Risarcimento danni al passeggero causati da sinistro stradale

 Se un passeggero resta danneggiato in un sinistro stradale può chiedere il risarcimento danni direttamente alla compagnia assicurativa del conducente. Ecco come fare.

Quando avviene un sinistro stradale ci possono essere diverse conseguenze, che coinvolgono persone e cose. Lievi o gravi che siano i danni provocati, sorge sempre la questione legata al risarcimento, un tema che si pone in una prospettiva diversa a seconda del ruolo rivestito nell’incidente dai vari soggetti: conducente con responsabilità, conducente senza responsabilità, passeggeri trasportati e soggetti rimasti coinvolti pur non viaggiando a bordo di qualche veicolo (ad esempio passanti, proprietari di una casa danneggiata nel sinistro, ecc…).

Molto spesso le responsabilità non emergono subito, ma richiedono rilevamenti, perizie, valutazioni che possono durare pochi giorni, alcuni mesi o addirittura anni, quando per definire la questione ci si rivolge al giudice.

Chi normalmente non ha responsabilità è il passeggero, qualunque sia la responsabilità del conducente del veicolo su cui viaggiava. Ecco cosa deve fare il passeggero rimasto danneggiato in un sinistro stradale.

Ottenere il risarcimento danni da sinistro stradale: il primo passo

Innanzitutto, se si è rimasti coinvolti in un incidente riportando ferite, contusioni, sospette fratture, ecc…, è importante recarsi al pronto soccorso, non solo per avere delle cure appropriate e scongiurare gravi conseguenze, ma anche per avere un referto medico che sarà utilizzabile per determinare il danno.

Per ottenere il risarcimento, occorre effettuare una richiesta indirizzata alla compagnia di assicurazioni del conducente del veicolo sul quale si viaggiava al momento del sinistro, indipendentemente dal fatto che abbia o meno responsabilità nell’incidente.

Leggi anche:  Assicurazione palestra, come comportarsi in caso di infortunio? Cosa copre l'assicurazione?

Grazie a questa procedura, il terzo trasportato otterrà più velocemente il risarcimento, senza bisogno di aspettare che vengano stabilite le responsabilità del sinistro. Eventualmente sarà poi la compagnia che liquida il risarcimento al passeggero a rivalersi sulle compagnie dell’altro o degli altri conducenti coinvolti, nel caso fosse stabilita una loro responsabilità totale o parziale.

Invio richiesta di risarcimento danni da sinistro stradale

La richiesta di risarcimento va inviata tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, firmata di proprio pugno, in cui bisogna riportare i propri dati anagrafici, codice fiscale, professione svolta; descrizione e dinamica dell’incidente specificando la propria posizione di passeggero; indicazione più precisa possibile dei danni riportati e della prognosi, così come risultano da referti medici e certificato di guarigione; descrizione di eventuali danni a cose con documentazione che dimostri il danno.

Inoltre occorre rilasciare una dichiarazione con cui si attesta di non aver diritto a prestazioni legate ad assicurazioni sociali obbligatorie oppure, in caso contrario, vanno specificate le prestazioni di cui si è beneficiari. Questa è una dichiarazione che serve ai fini della liquidazione dei danni.

L’offerta di risarcimento danni della compagnia assicurativa

La compagnia di assicurazione, una volta ricevuta la richiesta, procederà all’esame della pratica e nominerà un liquidatore, che si occuperà di valutare il danno risarcibile, richiedere eventualmente degli accertamenti ed effettuare un’offerta al passeggero danneggiato.

È probabile che venga richiesta una visita medico-legale presso un medico incaricato dalla stessa compagnia. In caso di danni a cose, il liquidatore potrà chiedere una perizia sulle cose danneggiate.

Una volta chiuso questo iter, l’assicurazione entro 90 giorni (60 giorni se si tratta solo di danni a cose) dovrà formulare un’offerta oppure dovrà rifiutare la richiesta di risarcimento danni fornendo per iscritto la motivazione.

Leggi anche:  Approvata la legge sui seggiolini anti abbandono

Se la compagnia ha formulato un’offerta, il passeggero danneggiato potrà aderire, inviando un’accettazione scritta, o rifiutare.

Se si decide di aderire all’offerta, l’assicurazione invierà il pagamento entro 15 giorni dal ricevimento dell’accettazione.

Se l’offerta viene rifiutata, perché magari ritenuta troppo bassa rispetto alla pretesa risarcitoria, la compagnia pagherà comunque entro il termine di 15 giorni la somma offerta, ma il passeggero potrà tentare di far valere le proprie ragioni e ottenere un risarcimento maggiore. Nel caso in cui ottenga un risarcimento maggiore, la liquidazione dell’offerta della compagnia assicurativa verrà considerata come un anticipo rispetto al risarcimento complessivo,

Se entro 30 giorni dal ricevimento dell’offerta il passeggero danneggiato non fornisce alcuna risposta, questa inerzia verrà considerata come un rifiuto.

Negoziazione assistita e procedimento giudiziario

Se la compagnia non formula alcuna offerta nel termine previsto (60 o 90 giorni), oppure rifiuta la richiesta senza dare una motivazione scritta, è possibile procedere alla negoziazione assistita e, in caso di esito infruttuoso anche di questa procedura, rivolgersi al giudice di pace o al tribunale (a seconda della somma richiesta a titolo di risarcimento).

La negoziazione assistita è una procedura che consiste sostanzialmente in un tentativo di conciliazione ed ha il fine di trovare una soluzione bonaria tra le parti, evitando il procedimento giudiziario. In questa fase è obbligatoria l’assistenza di un avvocato e sarà proprio il legale del passeggero danneggiato a dover inviare l’invito scritto alla compagnia di assicurazione. Questa, entro 30 giorni, dovrà fornire una risposta. Decorso inutilmente questo termine o in caso di rifiuto, il passeggero si potrà rivolgere al giudice.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativaPolicy e privacy