Quando registrare una telefonata è legale?

Come registrare una telefonata a fine di prova? Vediamo quando la registrazione telefonica è considerata una prova attendibile in Tribunale.

Un tema caldo quello della registrazione delle telefonate. Le domande corrono veloci, ma una su tutte richiama la nostra attenzione: – Registrare una telefonata senza l’esplicito consenso dell’altro è legale? – L’atto in se di registrare una conversazione telefonica è molto semplice, del resto oggi tutti gli smartphone consentono tantissime funzioni amplificate rispetto al passato. Il punto è sapere quanto è legale registrare una conversazione senza l’autorizzazione dell’altra parte.

A fare chiarezza nel merito la Cassazione con la sentenza n. 47602 del 17.10.2017. Secondo quanto riportato dai giudici la telefonata registrata all’insaputa dell’altro interlocutore costituisce una ottima prova, tanto da poterla esibire in un contesto di causa. In sostanza, essendo una prova paragonabile a qualsiasi atto, a tutti gli effetti di legge si rischia la condanna.

Quando registrare la telefonata è legale?

Avere la registrazione di una conversazione, con o senza il consenso dell’altro interlocutore è considerata dalla normativa come prova, segue lo stesso iter di un normale documento esibito in corso di causa. La legge non considera la variante della conoscenza da parte dell’altro interlocutore, come un ostacolo, precisando che si tratta di un atto tra privati.

Qual è la differenza tra registrazione e intercettazione?

La prima si riferisce alla registrazione telefonica di una telefonata in cui una delle parti è consapevole che stia registrando un documento. La seconda si verifica quando si registra la conversazione telefonica di due persone ignare di essere registrate, questo è un atto riservato alle autorità competenti sotto la diretta autorizzazione del giudice.

La Suprema Corte di Cassazione ha classificato la registrazione telefonica eseguita da una parte attiva, cioè da un soggetto consapevole della registrazione in se, come una prova indipendentemente dalla sua originalità. Cosa vuol dire? Nel caso in cui la conversazione telefonica venga registrata dallo smartphone può, ad esempio, essere inviata attraverso una email generando delle copie per poterle esibirle nell’ipotesi di una querela oppure per mostrarla al giudice in corso di causa. Rappresenta un atto che può essere regolarmente fascicolato in corso di causa, allegandolo alle prove negli atti come fatto storico realmente accaduto. Il giudice vaglierà la genuinità della registrazione attraverso un team specializzato per evitare che essa sia il frutto di manomissioni. A quel punto la registrazione diventa una prova attendibile a tutti gli effetti di legge.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattarci





[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy