Lavori usuranti: elenco, requisiti e domanda per accedere alla pensione anticipata

Quali sono le categorie di lavoro usuranti? Come fare la domanda per accedere alla pensione anticipata se si fa un lavoro del genere? Un elenco completo dei benefici previdenziali.

Se è pur vero che il lavoro nobilita l’uomo, non tutti i lavori rispecchiano le stesse caratteristiche in termini di guadagni e sforzo fisico e mentale. Spesso si tende a non valorizzare troppo il lavoro classificato come usurante. In verità, non si tiene conto che i lavoratori di questa specifica categoria, trascinano sulle proprie spalle il benessere economico e sociale del nostro Paese.

A tal proposito l’INPS garantisce a tutti i lavoratori sia pubblici che privati che svolgono lavori usuranti, l’accesso a specifici benefici previdenziali. Essi, possono richiedere la pensione anticipata usufruendo di requisiti agevolati.

Lavori usuranti: l’elenco completo

Così come riportato dall’INPS, tale beneficio previdenziale investe la seguente categoria di lavoratori, quali:

  • impegnati in mansioni particolarmente usuranti;
  • notturni a turni e/o per l’intero anno;
  • addetti alla cosiddetta “linea catena”;
  • conducenti di veicoli, di capienza complessiva non inferiore a 9 posti, adibiti a servizio pubblico di trasporto collettivo.

Fanno parte dei lavori usuranti le seguenti mansioni, quali:

  • “lavori in galleria, cava o miniera”, mansioni svolte in sotterraneo;
  • “lavori nelle cave”, mansioni svolte dagli addetti alle cave di materiale di pietra e ornamentale;
  • “lavori nelle gallerie”, mansioni svolte dagli addetti al fronte di avanzamento;
  • “lavori in cassoni ad aria compressa”;
  • “lavori svolti dai palombari”;
  • “lavori ad alte temperature”, mansioni che espongono ad alte temperature, quando non sia possibile adottare misure di prevenzione, quali, a titolo esemplificativo, quelle degli addetti alle fonderie di seconda fusione, non comandata a distanza, dei refrattaristi, degli addetti a operazioni di colata manuale;
  • “lavorazione del vetro cavo”, mansioni dei soffiatori nell’industria del vetro cavo eseguito a mano e a soffio;
  • “lavori espletati in spazi ristretti” e in particolare delle attività di costruzione, riparazione e manutenzione navale, le mansioni svolte all’interno di spazi ristretti, quali intercapedini, pozzetti, doppi fondi, di bordo o di grandi blocchi strutture;
  • “lavori di asportazione dell’amianto”.

Il lavoratore per poter richiedere la pensione anticipata dovrà aver svolto il lavoro usurante in almeno 7 anni rapportato su un periodo di 10 anni di lavoro, oppure per almeno metà della vita lavorativa complessiva.

Quali sono i requisiti per accedere alla pensione per lavori usuranti?

I lavoratori usuranti facente parti della linea catena, conducenti di veicoli adibiti a servizio pubblico di trasporto collettivo, notturni a turni che lavorano almeno 78 giorni l’anno o dei lavoratori notturni che lavorano l’intero anno per poter essere ammessi al beneficio, devono possedere specifici requisiti prima della presentazione della domanda, quali:

  • dipendenti: età minima di 61 anni e 7 mesi e anzianità contributiva minima di 35 anni;
  • autonomi: età minima di 62 anni e 7 mesi e anzianità contributiva minima di 35 anni.

mentre per i lavoratori notturni a turni occupati per un numero di giorni lavorativi da 72 a 77 all’anno, sono necessari i seguenti requisiti di età anagrafica e anzianità contributiva, quali:

  • dipendenti: età minima di 62 anni e 7 mesi e anzianità contributiva minima di 35 anni;
  • autonomi: età minima di 63 anni e 7 mesi e anzianità contributiva minima di 35 anni.

Infine, per i lavoratori notturni a turni occupati per un numero di giorni lavorativi da 64 a 71 all’anno:

  • dipendenti: età minima di 63 anni e 7 mesi e anzianità contributiva minima di 35 anni;
  • autonomi: età minima di 64 anni e 7 mesi e anzianità contributiva minima di 35 anni.

Come e quando fare la domanda per richiedere la pensione per lavori usuranti

La domanda deve essere presentata entro il 1º maggio dell’anno precedente a quello di maturazione dei requisiti agevolati; ad esempio se i requisiti saranno maturati nel 2019 la domanda deve essere presentata entro il 1° maggio 2018.

La domanda, con tutta la documentazione relativa, va presentata presso la sede INPS territorialmente competente.

Leggi e approfondisci i benefici previdenziali per gli addetti a lavori usuranti.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Contattaci e un membro del nostro team ti spiegherà come fare




Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativaPolicy e privacy