalpia, cioè quelle che sfruttano lo scambio termico con il sottosuolo;
  2. impianti di microcogenerazione/trigenerazione alimentati a biomasse, per la produzione di energia elettrica e calore (cogenerazione), oppure di energia elettrica, calore e freddo (trigenerazione), solo se una percentuale almeno pari al 50% di energia termica è utilizzata per l’autoconsumo;
  3. impianti solari fotovoltaici;
  4. impianti solari termici, per la produzione di calore sotto forma di acqua calda;
  5. impianti mini-eolici e micro-eolici. Sono ammessi al finanziamento esclusivamente impianti eolici con una potenza massima di 200 kW;
  6. Installazione di sistemi intelligenti di stoccaggio di energia termica ed elettrica, quali ad esempio accumulatori, solo se associati ai sistemi di produzione di energia elencati.

Intensità di aiuto e massimali di spesa

Verrà finanziato massimo il 40% delle spese ammissibili, in regime di “de minimis”, quota elevata al 60% in caso di:

  • investimenti effettuati nelle zone montane;
  • agricoltori che hanno aderito alle misure 10 e 11 del PSR Lazio.

Il costo massimo ammissibile al finanziamento è di 500 mila euro.

Come fare per partecipare all’operazione 6.4.2 del PSR Lazio?

Le domande, insieme alla documentazione richiesta, devono essere presentate sul portale Sian entro il 15 gennaio 2018, previo aggiornamento o costituzione del fascicolo aziendale.

Scarica il bando dell’operazione 6.4.2 del PSR Lazio.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattarci





[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy