Concorso imprese di valore: la Regione Lombardia premia il successo

Il valore d’impresa ed il successo vanno riconosciuti attraverso un concorso a premi promosso da Regione Lombardia e Unioncamere.

Meritocrazia! È una parola di cui si conosce il significato ma se ne disconosce l’attuazione. Così si assiste ai figli di questo o di quell’altro personaggio più o meno noto che ricoprono cariche istituzionali, posizioni di privilegio ed osserviamo inermi alla fuga di menti geniali che per portare al termine la loro scoperta o le loro ricerche scappano all’estero. La chiamano “La fuga di cervelli” e così altre Nazioni si prendono i meriti del frutto di anni di studio dei nostri connazionali. Un segno di cambiamento, però, potrebbe arrivare dalla Regione Lombardia. Infatti, l’ente ha promosso un concorso rivolto alle “imprese di valore” che costituiscono casi emblematici di successo. Vediamo insieme di che si tratta.

Chi può partecipare al concorso per le imprese di valore?

Possono presentare domanda di ammissione al concorso le imprese operanti nei settori commercio, industria, artigianato, turismo e servizi, che rispettano alcuni requisiti fondamentali:

  • essere iscritte presso una delle Camere di Commercio della Regione;
  • essere in regola con tutti i versamenti camerali e contributivi in generale;
  • avere sede in Lombardia;
  • non trovarsi in stato di fallimento, liquidazioni o affini;
  • non aver ricevuto altri aiuti finanziati superiori a 200 mila euro nel corso degli ultimi tre anni.

Le imprese selezionate devono essere eccellenti, esempi di successo emblematico, con particolare attenzione a 5 reparti:

  1. Innovazione: del metodo produttivo, del prodotto e del servizio;
  2. Comunicazione: le strategie di marketing che servono a sponsorizzare e rendere noto un marchio e la sua immagine;
  3. Prodotto: qualità e riconoscibilità di un prodotto che si distingue per la storia e/o il territorio di riferimento o attestante un primato;
  4. Continuità generazionale: imprese che operano da almeno 70 anni e che abbiano avuto passaggi generazionali;
  5. Impegno sociale: legato alla tutela delle categorie speciali come anziani e disabili.
Leggi anche:  Bando ICT Regione Umbria: stanziati 500 mila euro a favore delle piccole e medie imprese

Cosa mette in palio il concorso per le imprese di valore?

La disponibilità finanziaria del concorso è pari a 260 mila euro, di cui 50 mila da impiegare in attività promozionali per pubblicizzare l’iniziativa ed i restanti 210 mila euro da distribuire in 23 premi. In particolare i premi saranno così suddivisi:

  • 3 premi da 15 mila euro per i primi tre classificati;
  • 5 premi da 12 mila euro dal quarto all’ottavo posto;
  • 6 premi da 10 mila euro dal nono al quattordicesimo posto;
  • 9 premi da 5 mila euro fino alla chiusura dei posti disponibili.

In tutti i casi deve essere applicata la ritenuta d’acconto del 25%. I candidati possono riscuotere solo un premio per una sola categoria, entro 30 giorni dall’assegnazione. La graduatoria completa verrà pubblicata da Unioncamere Lombarda sul loro sito internet e su quello della Regione Lombarda.

La Regione Lombardia offrirà alle vincitrici spazi di visibilità, percorsi di crescita e coinvolgimento in attività promosse dall’Assessorato dello Sviluppo Economico.

Come fare per partecipare al concorso per le imprese di valore?

Le candidature devono essere presentate telematicamente sul sito di Unioncamere fino al 5 settembre 2017. I moduli devono essere scaricati, firmati e corredati di:

  • descrizione sintetica sull’eccellenza da premiare;
  • documentazione fotografica o un video che racconti il valore d’impresa;
  • modulo del consenso al trattamento dei dati personali;
  • dichiarazione di eventuale concessione di aiuti già percepiti.

In questi casi è sempre meglio farsi appoggiare da professionisti che sappiano rendere chiaro la particolarità dell’azienda e i motivi del sul vantaggio competitivo rispetto alla concorrenza.

Il concorso rappresenta un vero e proprio motore che spinge le imprese a migliorarsi, ad innovarsi e a far crescere il loro marchio non solo in ambito locale. Un applauso ad iniziative come queste, promosse da enti locali che investono sul successo e sulla qualità portando sviluppo economico su tutto il territorio lombardo, puntando ad un valore pubblico che sia di esempio per tutte le altre regioni d’Italia.

Leggi anche:  Agevolazioni MISE per l'artigianato digitale: le modalità di richiesta

Scarica il pdf Regolamento concorso.

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook