Sardegna, bando Faber in Team: quando la fabbricazione digitale acquista valore

La Sardegna ha lanciato un nuovo bando per promuovere la fabbricazione digitale, incoraggiando team di lavoro a valorizzare le idee e trasformarle in realtà concrete.

Valorizzare e promuovere la fabbricazione digitale. È questa la sfida lanciata dalla Sardegna per i diplomati, laureati, persone disoccupate e in cerca di occupazione, che riuniti in un team di lavoro vogliono concretizzare e investire sulle loro idee tramite un vero e proprio FabLab. Parliamo di laboratori, meglio conosciuti come officine, dove è possibile prima frequentare dei corsi e seminari per approfondire in maniera teorica le conoscenze sulla fabbricazione digitale, poi mettere in pratica tali informazioni, grazie anche al supporto tecnico del personale specializzato.

Su questa linea, dunque, la Sardegna ha istituito un bando, denominato “Fit: Faber in Team”, in cui i beneficiari possono accedere a dei voucher e finanziare i loro progetti. Lo scopo dell’intervento è naturalmente incentivare la fabbricazione digitale, grazie anche alle attrezzature, come stampanti e scanner 3D e macchine per il taglio laser, messe a disposizione dal FabLab di Sardegna Ricerche. Altro obiettivo è puntare sul lavoro di squadra e, soprattutto, supportare l’eterogeneità dei gruppi di lavoro. Seconda questa logica, infatti, soltanto quando si assemblano diverse competenze è possibile costruire un team funzionale ed efficiente che possa interfacciarsi e competere su più fronti.

Chi sono i destinatari del bando Faber in team?

I destinatari dei voucher sono persone fisiche riuniti in un team, composto da un minimo di 2 a un massimo di 4 membri, con competenze in settori differenti.

Naturalmente, ogni singola persona potrà partecipare ad un solo team di lavoro, pena l’esclusione da tutti i gruppi per cui si è candidato; ci sono, inoltre, delle caratteristiche che deve possedere per partecipare al bando, in particolare:

  • residenza in Sardegna;
  • possesso almeno del diploma d’istruzione secondaria che permetta l’accesso alle università;
  • disoccupazione o inoccupazione;
  • nessun aiuto pubblico precedente per lo stesso progetto;
  • nessun assegno o cambiale protestati negli ultimi 5 anni;
  • nessun coinvolgimento da parte dei membri in procedure concorsuali;
  • nessuna condanna penale o procedimento penale in corso.
Leggi anche:  Contributi ai laureati senza lavoro per Master non universitari in Regione Basilicata

Di cosa tratta il bando Faber in Team?

Come già specificato, il bando dà un supporto economico e tecnico per la progettazione e lo sviluppo di prototipi realizzati attraverso tecniche e strumenti di fabbricazione digitale. I voucher messi a disposizione hanno un importo massimo di 7 mila euro, erogato esclusivamente per i progetti ritenuti idonei e che svilupperanno il loro percorso all’interno dei locali del FabLab di Sardegna Ricerche o in altre strutture affini. Il tempo di lavoro per lo sviluppo del progetto deve essere massimo di 6 mesi, la data di inizio coincide con il giorno di emissione dei voucher.

Sono ritenute spese ammissibili:

  • materie prime ed accessorie;
  • servizi esterni;
  • altre spese in linea con il progetto.

I progetti possono riguardare qualsiasi tematica, l’importante è che rispondano a dei bisogni realmente avvertiti attraverso soluzioni innovative sviluppate tramite le tecniche e gli strumenti della fabbricazione digitale.

Come presentare la domanda per partecipare al bando Faber in Team?

I candidati possono presentare le loro domande fino all’8 gennaio 2018, collegandosi al sito di Sardegna ricerche e inoltrando la richiesta per via telematica. La candidatura online deve essere completa di domanda di partecipazione, proposta progettuale, dichiarazione sostitutiva di certificazione, curriculum e documenti di identità dei membri, autorizzazione al trattamento dei dati personali stilata da ciascun socio e accordo di collaborazione, redatto dai componenti del team.

Per i disoccupati e inoccupati, la regione Sardegna mette a disposizione degli ottimi strumenti per incoraggiare le idee e trasformarle in realtà economiche. Se anche tu rientri tra i soggetti che possono aderire a questa nuova iniziativa, consulta un professionista che ti guiderà in tutte le fasi per partecipare al bando. Rendi la fabbricazione digitale al centro del tuo progetto e presenta la domanda.

Leggi anche:  PSR Veneto sottomisura 10.1 sostegno agli agricoltori per l’adesione a tecniche colturali e irrigue sostenibili

Approfondisci il bando Faber in Team.