Integrativa modello 730

Come rimediare agli errori nella compilazione del modello 730/2016

Se si riscontrano degli errori di compilazione o di calcolo, è possibile rivolgersi a chi ha prestato l’assistenza nella compilazione e presentazione, affinché provveda a sanarli, redigendo l’apposito modello 730 “integrativo” in tempo utile per effettuare i conguagli in busta paga oppure nella rata della pensione ed evitare le conseguenze previste dalla vigente normativa.

GIULIA SCRIVE ALLA REDAZIONE MAGEVOLA: RICONTROLLANDO I DOCUMENTI MI SONO RESA CONTO CHE NON HO INSERITO TUTTE LE SPESE MEDICHE SOSTENUTE NEL 2015, COME POSSO RIMEDIARE L’ERRORE?

Se il modello è stato compilato correttamente, ma ti accorgi di aver dimenticato di inserire tuti gli oneri deducibili e/o detraibili oppure dati che possono modificare la liquidazione delle imposte, puoi presentare entro il 25 ottobre il modello 730 integrativo. La nostra lettrice quindi potrà rivolgersi ad un Caf o ad un professionista abilitato consegnando la relativa documentazione.

Il professionista abilitato entro il 10 novembre 2016 dovrà:

  • verificare la conformità dei dati esposti nella dichiarazione integrativa;
  • calcolare le imposte;
  • consegnare al contribuente copia della dichiarazione Modello 730/2016 integrativo ed il prospetto di liquidazione Modello 730-3 integrativo;
  • comunicare al sostituto il risultato finale della dichiarazione;
  • trasmettere telematicamente all’Agenzia delle Entrate le dichiarazioni integrative.

Il riferimento normativo del modello 730 integrativo è contenuto all’art.14, del Decreto Ministero delle Finanze n°164 del 1999, che così recita:

“I contribuenti possono presentare dichiarazioni integrative rivolgendosi … ad un CAF-dipendenti, anche in caso di assistenza prestata in precedenza dal sostituto, qualora dall’elaborazione della precedente dichiarazione siano riscontrati errori, la cui correzione determina a favore del contribuente un rimborso o un minor debito”.

Se ti accorgi, invece, che i dati del sostituto d’imposta sono inseriti in modo inesatto oppure incompleto, devi ugualmente presentare un modello 730 correttivo, per integrare e/o correggere tali dati, sempre, entro il 25 ottobre.

GIOVANNA CHIEDE: MI SONO RESA CONTO DI AVER INSERITO SIA IO CHE MIO MARITO I FIGLI A CARICO AL 100% ANZICHE’ AL 50% CIASCUNO, COME POSSO RIMEDIARE ALL’ERRORE?

Se ti sei accorto di aver inserito oneri deducibili e/o detraibili in misura superiore rispetto a quello che ti spetta, devi obbligatoriamente presentare il modello UNICO 2016 entro il 30 settembre 2016, (correttiva nei termini) e contestualmente pagare con il modello F24 le somme dovute, compresa la differenza rispetto all’importo del credito risultante dal modello 730.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattarci





[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy