La Regione Piemonte fa conoscere le sue aziende in tutto il mondo grazie ai voucher fiere all’estero

Grazie all’azione III.3b.4.1 le imprese che vogliono esportare il loro marchio al di fuori dell’Italia hanno la possibilità di farsi notare grazie alla partecipazione a fiere ed eventi espositivi dentro e fuori l’Europa.

Sintesi bando POR FESR Piemonte – Azione III.3b.4.1 Sessione II

Area geografica: Piemonte

Settore: imprenditoria

Dotazione finanziaria: 1 milione di euro

Obiettivo: sostenere la partecipazione a fiere europee ed extraeuropee

Beneficiari: imprese

Spese ammissibili: spazio espositivo, produzione materiale da fiera, allestimento e pulizia stand

Tipo di finanziamento: voucher

Procedura di selezione: valutativa a graduatoria

Scadenza: 23 maggio 2019

Approfondimento Bando

Per tutte quelle aziende che vogliono farsi conoscere in Europa o nel resto del mondo la Regione Piemonte, attraverso questo bando, offre la possibilità di partecipare a fiere europee ed extraeuropee, attraverso un voucher che serve a coprire tutte le spese inerenti la partecipazione a manifestazioni fieristiche ed eventi espositivi aventi carattere internazionale all’estero. Tutto ciò per rafforzare il proprio sostegno a favore delle imprese attraverso la promozione di politiche volte all’incremento dell’attività di internazionalizzazione delle imprese nell’ambito dell’asse III.3b.4 – Azione III.3b.4.1 “Progetti di promozione dell’export destinati a imprese e loro forme aggregate individuate su base territoriale o settoriale”.

Chi sono i beneficiari del voucher per fiere all’estero del Piemonte?

Possono fare richiesta le micro e PMI piemontesi che, tra le altre cose, al momento della presentazione della domanda:

  • siano iscritte da almeno 1 anno al registro delle imprese della Camera di Commercio e abbiano una sede operativa attiva in Piemonte;
  • abbiano un codice ATECO 2007 prevalente compreso in uno dei settori riepilogati all’Allegato 1 del Bando;
  • siano in grado di dimostrare che la partecipazione a fiere o eventi espositivi avverrà in qualità di espositore, dotato di stand proprio o collettivo, con riconoscimento esplicito e dimostrabile da parte dell’ente organizzatore (es: inserimento nel catalogo, assegnazione nominativa dello spazio espositivo, ecc).
Leggi anche:  In Friuli Venezia Giulia contributi a fondo perduto per le start up artigiane

Quali sono le spese ammissibili del voucher per fiere all’estero del Piemonte?

La misura si muove su due linee:

  • Linea A: partecipazione a fiere ed eventi espositivi all’estero che si svolgono in Paesi Europei;
  • Linea B: partecipazione a fiere ed eventi espositivi all’estero che si svolgono in Paesi extra Europei.

Ogni richiedente può presentare una domanda sola per ogni linea d’azione. Le spese ammissibili sono tutte quelle relative alla partecipazione di un evento fieristico e, nello specifico costi per:

  • spazio espositivo e diritti connessi;
  • inserimento dell’azienda nel catalogo dell’evento fieristico;
  • allestimento e pulizia stand;
  • facchinaggio in fiera;
  • realizzazione di materiale come cataloghi, listini e schede tecniche in lingua straniera, anche in formato elettronico, e/o iniziative di tipo promozionale/commerciale (come ad esempio servizi accessori dell’hotel, catering) da utilizzare in fiera e strettamente riconducibile alla fiera stessa, nella misura massima di € 1.500,00;
  • altre spese strettamente riconducibili alla fiera entro il limite del 10% del voucher.

Intensità di aiuto e massimali di spesa

L’aiuto consiste nella concessione di un voucher del 100% delle spese ritenute ammissibili, per l’importo massimo di:

  • 5 mila euro per le fiere in Paesi Europei;
  • 7 mila euro per le fiere in Paesi extra Europei.

Come fare per ottenere i voucher per fiere all’estero del Piemonte?

Le domande possono essere inoltrate a partire dal 14 maggio 2019 e fino al 23 maggio 2019 esclusivamente online compilando l’apposito modulo. Entro 5 giorni lavorativi dall’invio telematico della domanda, il file pdf prodotto automaticamente dal sistema deve essere trasmesso a Finpiemonte via PEC, all’indirizzo [email protected], previa apposizione della firma digitale del legale rappresentante dell’impresa.

Scarica il bando dell’azione III.3b.4.1 Sessione II del POR FESR Piemonte 2014-2020.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy