Incentivi alla formazione di soggetti svantaggiati nel Friuli Venezia Giulia

Tutto sugli incentivi ai soggetti svantaggiati del Friuli Venezia Giulia

La regione Friuli Venezia Giulia ha deciso di istituire un bando in grado di offrire incentivi, ai soggetti svantaggiati che sono a rischio di esclusione sociale e discriminazione, dando la possibilità di partecipare a dei corsi di formazione di vario genere.

Chi è ammesso al bando degli incentivi ai soggetti svantaggiati

Gli incentivi sono destinati esclusivamente a enti o privati che possiedono l’abilitazione necessaria allo svolgimento delle attività formative e che operano all’interno del territorio friulano.
Ma chi sono i soggetti svantaggiati che potranno usufruire di questi corsi?
Si tratta di maggiorenni con qualche difficoltà nell’inserimento della vita collettiva a causa di discriminazioni di tipo economico, religioso, sessuale e che sono a carico dei servizi sociali, sanitari e socio-educativi; in via sperimentale verranno ammessi anche minorenni tra i 16 e 18 anni di età (anche stranieri non accompagnati).

Le regole dei corsi consentiti

Obiettivo dei corsi è quello della promozione delle pari opportunità, aiuto ai soggetti più fragili e incremento dell’occupabilità di persone che per diversi motivi sono prese in carico dai servizi sociali. Le tipologie dei corsi saranno tre: la prima è quella singola, ovvero quel tipo di percorso formativo atto al miglioramento delle capacità personali del soggetto stesso; in questo caso la durata minima del corso sarà di venti ore e massima di quaranta e le lezioni si svolgeranno utilizzando dei particolari moduli che dovranno essere specificati nel progetto.
Il percorso formativo di gruppo può essere trasversale, e quindi con una preparazione generale per agevolare l’ingresso nel mondo del lavoro, oppure tecnico-professionale in cui verranno insegnate le competenze specifiche richieste da un determinato settore lavorativo. Le due tipologie di corso devono avere un numero minimo di partecipanti, otto, fino ad un limite di venticinque, una durata di almeno quaranta ore e un massimo di ottanta, al termine dei quali sarà necessario svolgere un esame finale che permetterà ai corsisti di ottenere un attestato di frequentazione; l’unica differenza tra i due corsi è che quello più tecnico prevede un trenta percento del tempo dedicato interamente a degli stage che si svolgeranno presso una delle ditte convenzionate con l’ente che svolgerà il corso.

Leggi anche:  Bando 30+: nuove opportunità per i giovani

Come inoltrare la domanda

Saranno 4 i milioni in conto capitale che verranno messi a disposizione da parte della regione Friuli Venezia Giulia. Essi saranno suddivisi in:

  • 600.000 euro per i corsi singoli;
  • 1.200.000 per i corsi di gruppo;
  • 2.200.000 per i corsi con oggetto la formazione lavorativa dei diversi soggetti svantaggiati.

La domanda per prendere parte al bando potrà essere scaricata direttamente dal sito web della regione, dovrà essere compilata e successivamente inviata, assieme al progetto completo, all’indirizzo PEC lavoro@certregione.fvg.it. Il termine massimo di scadenza è fissato al giorno 31 dicembre 2017, salvo esaurimento degli incentivi prima della scadenza ultima.

Un bando veramente utile che potrà aiutare tutte quelle persone che per diverse vicissitudini hanno avuto qualche difficoltà nella vita e che con un piccolo aiuto da parte della Regione potranno tornare a far parte della collettività attiva.

Info: Programma

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook