Rimborso canone rai ecco come richiederlo

Una delle novità del mese di Luglio per noi contribuenti è stata la notizia riguardante l’addebito del canone Rai in bolletta elettrica, ne avevamo parlato qui.

Come si presenta l’istanza di rimborso canone Rai?

Ci sono due modalità:

  • telematica, direttamente dal titolare del contratto per la fornitura di energia elettrica, o dagli eredi, mediante una specifica applicazione web disponibile sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate a partire dal 15 settembre 2016, utilizzando le credenziali Entratel o Fisconline, in relazione ai requisiti posseduti per la presentazione delle dichiarazioni fiscali, ovvero tramite gli intermediari abilitati;
  • cartacea, unitamente ad una copia di un valido documento di riconoscimento, è presentata a mezzo del servizio postale con raccomandata al seguente indirizzo: Agenzia delle entrate, Direzione Provinciale 1 di Torino, Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti TV – Casella Postale 22 – 10121 Torino.

Quali sono le motivazioni dell’istanza di rimborso?

Il richiedente motiva la richiesta riportando una delle seguenti causali:

  • il richiedente o un altro componente della sua famiglia anagrafica è in possesso dei requisiti di esenzione, di cui all’articolo 1, comma 132, della legge 24 dicembre 2007, n. 244, ovvero i cittadini che hanno compiuto il 75° anno di età con reddito complessivo familiare non superiore a 6.713,98 euro ed è stata presentata l’apposita dichiarazione sostitutiva;
  • il richiedente o un altro componente della sua famiglia anagrafica è in possesso dei requisiti di esenzione per effetto di convenzioni internazionali, come ad esempio diplomatici e militari stranieri, ed è stata presentata l’apposita dichiarazione sostitutiva;
  • il richiedente ha pagato il canone mediante addebito sulle fatture per energia elettrica, e lui stesso o un altro componente della sua famiglia anagrafica ha pagato il canone anche con modalità diverse dall’addebito;
  • il richiedente ha pagato il canone mediante addebito sulle fatture per energia elettrica e lo stesso canone è stato pagato anche mediante addebito sulle fatture relative a un’utenza elettrica intestata ad altro componente della stessa famiglia anagrafica, solo per questo motivo l’istanza vale anche come dichiarazione sostitutiva;
  • il richiedente ha presentato la dichiarazione sostitutiva di non detenzione di apparecchi televisivi da parte propria e dei componenti della sua famiglia anagrafica;
  • altri motivi diversi dai precedenti.
Leggi anche:  Finanziamenti per l'agricoltura 25 milioni di euro per gli agricoltori Toscani

Bene, adesso che l’istanza è pronta non vi resta che aspettare l’esito, incrociare le dita ed attendere l’accredito in bolletta.

Scarica il MODELLO per la richiesta di rimborso canone Rai

Info: Prot. n. 125604/2016

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook