Al via l’emissione di voucher per la digitalizzazione delle piccole e medie imprese

Previsti 100 milioni di euro da distribuire tramite l’emissione di voucher indirizzati alle imprese che vogliono acquistare sistemi informatici hardware e software.

Importanti novità arriveranno nell’ambito della digitalizzazione, che riguardano in prima linea le PMI di tutto il territorio nazionale. Lo ha reso noto il Ministero dello Sviluppo Economico, pubblicando sul proprio sito la nuova direttiva che prevede l’emissione di voucher finalizzati all’acquisto di sistemi hardware e software. Lo scopo è indirizzare le imprese verso l’utilizzo di strumenti informatici, valorizzando la digitalizzazione e l’innovazione tecnologica.

Si tratta di una manovra finanziaria nata dopo il decreto ministeriale del 23 settembre 2014, con il quale, appunto, si spinge il mondo imprenditoriale ad adottare una struttura aziendale sempre più incentrata sullo sviluppo tecnologico.

Come si utilizzano i voucher per la digitalizzazione 2017 delle PMI?

Sono 100 milioni di euro le risorse messe a disposizione per l’emissione dei voucher. Ogni azienda riceverà un unico voucher che ricoprirà il 50% delle spese ammissibili (il valore massimo di ogni voucher è di 10 mila euro).

In sostanza, i contributi servono, come già detto, all’acquisto di sistemi hardware e software, ma potranno essere impiegati anche per servizi specialistici finalizzati a:

  • incrementare l’efficienza aziendale;
  • rendere l’organizzazione del lavoro all’avanguardia, grazie a strumenti tecnologici;
  • sviluppare processi e-commerce;
  • rendere moderna la connessione internet, adottando la tecnologia satellitare;
  • introdurre i corsi di formazione mirati a sviluppare competenze informatiche all’interno del personale dipendente.

Il Ministero chiarisce ancora due punti: sono considerate spese ammissibili quelle effettuate dopo la prenotazione dei voucher; nel caso in cui i voucher concessi siano superiori alla somma complessiva stabilita, cioè 100 milioni di euro, si procederà a una ripartizione delle risorse effettivamente disponibili in base al fabbisogno di ciascuna impresa.

Leggi anche:  Abbigliamento da lavoro deducibile: quanto si può scaricare?

Come presentare la domanda per accedere ai voucher per la digitalizzazione 2017 delle PMI?

Le imprese che vogliono accedere ai contributi devono presentare la loro domanda dal 30 gennaio al 9 febbraio 2018; già dal 15 gennaio 2018, però, sarà possibile accedere alla procedura informatica e compilare la domanda. Le richieste devono essere inoltrare soltanto tramite procedura informatica, accedendo a una sezione apposita che il Ministero renderà disponibile sul proprio portale.

Sono tre i requisiti che ogni impresa deve avere per inoltrare la richiesta:

  • essere in possesso della Carta nazionale dei servizi;
  • avere la Pec;
  • essere regolarmente iscritta al Registro delle imprese.

Dopo 30 giorni dalla data di chiusura di presentazione delle domande, il Ministero procederà con la fase successiva: controllo delle richieste e assegnazione dei voucher, con i relativi importi, alle imprese nazionali.

Per concretizzare, inoltre, l’assegnazione dei voucher, le aziende devono presentare, sempre tramite il portale informatico, la documentazione contenente la lista delle spese sostenute. Questa fase deve avvenire entro 30 giorni dalla data in cui le imprese hanno sostenuto i costi per l’acquisto di strumenti mirati alla digitalizzazione dell’azienda. Soltanto dopo un apposito controllo, il Ministero procederà con l’erogazione dei voucher.

Se anche tu hai un’impresa e da sempre vuoi dare una marcia in più alla tua realtà imprenditoriale, non perdere quest’occasione. Sappiamo bene, infatti, che la società pone lo sguardo sempre più a processi mirati all’innovazione tecnologica. Consulta uno specialista per preparare la tua domanda. Inizia il nuovo anno con i giusti propositi e con obiettivi concreti mirati allo sviluppo aziendale.

Approfondisci il decreto direttoriale 24 ottobre 2017.

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook