Incentivi per l’occupazione: finanziamenti a fondo perduto per i disoccupati stranieri

Giovani disoccupati immigrati o figli di immigrati. Sono questi i destinatari del bando “Giovani migranti 2G”, un’opportunità finanziata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Direzione Generale dell’Immigrazione e delle politiche di integrazione – con il Fondo Nazionale Politiche Migratorie attraverso Italia Lavoro, ente strumentale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
Si tratta di incentivi per l’occupazione con un finanziamento a fondo perduto di 1,6 milioni di euro che permetterà a 160 aspiranti imprenditori una formazione e un affiancamento per la realizzazione del progetto dei loro sogni. Un’occasione che permette non solo di avviare un progetto e creare un’occupazione, ma anche di integrarsi pienamente nella società di adozione.
Andiamo nel dettaglio di questo bando.

Chi può partecipare?

  • Giovani tra i 18 e i 30 anni di cittadinanza extra Unione Europea (UE) in possesso di un permesso di soggiorno che consente loro di svolgere un lavoro autonomo;
  • italiani con origini da Paesi extraUE che hanno acquisito la cittadinanza dopo la nascita.

Requisiti di partecipazione

  • Residenza in Lazio, Campania, Sicilia;
  • stato di inoccupazione o di disoccupazione.

Come richiedere il finanziamento a fondo perduto

Il primo step per poter richiedere il contributo di 10 mila euro è quello di andare sul sito internet del progetto, Giovani 2 G, e procedere alla registrazione. Una volta completata, si produrrà una email con all’interno i dati necessari per l’accesso. Attraverso queste credenziali sarà poi possibile compilare il formulario. Quando il progetto sarà terminato, completando i campi di ogni sezione, si potrà trasmettere in via definitiva.

Come utilizzare gli incentivi per l’occupazione

Il contributo può essere usato per avviare ditte individuali o società (di persone, cooperative o srl). In questo ultimo caso, più persone possono diventare soci cumulando fino a 50 mila euro.
Nella graduatoria finale verrà data la precedenza alle donne, a coloro che si trovano in condizione di svantaggio occupazionale, con attenzione ai giovani fino ai 24 anni e ai disoccupati di lunga durata, oltre i 12 mesi.
I ragazzi selezionati saranno seguiti passo passo durante le fasi di stesura, presentazione, gestione e rendicontazione dei progetti attraverso un team di esperti attraverso le seguenti modalità:

  • Attività di networking e di messa in rete delle esperienze dei Beneficiari;
  • Workshop e Seminari;
  • Incontri individuali di mentoring sul progetto d’impresa e la sua realizzazione;
  • Incontri individuali sulla gestione amministrativa dei finanziamenti erogati.

Proprio per questo motivo, gli enti che collaborano all’iniziativa, insieme al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, sono il Raggruppamento Temporaneo di Impresa (RTI) composto da: Business Value S.r.l. (mandataria), Eyes S.r.l., Dedalus Coop. Soc., C. Borgomeo & Co. S.r.l cui spetta la promozione, selezione, supporto tecnico e monitoraggio dei progetti di creazione d’impresa o autoimpiego.
Le domande per i finanziamenti a fondo perduto dovranno essere presentate entro il 29 febbraio 2016. Nuove prospettive di incentivi per l’occupazione che ancora una volta lo Stato mette a disposizione per i numerosi giovani stranieri presenti sul territorio.
Per maggiori informazioni, consultare il Bando

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattarci





[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy