Disoccupazione agricola e partita IVA: l’una non esclude l’altra

L’attività di lavoro autonomo può essere compatibile con il diritto a percepire l’indennità di disoccupazione agricola. La titolarità di una partita IVA non basta ad escludere il sussidio.

La percezione della disoccupazione agricola e l’essere titolari di partita IVA non sempre sono incompatibili. Infatti, i requisiti richiesti per percepire questo sussidio non escludono che i beneficiari possano avere anche una piccola attività con partita IVA. Ma vediamo meglio come funziona.

Cos’è la disoccupazione agricola e chi ne ha diritto

Innanzitutto specifichiamo che la disoccupazione agricola è un sussidio erogato dall’INPS a cui hanno diritto gli operai agricoli per i periodi non lavorativi, in cui non percepiscono né pensione né un reddito rilevante.

Per beneficiarne occorre presentare domanda entro il 31 marzo dell’anno successivo a quello di riferimento. I requisiti per averne diritto sono i seguenti:

  • essere operai agricoli a tempo determinato, piccoli coloni compartecipanti familiari, piccoli coltivatori diretti (massimo 51 giornate di iscrizione negli elenchi nominativi con versamenti volontari), operai a tempo indeterminato che lavorano solo per parte dell’anno;
  • essere iscritti negli elenchi nominativi dei lavoratori agricoli dipendenti, per l’anno cui si riferisce la domanda o avere un rapporto di lavoro agricolo a tempo indeterminato per parte dell’anno a cui si riferisce la domanda;
  • avere almeno 102 giornate di contribuzione nei due anni precedenti a quello in cui si presenta la domanda (ad esempio, se presento la domanda entro il 31 marzo del 2019, i 102 contributi giornalieri devono rientrare negli anni 2017 e 2018);
  • aver almeno 2 anni di anzianità nell’assicurazione contro la disoccupazione involontaria.
Leggi anche:  PSR Basilicata sottomisura 16.2, al via il bando che sostiene la realizzazione di progetti sperimentali nel settore agricolo, forestale e rurale

Disoccupazione agricola e partita IVA: requisiti di compatibilità

E veniamo al nocciolo della questione. Un lavoratore agricolo, pur avendo una partita IVA per lo svolgimento di una piccola attività autonoma, può comunque percepire l’indennità di disoccupazione, ma a determinate condizioni.

Innanzitutto non è possibile essere iscritti per l’intero anno negli elenchi dei coltivatori diretti, artigiani o commercianti e nello stesso tempo percepire la disoccupazione agricola.

Se invece l’iscrizione è inferiore ad un anno e l’attività autonoma svolta non ha comportato l’obbligo di iscrizione in una gestione autonoma INPS, allora bisogna applicare il “principio della prevalenza”. In altre parole si avrà diritto all’indennità se il lavoro svolto come operaio agricolo dipendente sia prevalente rispetto a quello svolto come lavoratore autonomo con partita IVA.

L’obbligo di iscrizione previdenziale alla gestione dei coltivatori diretti, coloni, mezzadri e imprenditori agricoli dell’INPS scatta quando l’agricoltore si dedica manualmente alla coltivazione del fondo o all’allevamento di animali per la maggior parte dell’anno e i guadagni che derivano da questa attività rappresentano la sua principale fonte di reddito. Inoltre, occorre che allo svolgimento di questa attività concorra la prestazione dell’intero nucleo familiare dell’agricoltore per almeno un terzo rispetto a quella occorrente e che la coltivazione del fondo richieda almeno 104 giornate lavorative all’anno.

Dunque, se l’agricoltore titolare di partita IVA non ha l’obbligo di iscrizione alla gestione separata INPS, potrà beneficiare dell’indennità di disoccupazione agricola.

Richiesta disoccupazione agricola per titolari partita IVA: ricordarsi del modulo SR171

Coloro che richiedono l’indennità di disoccupazione agricola e sono titolari di partita IVA, insieme alla domanda dovranno allegare il modulo SR171 (Dichiarazione sostitutiva per attività di lavoro in proprio), con il quale bisognerà dichiarare la titolarità di una partita IVA e il tipo di terreno condotto.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy