Scadenze fiscali: ecco cosa ricordare nel mese di febbraio 2016

Poche le scadenze fiscali e previdenziali da adempiere a febbraio 2016 e quasi tutte concentrate tra la metà e la fine del mese.

Il mese di febbraio è infatti quello più corto dell’anno e anche in tema di adempimenti e scadenze fiscali da ricordare non è particolarmente denso di appuntamenti per i contribuenti italiani. In ogni caso ci sono appuntamenti importanti da affrontare rispettando le scadenze fiscali fissate dall’Amministrazione Finanziaria.
Vediamo quali sono nel dettaglio le date del mese di febbraio 2016 da ricordare.

1 febbraio 2016

  • Inizio della decorrenza del termine per presentare telematicamente all’Agenzia delle Entrate la dichiarazione annuale IVA in via autonoma relativa alle operazioni attive e passive compiute nel periodo d’imposta 2015. Tale adempimento spetta unicamente ai soggetti in possesso di un numero di partita IVA per l’esercizio di una o più attività economiche o professionali.
  • Scadenza per la presentazione telematica della comunicazione mensile degli acquisti da operatori economici della Repubblica di San Marino annotate nei registri IVA del mese precedente.
  • Scadenza sia per la presentazione telematica del Modello INTRA 12 contenente l’ammontare degli acquisti intracomunitari di beni registrati nel mese precedente da parte degli Enti non commerciali e degli agricoltori esonerati sia per la liquidazione ed il versamento della relativa IVA mediante modello F24.
  • Versamento dell’imposta dovuta sui premi ed accessori incassati nel mese di dicembre 2015 da parte delle imprese di assicurazione mediante modello F24 telematico.
  • Comunicazione in modalità telematica all’Anagrafe Tributaria da parte degli intermediari dei dati relativi ai soggetti con in quali sono stati intrattenuti rapporti di natura finanziaria nel mese solare precedente.
  • Comunicazione in modalità telematica al S.I.D. (Sistema Informativo Demanio Marittimo) delle concessioni rilasciate o rinnovate nel 2015 per le aree demaniali marittime.
  • Versamento del bollo per i soggetti in possesso di autoveicoli con oltre 35 kW e avente scadenza a dicembre 2015, salvo diversa comunicazione da parte delle Regioni interessate.
  • Comunicazione telematica al Ministero dei Beni Culturali e all’Agenzia delle Entrate da parte dei soggetti che effettuano erogazioni liberali in denaro per la realizzazione di eventi culturali dei relativi dati per le erogazioni fatte nell’anno 2015.
  • Comunicazione all’Agenzia del Territorio in forma cartacea o mediante il software DOCTE 2.0 delle variazioni del reddito dominicale o agrario avvenute nell’anno 2015.

9 febbraio 2016

  • Versamento con modello F24 telematico da parte delle Banche autorizzate all’emissione di assegni circolari dell’imposta di bollo dovuta sugli assegni rilasciati alla fine del 4° trimestre 2015.
  • Nuovo termine (il precedente era il 1° febbraio) per la comunicazione all’Agenzia delle Entrate dei dati relativi alle spese sanitarie e ai rimborsi effettuati nel 2015 per prestazioni non erogate, o parzialmente erogate. I soggetti obbligati alla comunicazione ovvero i medici, le farmacie e le strutture sanitarie, avranno più tempo per inviare i dati relativi alle spese sanitarie del 2015. L’allungamento, seppur ridotto, del termine va incontro alle esigenze rappresentate dagli Ordini professionali e dalle associazioni di categoria, anche in considerazione della novità dell’adempimento che permetterà ai contribuenti di poter disporre, nel proprio 730 precompilato, delle spese mediche sostenute l’anno precedente.

15 febbraio 2016

  • Emissione e registrazione della fattura differita relativa ai beni consegnati o spediti nel mese precedente o alle prestazioni di servizi effettuate nel mese precedente.
  • Registrazione, anche cumulativa, delle operazioni effettuate nel mese precedente per le quali sono stati rilasciati scontrini o ricevute fiscali.
  • Annotazione dei corrispettivi nell’apposito registro dei proventi conseguiti dalle associazioni sportive dilettantistiche, associazioni pro loco ed altre associazioni senza scopo di lucro, nell’esercizio di attività commerciali.

16 febbraio 2016

  • Versamento delle ritenute alla fonte mediante modello F24 telematico da parte di enti ed organismi pubblici relativi a redditi di diversa natura corrisposti nel mese precedente, comprese le ritenute sui bonifici effettuati da Banche e Poste Italiane e dalle imprese di assicurazione.
  • Liquidazione e versamento in modalità telematica dell’IVA del mese precedente per i contribuenti che sono obbligati all’adempimento mensile.
  • Liquidazione e versamento in modalità telematica dell’IVA del mese precedente per i contribuenti che hanno optato per l’affidamento a terzi della tenuta della contabilità.
  • Liquidazione e versamento in modalità telematica dell’IVA del 4° trimestre 2015 per i contribuenti soggetti al regime di cui all’articolo 74, comma 4, del D.P.R. 633/1972 (contribuenti trimestrali speciali).
  • Comunicazione dell’intenzione di avvalersi, per l’anno 2016, del regime di cui all’articolo 73, comma 3, D.P.R. 633/1972 e D.M. 13/12/1979, chiamato liquidazione IVA di gruppo, da parte delle società controllanti e controllate.
  • Versamento dell’imposta sostitutiva mediante F24 telematico da parte di banche, SIM, società di gestione del risparmio e società fiduciarie sia per le plusvalenze maturate nel secondo mese precedente sia sul risultato maturato in caso di revoca del mandato sia sulle gestioni individuali di portafoglio.
  • Versamento dell’imposta sugli intrattenimenti tramite F24 telematico da parte dei soggetti che esercitano in modo continuativo le attività di cui alla Tariffa allegata al D.P.R. 640/1972.
  • Versamento del saldo della ritenuta alla fonte sugli interessi corrisposti ai titolari dei conti correnti o di depositi in generale da parte di Banche, Poste Italiane e Cassa Depositi e Prestiti.

25 febbraio 2016

  • Presentazione del modello INTRASTAT all’Agenzia delle Dogane o all’Agenzia delle Entrate, mediante modalità telematica, relativo alle cessioni e agli acquisti intracomunitari di beni e alle prestazioni di servizi intracomunitari effettuate nel mese precedente.

29 febbraio 2016

  • Presentazione in modalità telematica all’Agenzia delle Entrate della comunicazione annuale dati IVA riferita all’anno d’imposta 2015. Tale adempimento non sarà più dovuto per l’anno d’imposta 2016 (presentazione a febbraio 2017) in quanto sarà sostituito dalla presentazione della dichiarazione annuale IVA entro il mese di febbraio di ciascun anno.
  • Consegna da parte dei sostituti d’imposta sia della Certificazione Unica (CU) sia della Certificazione degli utile e dei proventi equiparati (CUPE).
  • Conguaglio da parte dei sostituti d’imposta tra le ritenute operate e l’imposta dovuta ai fini IRPEF sui redditi da lavoro dipendente.
  • Versamento dell’imposta di bollo in maniera virtuale da parte dei soggetti autorizzati e relativa alla dichiarazione presentata entro il mese di gennaio 2016.
  • Versamento dell’imposta dovuta sui premi e gli accessori incassati nel mese precedente e sui conguagli degli incassi di dicembre 2015 da parte delle imprese di assicurazione.
  • Comunicazione all’Agenzia delle Entrate dei dati dei soggetti per i quali è cessata la trattenuta rateale del canone di abbonamento alla televisione da parte di enti ed organismi pubblici e delle amministrazioni centrali dello Stato.

Adempimenti contabili di fine mese quali:
1. l’emissione delle autofatture relative agli scambi intracomunitari nel caso di mancato ricevimento della fattura entro il mese successivo a quello di effettuazione delle operazioni;
2. la rilevazione dei chilometri sulle schede carburanti da parte dei soggetti utilizzatori con esclusione dei professionisti;
3. l’emissione della fattura da parte delle agenzie di viaggio sia per le operazioni relative all’organizzazione di pacchetti turistici sia per l’intermediazione da parte di terzi.

 

Info: Agenzia delle Entrate 

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattarci





[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy