Riforma fiscale: meno tasse, iva cloud e fatture elettroniche

Ultime novità in materia di riforma fiscale

Il Ministero dell’Economia avvia una fase di studio in materia di riforma fiscale per la semplificazione e la telematizzazione degli adempimenti

Al via una fase di studio del Governo sulla semplificazione di alcuni adempimenti in materia di riforma fiscale. Il Ministero dell’Economia ha avviato, infatti, un’analisi per l’individuazione dei tributi da abolire perché ritenuti poco fruttuosi e molto fastidiosi.
Nell’ambito della riforma fiscale, infatti, si pensa già ad un nuovo decreto volto ad abolire i dieci tributi meno conosciuti. Si tratta di dieci piccole tasse che probabilmente in futuro non bisognerà più pagare, perché ritenute superflue e poco vantaggiose per le casse dello Stato.

Appartengono a questa lista della riforma fiscale, del tutto provvisoria:

  • la marca da bollo per il rilascio del passaporto pari all’importo di 73,50 euro;
  • la tassa per il rilascio del diploma di laurea pari all’importo di 16 euro;la tassa sull’importazione dei fiammiferi;
  • il prelievo sui contratti dei telefonini.

Al momento le altre tasse non sono note. Molto probabilmente si tratterà di alcune tipologie di accise sulla benzina ormai obsolete e di alcuni bolli sugli atti della P.A.
Il governo è impegnato anche allo studio di nuove procedure volte alla semplificazione del regime fiscale e alla completa telematizzazione degli adempimenti. In particolare si tratta:

  • dell’istituzione di un archivio cloud per i dati Iva, detto Iva Cloud, ossia un archivio online delle fatture emesse, degli importi da pagare, delle liquidazioni periodiche e degli eventuali rimborsi;
  • dell’introduzione della fattura elettronica, che consentirebbe la trasmissione telematica periodica delle fatture all’Agenzia delle Entrate.

Cos’è Iva Cloud?

Iva Cloud è un sistema informatico di semplificazione e facilitazione della gestione contabile di un’impresa. Grazie a questo sistema l’imprenditore, o il professionista, sarà facilitato nell’organizzazione dei suoi dati, dei preventivi, delle fatture, dei documenti di trasporto, delle scadenze e di qualsiasi altro tipo di documento. È, in sostanza, una piattaforma che consente il calcolo automatico del fatturato, dei costi e dei ricavi e la stima dei guadagni mensili e annuali.

Cos’è la fatturazione elettronica?

Per fattura elettronica si intende un flusso di dati strutturati, con gli stessi contenuti informativi di una fattura cartacea. Per la sua emissione è necessario rispettare alcuni vincoli: la sottoscrizione della fattura con firma elettronica qualificata, ossia tramite un lettore smartcard, e l’archiviazione digitale. L’obbligo di emettere fatture elettroniche nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni esiste già. Estenderlo a tutte le fatture sarebbe un’autentica rivoluzione che coinvolgerebbe migliaia di imprese e di liberi professionisti e che certamente contribuirebbe ad abbattere l’evasione fiscale.

 

Info: MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLA FINANZA

 

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy