Finanziamenti agevolati con i contratti di filiera: novità per l’agricoltura

Il Ministero delle Politiche agricole ha individuato criteri e modalità per l’attuazione dei contratti di filiera e di distretto. Chi si occupa del settore agricolo avrà diritto a finanziamenti agevolati.

Per i contratti di filiera e i contratti di distretto, il Ministero delle Politiche Agricole ha stabilito criteri e modalità per la loro attuazione. Tali contratti prevedono contributi e finanziamenti agevolati per programmi di investimento tra i 4 e i 50 milioni di euro.

L’obiettivo di questi finanziamenti agevolati è quello di favorire processi di riorganizzazione dei rapporti tra i vari settori dell’agroalimentare e della distribuzione, all’insegna della collaborazione e dell’integrazione.

Beneficiari dei finanziamenti agevolati:

  • imprese, società cooperative e loro consorzi che operano nel settore agricolo ed agroalimentare;
  • organizzazioni di produttori agricoli e loro associazioni;
  • società costituite tra soggetti che esercitano l’attività agricola e imprese commerciali e/o industriali e/adatte alla distribuzione a patto che almeno il 51% del capitale sociale sia posseduto da imprenditori agricoli, società cooperative agricole e loro consorzi.

Destinatari dei contratti di filiera e di distretto:

  • società cooperative agricole e i loro consorzi, consorzi di imprese, organizzazioni di produttori agricoli e loro associazioni che operano nel settore agricolo e agroalimentare;
  • società costituite tra soggetti che esercitano l’attività agricola e le imprese commerciali e/o industriali e/o addette alla distribuzione, a patto che almeno il 51% del capitale sociale sia posseduto da imprenditori agricoli, società cooperative agricole e loro consorzi;
  • associazioni temporanee di impresa tra i soggetti beneficiari;
  • reti di imprese che hanno già sottoscritto un contratto di rete al momento della pre4sentazione della domanda;
  • rappresentanze di distretti rurali e agroalimentari.

Caratteristiche dei finanziamenti agevolati:

  • Gli incentivi economici saranno consessi esclusivamente per attività intraprese dopo l’adozione del regime di aiuto e a programmi con un ammontare delle spese ammissibile compreso tra 4 milioni e 50 milioni di euro. I finanziamenti agevolati sono, inoltre, concessi nella forma del contributo in conto capitale fino al 100% delle spese ammissibili.
Leggi anche:  Muoversi “low cost” con la bici elettrica!

I contratti di filiera e distretto consentono investimenti per la produzione agricola primaria, per la trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, per la trasformazione di prodotti agricoli in prodotti non agricoli, regimi di qualità e misure promozionali a favore dei prodotti agricoli e progetti di ricerca e sviluppo.

Come usufruire dei finanziamenti agevolati:

  • il Mipaaf definisce le condizioni di ammissibilità dei soggetti e degli interventi e i termini e le modalità per la presentazione delle domande;
  • il Ministero approva il programma comunicandolo al soggetto proponente, e alle Regioni o Provincie autonome;
  • entro 90 giorni dal ricevimento della comunicazione bisogna presentare la proposta definitiva di contratto di filiera o distretto al Mipaaf che provvede all’istruttoria entro i successivi 60 giorni.

 

Info: Ministero delle politiche agricole

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook