Rete Consumatori Sicilia: insieme per la difesa dei diritti dei consumatori

Garantire gli interesse dei consumatori e far valere i loro diritti. La parola ad Aiace.

L’economia è in costante evoluzione, e con essa il ruolo del consumatore. L’asimmetria delle informazioni e la scarsa conoscenza dei propri diritti, spesso portano quest’ultimo in una situazione di svantaggio rispetto al sistema politico-istituzionale.

Rete Consumatori Sicilia” nasce proprio per ovviare a tale deficit, garantendo un’adeguata forza rappresentativa che riesca a dar voce degli interessi dei consumatori, e ad assicurare loro la partecipazione politica, economica e sociale. Abbiamo intervistato uno degli esponenti di Aiace, associazione che partecipa attivamente al progetto.

Perché nasce “Rete Consumatori Sicilia” e quali obiettivi si pone?

«La Rete Consumatori Sicilia nasce per offrire un servizio completo dal punto di vista consumeristico ai propri associati, avendo anche una maggiore capillarità sul territorio siciliano.
Di fatto, le varie associazioni offriranno a tutti gli associati sia propri sia dei partecipanti alla rete i propri servizi.
Ad esempio, Aiace, potrà farsi carico delle perizie econometriche avendo una struttura composta principalmente da commercialisti».

Quali sono le richieste più frequenti da parte dei consumatori e i diritti maggiormente ambiti?

«Molteplici e variegate le richieste effettuate dai consumatori. La nostra associazione raccoglie principalmente istanze di verifica e difesa nei confronti di banche e finanziarie. Spesse volte, specie per l’intervenuta crisi economica che ha portato tante famiglie in stato di difficoltà, le banche avviano delle pratiche di recupero che a volte non sono legittime.

Frequenti, purtroppo, sono anche le richieste per usufruire della legge “anti suicidi”. La nostra associazione affianca il consumatore e lo guida nelle pratiche contabili e legali al fine di poter accedere alla normativa di vantaggio. La legge 3/2012 è detta anche anti suicidi in quanto ha come obiettivo un ripianamento sostenibile dei propri debiti».

Leggi anche:  App contro lo spreco alimentare “Eco dal frigo”

Per quale ragione il consumatore si configura come un soggetto debole e, dunque, da tutelare?

«Essere consumatore significa ricevere servizi e beni da parte sia di piccole imprese sia di grandi aziende, quali ad esempio le banche. I soggetti più grandi sono ben strutturati anche dal punto di vista legale e spesso il consumatore finale si trova impotente e con poche possibilità di far valere i propri diritti. Le associazioni dei consumatori affiancano e difendono i soggetti dai soprusi e li aiutano ad un migliore e consapevole uso delle varie offerte di mercato».

Quali sono i deficit dei servizi pubblici rispetto ai consumatori?

«La presenza sul territorio nazionale di tante sigle di associazioni di consumatori danno la misura delle molteplici disfunzioni che i servizi pubblici presentano. Il consumatore, prendi il caso delle norme salvabanche (Banca Etruria…) subisce spesso, a livello personale, delle prevaricazioni che difficilmente riuscirebbe a contrastare da solo.
Lo scopo delle associazioni dei consumatori, pertanto, è sia di difendere sia di prevenire e informare il consumatore sui possibili rischi cui potrebbe andare incontro».

Quali sono i progetti a breve e lungo termine stabiliti da Rete Consumatori Sicilia?

«Come ogni nuova aggregazione, la rete consumatori Sicilia si pone come obiettivo primario quello di creare protocolli operativi unitari di comportamento. Scopo principale della rete è quello di assicurare a tutti i cittadini consumatori e utenti il diritto di concorrere con le loro associazioni alla partecipazione politica, economica e sociale al pari delle altre categorie economiche dell’impresa e del lavoro in un quadro di nuove garanzie costituzionali. Verrà creato anche un centro studi legale di indirizzo che si farà promotore di iniziative di interesse generale a favore dei consumatori. A breve verrà organizzato un convegno di presentazione dei progetti della rete consumatori Sicilia».

Leggi anche:  Caro Matrimonio…ma quanto mi costi?

Come Aiace, in quanto associazione, si inserisce in tale progetto?

«Aiace è una associazione i cui responsabili sono principalmente commercialisti. Per tale motivo si prefiggono di dare un aiuto tecnico contabile ai consumatori ed anche alle altre associazioni di consumatori che seguono principalmente la parte legale delle varie vicende dei consumatori. Potrà mettere la propria esperienza e la propria capillare presenza nel territorio regionale con le proprie 20 sedi, che unite a quelle delle altre associazioni potranno offrire una completa e diffusa assistenza ai consumatori».

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook