Lazio cinema International 2017: contributi alle coproduzioni tra PMI e Produttori esteri

Domande di contributi a sostegno degli investimenti delle PMI locali nelle coproduzioni cinematografiche e audiovisive, che vedono la compartecipazione di uno o più Produttori esteri.

In Italia l’industria cinematografica ed audiovisiva si presenta come una realtà produttiva piuttosto debole, necessitando di strumenti e modalità di intervento innovativi per riuscire a colmare il vuoto di competitività che la separa dai grandi mercati mondiali.

Proprio al fine di rafforzare la competitività delle imprese di produzione cinematografica, la Regione Lazio ha approvato l’Avviso Pubblico concernente l’attuazione dell’Azione 3.1.3 Attrazione produzioni cinematografiche e azioni di sistema attraverso il sostegno delle PMI che operano direttamente o indirettamente nel settore”, di cui al POR FESR Lazio 2014/2020.

L’obiettivo perseguito dalla Regione Lazio con il presente Avviso consiste nel sostenere gli investimenti in coproduzioni audiovisive che prevedano la compartecipazione dell’industria del Lazio con quella estera, una distribuzione di carattere internazionale dei prodotti e la realizzazione di opere che consentano una maggiore visibilità internazionale delle destinazioni turistiche del Lazio.

La dotazione finanziaria ammonta complessivamente a 10 milioni di euro: 5 milioni per ciascuna delle due previste due diverse e successive aperture dei termini.

A chi si rivolge il Bando Lazio cinema international 2017?

Possono presentare domanda di contributo le PMI, singole o aggregate, che, tra i vari requisiti devono:

  • essere già iscritte al Registro delle Imprese o ad un registro equivalente in altro Stato membro della Unione Europea;
  • essere Produttori Indipendenti ed operare prevalentemente nel settore di “Attività di produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi” (codice ATECO 2007 59.11; codice NACE J.59.11 o equivalente extraeuropeo);
  • avere, al più tardi al momento della richiesta della prima erogazione, residenza fiscale in Italia ed una sede operativa nel Lazio;
  • presentare un’adeguata capacità amministrativa, finanziaria e operativa.

L’aggregazione tra PMI è ammessa per una stessa Coproduzione, purché i beneficiari compartecipino ai costi di produzione in ragione dell’Accordo di Coproduzione e siano titolari di diritti di sfruttamento dell’Opera quantomeno per l’Italia.

Di cosa tratta il Bando Lazio cinema international 2017?

Il bando, mediante contributi a fondo perduto, finanzia gli investimenti in coproduzioni audiovisive che prevedono la partecipazione di una produzione straniera.

A tal fine, si intendono quali Coproduzioni ammissibili a contributo, realizzate sulla base di un Contratto di Coproduzione, le:

  • coproduzioni cinematografiche: riconosciute dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo come Opere Cinematografiche realizzate in regime di compartecipazione internazionale ai costi di produzione ad alla proprietà dei relativi diritti intellettuali (minimo 20% per le Imprese Italiane e minimo 10% per le imprese estere, sempre salvo specifici accordi internazionali);
  • coproduzioni di altri audiovisivi: le Opere Audiovisive diverse da quelle Cinematografiche a cui è riconosciuta la nazionalità italiana, per la cui copertura del costo di produzione devono concorrere per almeno il 20% risorse apportate da uno o più produttori esteri o comunque risorse (minimo 10% o eventuale minore quota prevista dagli accordi internazionali) derivanti dallo sfruttamento economico sui mercati esterni all’Italia.

Le spese ammissibili a contributo comprendono la quota parte del Costo Industriale sostenuto o dai Beneficiari per la Coproduzione, al netto della copertura da parte di eventuali Produttori Associati o comunque oggetto di copertura da parte di altre imprese a fronte di una partecipazione ai risultati economici e finanziari dell’opera. Le spese relative ai costi di produzione sono ammesse in proporzione al rapporto tra le giornate di ripresa effettuate sul territorio del Lazio e le giornate di ripresa totali (o di lavorazione in caso di opere di animazione).

L’ammontare del contributo non può comunque superare il 25% delle spese ammesse (35% nel caso di Coproduzioni finanziate al Produttore estero da almeno un altro Stato membro della UE).

Il 50% delle risorse sono riservate alle Coproduzioni ritenute di “Interesse Regionale” o di “Particolare Interesse Regionale”, ossia a quelle Coproduzioni in grado di valorizzare adeguatamente il patrimonio artistico, culturale, storico, ambientale, paesaggistico, enogastronomico, artigianale o, comunque, turistico del Lazio.

Come presentare domanda per il Bando Lazio cinema international 2017?

Le domande di contributo possono essere presentate esclusivamente online sulla piattaforma GeCoWEB, secondo le seguenti cadenze temporali:

  • Prima finestra: fino al 16 febbraio 2018. Il dossier di richiesta che verrà rilasciato a seguito della compilazione della domanda dovrà essere inviato via PEC a [email protected] entro 90 giorni dalla data del protocollo assegnato dal sistema GeCoWEB;
  • Seconda finestra: lo sportello telematico per la compilazione del Formulario online sarà aperto dal 30 maggio 2018 e fino al 31 luglio 2018. Anche in questo caso entro 90 giorni dalla data del protocollo assegnato dal sistema GeCoWEB il dossier di richiesta dovrà essere inviato via PEC.

Il procedimento valutativo sarà a sportello e si seguirà l’ordine di invio del Dossier di Richiesta.

Approfitta dei contributi messi a bando dalla Ragione Lazio, presentando un progetto di coproduzione cinematografica con produttori esteri, che sia in grado di valorizzare non solo la tua impresa, ma anche il territorio regionale e i suoi tesori, affinché di essi possa farsi promozione estera anche attraverso il cinema o altre opere audiovisive.

Approfondisci il bando Lazio cinema international 2017.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattarci





[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy