Scadenze fiscali di febbraio 2018

AGGIORNAMENTO DEL 09/02/2018

Con il Decreto 1 febbraio 2018, viene prorogato il periodo entro il quale i contribuenti potranno comunicare all’Agenzia delle entrate la propria opposizione all’utilizzo dei dati per la dichiarazione precompilata. L’ opposizione sarà possibile fino all’8 marzo.


Il calendario delle scadenze fiscali di febbraio si presenta come di consueto ricco di appuntamenti, due dei quali da non mancare assolutamente. Il primo appuntamento da non perdere è quello con la Dichiarazione IVA 2018 che dal 1° febbraio è già possibile inviare telematicamente. Il secondo è quello con l’ultima scadenza delle comunicazioni trimestrali IVA delle liquidazioni relative al 2017. Cercando di non dimenticare nulla, ecco il riepilogo degli adempimenti del mese.

Istanza di opposizione alla trasmissione dei dati relativi alle spese sanitarie – 8 Febbraio

Scade l’8 febbraio la possibilità di opporsi all’utilizzazione dei dati relativi alle spese sanitarie sostenute nell’anno d’imposta precedente e ai rimborsi effettuati nell’anno precedente per l’elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata. L’interessato che intende esercitare l’opposizione, per motivi di privacy, dovrà comunicare direttamente all’Agenzia delle Entrate i propri dati anagrafici e le tipologie di spesa da escludere.

Invio dati spese sanitarie alla TS – 8 Febbraio

Ancora qualche giorno in più, per la trasmissione al Sistema Tessera Sanitaria dei dati delle spese sanitarie sostenute dalle persone fisiche nell’anno 2017, per la predisposizione della dichiarazione dei redditi precompilata.

Leggi anche:  Le scadenze fiscali di settembre 2018

Adempimenti contabili – 15 Febbraio

Come ogni mese, per i soggetti iva è previsto l’obbligo di emettere e registrare le fatture relative a beni consegnati o a prestazioni di servizi rese nel mese solare precedente. Per i Soggetti esercenti il commercio al minuto e per i soggetti che operano nella grande distribuzione l’obbligo consiste nella registrazione, anche cumulativa, delle operazioni nel mese solare precedente per le quali è stato rilasciato lo scontrino fiscale o la ricevuta fiscale.

Versamenti IRPEF, Contributi INPS e IVA – 16 Febbraio

Tradizionale appuntamento mensile per i titolari di partita Iva che svolgono anche il ruolo di sostituto d’imposta. Entro il 16 si dovranno versare all’INPS i contributi dei lavoratori dipendenti, dei collaboratori e le ritenute su altre fonti di reddito all’Agenzia delle Entrate. Per i contribuenti IVA mensili, l’appuntamento del 16 febbraio è anche con il versamento dell’IVA dovuta per il mese precedente.

Modello Intrastat – 26 febbraio

Per gli operatori intracomunitari con obbligo mensile, l’appuntamento è con la presentazione del modello INTRASTAT, contenente gli elenchi riepilogativi degli scambi di beni e servizi effettuati nel mese precedente con i soggetti appartenenti all’UE.

Comunicazione liquidazioni periodiche IVA – 28 febbraio

Scade il 28 febbraio la possibilità di inviare la comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA, cosiddette LIPE, effettuate nel quarto trimestre solare del 2017, da effettuare utilizzando il modello “Comunicazione liquidazioni periodiche IVA”.

Comunicazione dei dati relativi alla predisposizione della Dichiarazione precompilata – 28 febbraio

Per la predisposizione della Dichiarazione precompilata, entro la fine del mese devono essere comunicati all’Anagrafe Tributaria, all’Agenzia delle Entrate e al Sistema Tessera Sanitaria i dati, riferiti all’anno precedente, relativi a:

  • spese universitarie. Per ciascun studente, le università statali e non, dovranno comunicare l’ammontare delle spese universitarie al netto dei relativi rimborsi e contributi, sostenute nell’anno d’imposta precedente, con l’indicazione dei soggetti che hanno sostenuto le spese e dell’anno accademico di riferimento.
  • spese di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati su parti comuni di edifici residenziali sostenute nell’anno precedente dal condominio comprese le spese per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici finalizzati all’arredo delle parti comuni dell’immobile oggetto di ristrutturazione. L’amministratore di condominio dovrà comunicare le quote di spesa imputate ai singoli condomini e dei dati relativi ai pagamenti effettuati a mezzo bonifico.
  • spese veterinarie sostenute dalle persone fisiche nell’anno 2017 riguardanti le tipologie di animali individuate nel M. 6 giugno 2001, n. 289.
Leggi anche:  Decreto dignità: stretta su contratti a termine e aziende che vanno all’estero

Invio Spesometro correttivo – 28 febbraio

Per chi si fosse accorto di errori nell’invio dello Spesometro relativo al primo semestre del 2017, sarà possibile inviare la Comunicazione corretta senza incorrere in sanzioni.

Per quanto riguarda, invece, l’invio della Comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute del secondo semestre 2017, originariamente fissato per il 28 febbraio, per effetto della proroga, è stato spostato al 6 aprile.

Breve ma intenso il mese di febbraio concentra su di esso le più importanti scadenze fiscali dando il via, a tutti gli effetti, alla stagione delle dichiarazioni fiscali 2018 relative al periodo d’imposta 2017.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Contattaci e un membro del nostro team ti spiegherà come fare




Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativaPolicy e privacy