La Liguria offre contributi alle PMI per la partecipazione a fiere ed eventi internazionali

Allo scopo di sostenere le PMI nel processo di internazionalizzazione, è stato approvato il bando a sportello per l’erogazione di contributi a copertura delle spese sostenute per la partecipazione a fiere ed eventi di carattere internazionale.

La globalizzazione e la creazione di un mercato “mondiale” hanno imposto ai piccoli operatori economici numerose sfide da affrontare, prima fra tutte quella della loro internazionalizzazione. Internazionalizzarsi altro non significa che riconoscere nell’apertura di nuove frontiere economiche un’opportunità di sviluppo della propria impresa; se le grandi imprese, specie le multinazionali, non hanno certo alcuna difficoltà, economica e tecnica, ad effettuare un tale processo alle piccole e medie imprese, viceversa, è richiesto uno sforzo di gran lunga maggiore.

Deve allora segnalarsi come a supportare le imprese nel processo di internazionalizzazione sia recentemente intervenuta la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura Riviere della Regione Liguria, mediante l’approvazione di un bando a sportello volto all’erogazione di contributi alle Micro, Piccole e Medie Imprese che intendano partecipare a fiere ed eventi di carattere internazionale. Stanziati a tale scopo 75 mila euro.

A chi si rivolgono i contributi per la partecipazione a fiere e eventi internazionali?

Possono richiedere il contributo le piccole e medie imprese che:

  • abbiano sede legale e/o unità locale operativa attiva nel territorio delle Province di Imperia, La Spezia o Savona;
  • siano regolarmente iscritte al Registro delle Imprese della C.C.I.A.A. Riviere di Liguria e attive;
  • non siano assoggettate a procedure di liquidazione o fallimento o altra procedura concorsuale comunque denominata, al momento della presentazione della domanda;
  • siano in regola con il pagamento del diritto camerale annuale, con i vincoli previsti dalla normativa sugli aiuti di Stato e con gli obblighi contributivi ed assicurativi.
Leggi anche:  La Regione Emilia Romagna punta sull’export

Le imprese in possesso dei suddetti requisiti possono richiedere il contributo in forma autonoma, oppure in forma aggregata e coordinata da una Azienda Speciale della Camera di Commercio Riviere di Liguria.

Di cosa trattano i contributi per la partecipazione a fiere e eventi internazionali?

I contributi per l’internazionalizzazione delle PMI della Liguria vengono stanziati per la partecipazione a:

  1. fiere ed eventi in Italia con qualifica internazionale, vale a dire quelli approvati dalla Conferenza delle Regioni e Province Autonome e pubblicati sul sito regioni.it con la dicitura “Manifestazioni fieristiche di qualifica internazionale”;
  2. fiere ed eventi all’estero programmati, organizzati o svolti in collaborazione con ICE, ENIT, Assocamerestero, Enti del sistema camerale e altri soggetti adeguatamente qualificati.

L’agevolazione prevista dal bando consiste nell’erogazione di un contributo a fondo perduto, concesso, nel rispetto del regime “de minimis”, a copertura delle seguenti spese:

  • affitto dello spazio espositivo per la durata della fiera;
  • noleggio degli allestimenti dello stand;
  • allacciamenti e consumi elettrici ed idrici per lo stand;
  • pulizia dello stand;
  • iscrizione al catalogo ufficiale;
  • compenso per Temporary Export Manager;
  • organizzazione di incontri con buyers;
  • spese per work shop o iniziative similari;
  • trasporto dei prodotti esposti in fiera;
  • interpretariato.

L’entità del contributo non potrà essere superiore al 50% delle spese sostenute.
Per la partecipazione autonoma della singola impresa, per un massimo di 2 eventi ogni anno solare, il contributo massimo erogabile sarà pari a:

  • mille euro per manifestazioni in Italia;
  • 1,5 mila euro per manifestazioni in paesi appartenenti all’Unione Europea;
  • 2 mila euro per manifestazioni in paesi Extraeuropei.

Per la partecipazione aggregata di più imprese, per un massimo di 3 eventi ogni anno solare, il contributo massimo erogabile sarà invece pari a:

  • 1,5 mila euro per manifestazioni in Italia;
  • 2 mila euro per manifestazioni in paesi appartenenti all’Unione Europea;
  • 2,5 mila euro per manifestazioni in paesi Extraeuropei.
Leggi anche:  Bando export Umbria: nuovi contributi per l'internazionalizzazione

Il contributo è ammissibile per fiere ed eventi che si svolgeranno fino al 31 dicembre 2018 e si estende, con effetto retroattivo, anche ai costi sostenuti dalle imprese a decorrere dall’1 gennaio 2017.

Come presentare domanda per ottenere i contributi per la partecipazione a fiere e eventi internazionali?

La domanda deve essere inviata esclusivamente tramite PEC all’indirizzo  cciaa.rivlig@legalmail.it almeno 90 giorni prima della data di inizio della Manifestazione, insieme a tutti gli allegati previsti dal bando. Il termine dei 90 giorni viene diminuito a 10 giorni qualora la fiera o l’evento siano inseriti nel programma promozionale di un’Azienda Speciale della Camera di Commercio Riviere di Liguria.

Affacciarsi sui mercati internazionali rappresenta, al giorno d’oggi, una strategia di sviluppo aziendale di sicuro successo per le imprese nazionali, specie ove si riconosca l’indiscusso successo del “Made in Italy” nel mondo. Approfitta dell’opportunità proposta dalla CCIA Liguria e presenta la tua domanda di agevolazione, richiedendo, se lo ritieni opportuno, la consulenza di un Professionista che ti assista nella fase della richiesta.

Approfondisci il bando sui contributi per la partecipazione a fiere internazionali.

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook