Sicurezza sul lavoro: arrivano gli incentivi

L’Europa punta sempre più sugli incentivi economici alle piccole e medie imprese per affrontare il gravoso problema della sicurezza e della salute sul lavoro (SSL).
I finanziamenti possono fungere da efficace strumento di stimolo per favorire quelle aziende e organizzazioni che sviluppano e mantengono un ambiente di lavoro sano e sicuro.
L’ Inail ha previsto, infatti, uno stanziamento complessivo, in rapporto al gettito 2011, pari al 30 per mille (2 per mille destinato alle PMI) per ciascuno degli anni 2014 e 2015. Gli incentivi economici avranno lo scopo di orientare gli investimenti sulla prevenzione, con prioritaria attenzione verso le aree produttive maggiormente a rischio e i progetti finalizzati ad attivare i circuiti virtuosi ed ispirati a buone prassi validate dal Ministero del Lavoro.

BENEFICIARI DEGLI INCENTIVI

Nell’erogazione dei contributi saranno privilegiate:

  • micro, piccole e medie imprese ed aziende agricole;
  • progetti reiterabili in più aziende dello stesso settore di produzione;
  • progetti destinati alla riduzione del rischio provocato dall’esposizione all’amianto e ad altri materiali ritenuti nocivi/tossici.
REQUISITI ED ENTITÀ DEI CONTRIBUTI ECONOMICI

Le micro, piccole e medie imprese (incluse quelle individuali) potranno ottenere incentivi pari al 50% dell’investimento complessivo fino ad un massimo di 50.000 euro, a patto che i loro progetti rientrino nei seguenti ambiti:

  • innovazione tecnologica relativa a macchinari, attrezzature ed impianti (con maggiore attenzione al settore agricolo);
  • intervento sui rischi comuni che interessano due o più imprese (progetti di rete);
  • piani di comparto, distretto o filiera elaborati da singole imprese, ma con specifiche caratteristiche di replicabilità.

Fonte : www.inail.it

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy