Assicurazione casalinghe 2019, nuova platea di beneficiari ed esteso il premio assicurativo contro gli infortuni domestici

Tutelare maggiormente studenti e casalinghe che si occupano della cura della casa e che vanno incontro a dei rischi. La Legge di Bilancio 2019 ha introdotto importanti novità contro gli infortuni domestici, ecco quali.

Dagli studenti alle casalinghe, sono circa 9 milioni di persone in Italia (dati riferiti al 2018) che si occupano di faccende domestiche e svolgono attività per la cura dei componenti della famiglia e della propria casa. Un vero e proprio impegno che necessita di una tutela contro gli incidenti domestici; non tutti sanno, però, che esiste un’assicurazione obbligatoria per studenti e casalinghe e per chiunque svolga questo tipo di attività.

Con la Legge di Bilancio 2019 sono state introdotte importanti novità che richiedono maggiore attenzione: dall’incremento della platea dei beneficiari al raddoppio del premio assicurativo passando per sanzioni e obblighi per i soggetti coinvolti. Ecco le direttive contenute nella circolare n. 2 emessa dall’Inail lo scorso 22 gennaio.

Aumento della platea dei beneficiari, cosa cambia con l’assicurazione casalinghe 2019?

L’assicurazione casalinghe è stata introdotta con la legge 493/1999 per tutelare appunto chi svolge attività legate alla cura della casa. In particolare, fino allo scorso anno, e quindi prima dell’introduzione della Legge di Bilancio 2019, l’obbligo riguardava:

  • le persone di età compresa dai 18 ai 65 anni;
  • chi svolgeva un lavoro per la cura dei componenti della famiglia e della casa;
  • coloro che non avevano nessun vincolo di subordinazione;
  • chi svolgeva l’attività domestica in maniera esclusiva ed abituale.
Leggi anche:  Programma di Sviluppo Rurale Nazionale Sottomisura 17.1: un aiuto alle imprese agricole nella gestione dei rischi

La Legge di Bilancio 2019 introduce delle modifiche per quanto riguarda il limite di età, estendendo l’obbligo fino ai 67 anni. Dunque, i punti elencati sopra, che chiariscono la categoria di beneficiari dell’assicurazione, sono validi anche con la nuova Legge di Bilancio, che alza di due anni il vincolo relativo all’età.

Ma non solo casalinghe, anche gli studenti fuori sede, che di fatto si occupano della cura della casa, sono obbligati a sottoscrivere l’assicurazione per tutelarsi contro gli infortuni e incidenti domestici che potrebbero verificarsi in qualsiasi momento.

Rendite per gli infortuni, quali novità?

All’aumento della platea dei beneficiari si aggiungono anche alcune modifiche sulle rendite che l’Inail riconosce agli assicurati in caso di infortunio. In sostanza, la Legge di Bilancio 2019 ha abbassato la percentuale di inabilità per aver diritto alla rendita, che è passata dal 27% al 16%. Ma riflettori accesi anche sugli infortuni più gravi che superano il 16% di inabilità e che prevedono, secondo la nuova direttiva, l’obbligo di ricevere l’assistenza di personale qualificato in maniera continuativa.

Per gli infortuni meno gravi, quando la percentuale di inabilità si estende tra il 6% e il 15%, è previsto un rimborso unico di 300 euro.

Raddoppio del premio assicurativo e sanzioni

Anche la quota annua da versare ha subito delle modifiche, che passa da un importo di 12,91 euro a 24 euro. Tutti i soggetti coinvolti dovranno obbligatoriamente versare questa quota entro giugno 2019 per evitare di andare incontro a delle sanzioni. Sanzioni che vengono definite in base al periodo di trasgressione, ma così come indica il sito dell’Inail, l’importo non potrà superare la quota del premio assicurativo (24 euro dopo giugno).

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy