Ricerca e Sviluppo nel nuovo bando “Linea R&S per Aggregazioni”

È stata approvata dalla Regione Lombardia la linea di intervento istituita con la DGR 4292/2015, in attuazione della l.r. “Manifattura Diffusa Creativa e Tecnologia 4.0” e della strategia Innovalombardia.

L’intervento favorisce la ricerca, lo sviluppo e l’innovazione attraverso il finanziamento di programmi di ricerca industriale e sviluppo sperimentale realizzati da MPMI in collaborazione con Grandi Imprese o organismi di ricerca pubblici e privati. L’operazione, che si inserisce nell’asse delle risorse del POR FESR2014-2020 di Regione Lombardia e del Programma Regionale di Sviluppo (PRS) della X legislatura, prevede la diffusione e l’utilizzo di tecnologie innovative da parte delle imprese, al fine di accrescere la capacità competitiva e il potenziale del territorio lombardo in ambito di ricerca e sviluppo.

A chi è destinato il bando e quali sono le risorse a disposizione?

Possono partecipare al bando partenariati composti da MPMI in associazione con Grandi Imprese o Organismi di ricerca e ciascuna MPMI può presentare al massimo due progetti di Ricerca e Sviluppo. Le risorse disponibili si dividono in € 120.000.000 così suddivisi:

  • € 60.000.000 per la quota di finanziamento agevolato a tasso zero;
  • € 60.000.000 per la quota di contributo a fondo perduto.

Nel complesso l’agevolazione concedibile per singolo progetto è pari a € 2.000.000.

La Regione Lombardia precisa che i progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale devono aderire agli ambiti di specializzazione individuati dalla Strategia regionale di specializzazione intelligente per la ricerca e l’innovazione (S3).

Le aree di intervento riconosciute sono:

  • Aerospazio;
  • Agroalimentare;
  • Eco-Industria;
  • Industrie creative e culturali;
  • Industria della salute;
  • Manifatturiero avanzato;
  • Mobilità;
  • Smart Cities and Communities.

Le spese relative al personale, i ricercatori, i tecnici, gli ausiliari, i costi di ammortamento di macchinari, impianti, attrezzature, materiali, forniture e prodotti vari, per essere accettabili e quindi rientrare nell’ambito della copertura del finanziamento, devono far riferimento al progetto di R&S.

Leggi anche:  Industria Aerospaziale: un nuovo regime di aiuti per la ricerca

C’è tempo fino alle ore 14.30 dell’11 marzo 2016 per presentare la domanda di partecipazione, esclusivamente attraverso l’indirizzo www.siage.regione.lombardia.it .

Una nuova opportunità, quindi, per le PMI e le Grandi Imprese della Regione Lombardia. Mediante il bando Linea R&S per Aggregazioni 2015 POR FESR 2014-2020, potranno contribuire a realizzare progetti di innovazione, sviluppo e ricerca sperimentale per far emergere le grandi potenzialità del territorio lombardo in materia di nuove tecnologie al servizio della collettività.

 

Info: Regione Lombardia

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook