Pass Laureati Regione Puglia: voucher per Master in Italia o all’estero

Sono 10 i milioni stanziati dalla Regione Puglia per finanziare coloro che vogliono iscriversi a un master in Italia o all’estero.

Il nostro Paese sta affrontando una crisi che all’apparenza può sembrare esclusivamente di natura economica, ma che in realtà ha radici molto più profonde. Se si va a fondo della questione è facile constatare come il vero problema sia di tipo culturale: capacità di innovare, di produrre e creare infrastrutture, che in passato hanno portato crescita e sviluppo, oggi sembrano essere solo un pallido ricordo. La scelta migliore che si può fare è quella di investire nel futuro: come? Aiutando menti brillanti a formarsi affinché possano contribuire a una nuova rinascita del Paese.
La Regione Puglia ci prova attraverso un bando che mira a realizzare gli obiettivi stabiliti nella SmartPuglia2020 e nell’Agenda Digitale Puglia 2020, ossia sostenere finanziariamente e tecnicamente la crescita e la qualificazione professionale del segmento più scolarizzato della gioventù pugliese valorizzandone le capacità e le potenzialità creative, professionali ed occupazionali.

 A chi sono destinati i pass laureati della Regione Puglia?

Possono richiedere i voucher formativi previsti dal beneficio “pass laureati” tutti coloro che sono nati successivamente alla data del 31/12/1981 e che:

  • siano iscritti nelle liste anagrafiche di uno dei Comuni presenti nel territorio della Regione Puglia da almeno 2 anni;
  • siano in possesso di diploma di laurea vecchio ordinamento, laurea triennale o laurea magistrale;
  • non abbiano già ricevuto, a qualunque titolo, borse di studio post laurea erogate dalla Regione Puglia;
  • abbiano un reddito familiare non superiore a 30 mila euro, individuato esclusivamente sulla base dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) 2017.

In cosa consistono i pass laureati delle Regione Puglia?

I pass laureati, sono destinati a rimborsare in toto o in parte le spese di iscrizione per:

  • master post laurea di I o II livello, erogati da Università italiane e straniere, pubbliche e private riconosciute dall’ordinamento nazionale che prevedano il riconoscimento di almeno 60 CFU o 60 ECTS (cioè crediti calcolati con il sistema europeo di trasferimento e accumulo dei crediti);
  • master post laurea accreditati ASFOR o EQUIS o AACSB o riconosciuti da Association of MBAS (AMBA), erogati da Istituti di formazione avanzata sia privati che pubblici con una durata complessiva non inferiore a 1.500 ore.
Leggi anche:  Regione Lombardia agevola i giovani imprenditori

Qualunque corso si scelga, questo deve concludersi necessariamente entro il 31 marzo 2019 e prevedere il rilascio finale di un attestato.

Sono ritenuti master prioritari ai fini dei pass quelli nei settori: aerospazio, sistema meccanico – meccatronico, sistema della logistica, sistema della nautica da diporto, sistema moda-persona, sistema casa (legno e arredo), settore materiali lapidei, agrifood, settore green economy, settore ict, industria creativa.

Per i pass laureati la Regione Puglia ha stanziato 10 milioni di euro; per ogni master è previsto un voucher del valore massimo di 7,5 mila euro se si tratta di corsi nazionali o 10 mila per quelli in facoltà estere.

Il valore effettivamente erogato sarà rapportato all’ISEE:

  • ISEE 2017 da 0 a 10 mila euro: riconoscimento del 100% del costo di iscrizione;
  • ISEE 2017 oltre i 10 mila fino a 20 mila euro: riconoscimento del 90% del costo di iscrizione;
  • ISEE 2017 oltre 20 mila fino a 30 mila euro: riconoscimento dell’80% del costo di iscrizione.

Come si presenta la domanda per i pass laureati delle Regione Puglia?

La domanda può essere presentata esclusivamente online attraverso la procedura Pass Laureati messa a disposizione nella Sezione Formazione Professionale.
La procedura si chiuderà il 31 ottobre 2017, a meno che il numero di richieste sia inferiore ai fondi messi a disposizione.

Al termine della procedura verrà rilasciato un “codice di pratica” univoco; successivamente il richiedente dovrà completare la procedura inviando tramite posta certificata (PEC) una mail, con il pdf della domanda e relativi allegati all’indirizzo  passlaureati@pec.rupar.puglia.it.

I documenti da allegare alla domanda sono:

  • autocertificazione riportante la data di conseguimento del diploma di laurea, la votazione conseguita e la durata legale del corso di studi frequentato;
  • autocertificazione attestante residenza e non ottenimento di ulteriori benefici;
  • modello ISEE 2017;
  • autocertificazione attestante il proprio stato di disoccupazione/occupazione e del reddito personale percepito nell’anno corrente;
  • copia del documento di identità;
  • brochure ufficiale (o altro documento equivalente) del master scelto;
  • dichiarazione del soggetto erogatore del Master circa la coerenza dello stesso con gli obiettivi della “Smart Specialization Strategy”.
Leggi anche:  Leasing Prima casa: un’opportunità per le giovani coppie

Il consiglio è di leggere bene il bando, scegliere con attenzione un master (visto che una volta scelto non potrà essere cambiato) e correre a presentare la domanda. Un’occasione del genere difficilmente si ripresenterà!

Approfondisci il beneficio Pass Laureati della Regione Puglia.

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook